Menu

Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 20

Mia sorella ha 29 anni e i denti anteriori sporgenti

Scritto da martina / Pubblicato il
Buon giorno a tutti approfitto di questa notte insonne per chiedere una cosa: mia sorella ha 29 anni e i denti anteriori sporgenti, non ha mai voluto mettere l'apparecchio. Una nostra parente le ha detto che premendo con il pollice sui denti ogni tanto, questi migliorino un po', sapete come si dice i metodi della nonna. Non so se rendo l'idea. Tanto che mia sorella si è convinta e da più di una settimana continua a pigiare sui denti (senza ovviamente risultato) io nella mia ignoranza in materia reputo la cosa stupida e senza senso ma potrei sbagliarmi voi cosa ne dite? ho anche paura che i denti di mia sorella possano avere problemi per questo rituale giornaliero a causa della pressione ci sono rischi?se si quali? grazie mille un caro saluto Cristina
Gentile Martina, il metodo da Lei pensato per far rientrare i denti sporgenti di sua sorella è appunto il frutto di una sua notte insonne in quanto è irrazionale. Convinca sua sorella a recarsi da un destista esperto in ortodonzia che saprà cosa fare per risolvere il problema. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)

Cara Signora Martina, sua sorella ha bisogno non di "una fasntomatica parente che si crede Dentista" ma di Un Dentista Ortodontista vero! Lei può temere tutto, ma per quanto riguarda sua sorella è solo lei che deve prendere le decisioni che la riguardano. Se lei non vuole andare dal dentista, affari suoi! E' inutile insistere perchè poi se qualcosa non "risultasse più che perfetto" sua sorella se la prenderebbe col dentista, poverino, solo perchè lei non è motivata. Le garantisco che per qualsiasi cura odontoiatrica bisogna essere motivati ed in particolare per una terapia Ortodontica. Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Gentile Martina, se sua sorella desidera correggere la posizione dei denti non le resta altro che affidarsi alle cure di un buon ortodontista che con le opportune indagini diagnostiche potrà dare risposte sicure. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)

Fosse cosi' semplice spostare i denti...................

Scritto da Dott. Paolo Vavassori
Stezzano (BG)

Gentile signora, come già detto dai Colleghi il rimedio della nonna è una pratica incongrua. I denti di sua sorella forzati in direzione esterno versus interno, potrebbero andare incontro a conseguenze pericolose: gli incisivi non supportano carichi in quella direzione. La prima cosa da fare è far cessare ''la terapia fai da te'' a sua sorella. Poi convincerla a farsi vedere ed eventualmente trattare da un ortodontista, ma che sia ben motivata e decisa ad iniziare e portare a compimento la cura.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Emma Castagnari
Torino (TO)

Un ortodnzista e nessun altro potrà risolvere la malocclusione e programmare il corretto posizionamento degli elementi dentari. cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Treviso (TV)

Gentile Sig.ra Martina, ovvio che il sistema ideato da una sua parente non serve a nulla. Se sua sorella desidera molto allineare i denti perché non la porta da un bravo ortodonzista, almeno per un parere. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)

Rabbrividisco. provi con un SANTONE oppure con uno specialista in ortognatodonzia. saluti Dott. Orazio Bennici

Scritto da Dott. Orazio Maximilian Bennici
Catania (CT)

Gentile sig.ra Cristina, solo un apparecchio fisso con forze calibrate su tutti gli elementi dentari può, nel tempo, modificare l'assetto delle radici. Nessun pollice può spingere indietro i denti, dal momento che è necessario cambiare l'assetto dell'osso intorno ai denti, cioé riassorbirlo e apporlo di nuovo secondo le forze di trazione. Con buona pace della nonna, è il caso di andare dal dentista, anche perché i denti sporgenti, oltre che essere antiestetici, sono soggetti a maggiori urti e si ammalano prima di malattia parodontale. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)

Bella invenzione. C' e' solo un problema le forze capaci di spostare i denti sono altre. Chi di speranza vive disperato muore. Si rivolga a un ortodontista.

Scritto da Dott.ssa Anna Bilotta
Cetraro (CS)

Gentile sig.ra Cristina, invito sua sorella alla riflessione di quanto da lei illustrato nella Sua domanda. Recatevi da un medico dentista di vostra fiducia che sarà in grado di risolvere professionalmente il problema di occlusione ed estetica dentale. Distinti saluti.

Scritto da Dott. Diego Bonaudo
Torino (TO)

Nessun rischio, nè in bene, nè in male. Quando sua sorella si sarà stancata ed avrà denti e polpastrelli indolenziti, farà bene a contattare un ortodontista per ottenere finalmente i risultati sperati. Un consiglio: se il problema di sua sorella è quello di evitare i fastidi e l'inestetismo dell'apparecchio ortodontico tradizionale, che si rivolga ad un ortodontista certificato Invisalign, così potrà raddrizzare i suoi denti senza quasi accorgersene. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)

Il metodo è molto simpatico... diciamo che rabbrividisco pensando a tutta la fatica che faccio quotidianamente come ortodontista a sistemare i denti in posizione corretta seconda una miriade di parametri estetici e funzionali.... Dica a sua sorella che i denti potrebbero accusare problemi nel ricevere un trauma continuo con una forza incontrollata come quella del dito.

Scritto da Dott. Francesco Fusaro
Torino (TO)
AOSTA (AO)

Gentile Sig. Martina, dice bene nella Sua richiesta, che reputa una cosa stupida e senza senso. E la Sua paura, è giustificata per i denti della sorella che potrebbero subire dei danni nel loro insediamento osseo. Il perdurare di questo metodo, comporterà  la perdita dei denti. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Angelo Raffaele Izzi
Lainate (MI)

A 29 anni una cura ortodontica è sempre possibile, ed è l'unico modo per correggere il problema: la compressione con le dita, oltre che incongrua e disordinata, è del tutto inutile per il semplice motivo che un dente si sposta soltanto con una pressione leggera e continua (con gli apparecchi mobili l'azione deve superare le sedici ore su 24, con gli apparecchi fissi la pressione è continua, 24 su 24).

Scritto da Dott. Fausto Fumi
Trieste (TS)

La nonna ha inventato l'ortodonzia "digitale", ma temo non funzioni. Segua il consiglio suggerito da tutti i miei colleghi e avrà il risultato sperato. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)

Forse c'è del vero in quello che pensa e si potrebbe perfezionare il metodo: dopo aver ben studiato lo spostamento da effettuare su ogni dente e le forze necessarie e la direzione di queste, lo faccia e ciò durante 24 ore al dì. Se non ha tempo a dedicarci i denti ne soffrirebbero e durante le pause tornerebbero nella direzione iniziale, con grande sofferenza delle radici, che si accorcerebbero.

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)

Sig.Martina, tutto è possibile ma non scientifico, cioè forse ci sarà anche un caso che il sistema ha funzionato, ma questo non è sicuramente ripetibile, soprattutto in bocche con problematiche diverse.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Se ha tempo e voglia di premere sui denti, potrebbe dedicarne anche un po' per andare a vedere se sotto le foglie del cavolo c'è un bambino...... Scherzi a parte certe persone sarebbe decisamente meglio non ascoltarle!

Scritto da Dott. Riccardo Baucia
Castano Primo (MI)
Cavenago di Brianza (MB)

Cara Martina ovvio che uno stress fisico che cambia lo status di tranquillità di un corpo provoca uno spostamento è fisica elementare ma comunque non può controllare uno spostamento se non attraverso apparecchiature apposite.... se tutti si potessero spostare i denti con le dita gli ortodontisti sarebbero senza lavoro distinti saluti

Scritto da Dott. Domenico Aiello
Catanzaro (CZ)