Menu

Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 15

C'è un modo per noi pazienti di conoscere le specializzazioni dei vari medici odontoiatri?

Scritto da MADDALENA / Pubblicato il
Vorrei gentilmente sapere se c'è un modo per noi pazienti di conoscere le specializzazioni dei vari medici odontoiatri e se è preferibile la preparazione della vecchia Laurea in Medicina e chirurgia con specializzazione in odontoiatria o la nuova Laurea in odontoiatria e protesi dentale
La laurea in odontoiatria è già specialistica, quella in medicina e chirurgia no. Sicuramente la preparazione universitaria di una laurea specialistica dedicata è elevata, dopodiché esperienza, aggiornamento personale ecc... possono fare la differenza. Per gli odontoiatri (nuova laurea) non esiste obbligo di specializzazione (come accade attualmente per i medici che vogliano approdare ad una qualunque branca medica) in quanto loro hanno affrontato già un corso di studi specialistico. Esistono Due specialità principalmente: chirurgia stomatologia ed ortodonzia, ma nessuno di questi rende la pratica delle suddette materie esclusiva, in quanto non obbligatori al fine di esercitare. Oltre a questi esistono master e corsi di perfezionamento universitari che preparano ampiamente in tutti i campi dell'odontoiatria. Spero di essere stato un pochetto chiaro. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Francesco Fusaro
Torino (TO)
AOSTA (AO)

Cara Signora Maddalena, per quanto riguarda la Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria, essa è del tutto sovrapponibile ad una specializzazione in Odontoiatria e Protesi Dentaria conseguita da un Laureato in Medicina. Se volessimo sottilizzare lo specialista in Odontoiatria che viene dalla Laurea in Medicina e Chirurgia è, di solito e con le dovute eccezioni, più preparato ad affrontare le urgenze mediche salvavita, come infarti, attacchi gravi di asma, gravi allergie fino allo shock anafilattico, crisi epilettiche, e così via, ma molti Odontoiatri usciti dal corso di Laurea in Odontoiatria hanno fatto corsi proprio per prepararsi per queste eventualità, quindi più o meno, siamo lì! Per quanto riguarda le Specializzazioni, le sole specializzazioni esistenti in Italia sono L'Ortognatodonzia e la Chirurgia Maxillo-Facciale! Anche se piano piano ne stanno nascendo altre come quella in Chirurgia Odontostomatologica,Odontoiatria Pediatrica o Pedodonzia e Odontoiatria Clinica Generale ed altre che stanno o sono appena uscite. Basta che chieda in una Università al Corso di Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria della Facoltà di Medicina e Chirurgia e le sapranno dire tutte quelle esistenti. Tutte le altre, comprese però le specialità citate, rientrano nel bagaglio culturale di ogni Dentista, Ortodonzia compresa e, ripeto le altre citate, badi bene!Però tenga presente che non sempre è il titolo, o l'essere Professore Universitario che conta ma il Dentista , la Persona, la sua Intelligenza e la sua capacità, ovvio poi che il Dentista che conta, fa attività scientifico culturale. Poi certamente se un Dentista vuole affinare la propria preparazione in una data "branca" andrà all'estero dove esistono varie specializzazioni, master universitari che esistono anche, questi ultimi, in Italia e sono eccellenti e segue corsi di aggiornamento soprattutto coi massimi esponenti mondiali, molto dei quali sono Italiani, della materia che più ama!Ecco perchè è importante conoscere il Curriculum Vitae e le Pubblicazioni del proprio Dentista, perchè sono una fotografia della sua attività scientifica e culturale. Basta digitare il nome ed il cognome e la città dove esercita e si trova tutto quello che ha fatto e che fa in campo scientifico ed in campo Culturale Medico ed Odontoiatrico e nella propria specializzazione se ce l'ha, trovando anche il suo sito web che raccoglie tutte le informazioni di Curriculum vitae, Pubblicazioni, attività clinico-scientifico-culturale!Attenzione che per gli Odontoiatri giovani, tale ricerca può essere falsata proprio dall'essere giovani perchè il Web impiega tempo a memorizzare tutto, quindi se una ricerca fosse negativa, ciò non vorrebbe dire inevitabilmente che quel giovane Dentista non faccia attività scientifico - culturale. Lo dico per correttezza e per amor di verità!.Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

E' indispensabile che il dottore in "questione" sia iscritto ed abilitato all'albo dei medici-chirurghi e/o degli odontoiatri.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)

Dal momento che la privacy in questo campo non esiste, si rivolga all' Ordine dei Medici del suo capoluogo di provincia e potrà avere la lista dei dentisti laureati, specializzati, iscritti. Deciderà poi lei a chi affidarsi tenendo presente che la vecchia laurea con specializzazione ha prodotto operatori validi e non e la nuova laurea idem. In linea di massima i pazienti si passano informazioni sui professionisti che li curano o li hanno curati. Non conosce nessuno nella sua città? In questo sito, se non volesse rivolgersi all' Ordine, può trovare esaustive informazioni sui professionisti della sua zona.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Emma Castagnari
Torino (TO)

Gentile Maddalena, di già la laurea in odontoiatria e protesi dentaria implica una conoscenza approfondita e a 360° dell'odontoiatria e con questa affermazione penso di averle dato una risposta esauriente. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)

Sig. Maddalena, oggi esistono ufficialmente solo 2 specializzazioni per odontoiatri che sono la chirurgia e l'ortodonzia, senza nulla vietare a dei semplici odontoiatri di praticare le suddette specialità con esperienze e competenze anche maggiori di chi possiede il titolo specialistico. Le faccio un banalissimo esempio, ci sono professionisti che praticano da oltre 20 anni l'ortodonzia, che hanno contribuito ad approfondire letteratura e ricerca scientifica, che non possiedono il titolo di specialista, come allo stesso modo ritroviamo giovani odontoiatri specialisti in ortodonzia con grande cultura specialistica, ma con limitata esperienza. Non è cosi raro ritrovare odontoiatri specialisti in chirurgia, che correttamente accompagnano il loro paziente in ambiente ospedaliero per avulsioni particolari, perchè loro hanno approfondito le loro capacità nella chirurgia implantare. Concludo, che è d'importanza fondamentale controllare: che il professionista, che opera su di noi, sia iscritto all'ordine dei medici, poi mi sento di consigliare di affidarsi sempre a delle mani esperte, che potrebbero anche essere quelle di un semplice medico chirurgo iscritto all'università prima del 1979.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

La condizione necessaria e' che chi lavora come odontoiatra sia laureato, cioè' non sia uno che esercita la professione abusivamente; io diffiderei anche di quei "centri" dove c'e' annesso anche un laboratorio odontotecnico ; poi va un po' a fortuna e a tam tam; credo anche poco ai curricula perche' ne ho viste di tutti i colori

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Gentile Signora, come le è stato ampiamente suggerito, lei si accerti essenzialmente che le mani a cui si affiderà appartengano ad un laureato, iscritto regolarmente all'albo dei medici chirurghi ed odontoiatri italiani. Si accerti che sia il titolare della laurea ad operare su di lei e non qualche non meglio definito, 'socio', ed a questo punto lei già potrà essere più tranquilla. Quanto alla differenza fra laurea in medicina ed odontoiatria ho conosciuto, sia tra gli appartenenti all'una che all'altra categoria, professionisti bravissimi ma anche molti somari, si affidi quindi alla 'vox populi' che è il miglior giudice sulla abilità di un professionista e stia tranquilla. Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Quarta
Parma (PR)

Non c'è nessuna possibilità di sapere in cosa uno è più bravo o specializzato a parte la chirurgia e l'ortodonzia

Scritto da Dott. Alessio Battistini
La Spezia (SP)

Gentile signora, essenziale è l'iscrizione all'Albo; deve sapere inoltre che esistono dei corsi post-laurea sia privati che universitari. Ad esempio io ho seguito il corso annuale di Endodonzia del Prof. Castellucci e con orgoglio ho appeso l'attestato in bella mostra; se organizzati da docenti seri questi corsi valgono come una specializzazione

Scritto da Dott.ssa Elisabetta Farnararo
Fiesole (FI)

Chi le risponde è medico chirurgo (vecchia laurea), senza il conseguimento di alcun diploma di specializzazione. Esercito esclusivamente l'odontoiatria da sempre. Ho dedicato e dedito tuttora parte del mio tempo in aggiornamento professionale. Mi dedico in particolare all'implantologia, in particolare quella "avanzata", difficile, quella in cui gli altri implantologi rinunciano, all'implantoprotesi e alla gnatologia. Mi definisco quindi IMPLANTOLOGO e GNATOLOGO. -------------------------------------------------- Questa è, in realtà, la fotografia della situazione odontoiatrica italiana. A parte lo specializzato in chirurgia maxillo-facciale (che NON PUO' esercitare l'odontoiatria a meno che la sua "vecchia laurea" non gli consenta di farlo, e lo specializzato in ortognatodonzia, NESSUN ALTRO può legittimamente fregiarsi del titolo di "specializzato". -------------------------------------------------- Venendo alla domanda se è preferibile il medico "con la vecchia laurea" o l'odontoiatra con la "nuova laurea", le rispondo che non tutte le università preparano con la stessa efficacia i propri laureati. Ottima, veramente ottima quella di Torino; poi conosco due esempi (che non cito) di pessime università, una al nord e una al sud, che preparano perfetti incompetenti. Questo ho potuto verificarlo di persona, trovandomi a formare nel mio studio dei giovani collaboratori laureatisi in queste università. -------------------------------------------------- Il futuro inevitabile è comunque per i laureati in odontoiatria: i medici esercitanti l'odontoiatria sono una razza destinata a scomparire, come i dinosauri. Questo non toglie che possano ancora offrire molto all'odontoiatria attuale. -------------------------------------------------- Scelga quindi un laureato BRAVO e CAPACE. Ci sono degli scarponi sia con la vecchia laurea che con la nuova, che bravissimi straordinari professionisti con la laurea odontoiatrica, ma anche con la laurea in medicina, indipendentemente dal conseguimento della specializzazione.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sergio Formentelli
Mondovì (CN)

Gentile Maddalena, questa è davvero una bella domanda, che tra l'altro ci si pone tutti i giorni.. E' indubbio che un laureato e medicina e chirurgia abbia una competenza sul corpo umano decisamente superiore per fatti evidenti, per lunghezza di Corso e per impostazione degli studi. A questo si aggiunge una specializzazione triennale (durata dell'Odontostomatologia fino al 1993, anno di ultimo anno in questo senso, per accogliere una direttiva comunitaria). La figura del medico, in questo senso, è solo del laureato in medicina. I medici fanno capo all'Ordine dei Medici, che redige un apposito libro solo per citare le figure professionali con relative specializzazioni. Per "Specializzazione" si intende un corso universitario che porta l'omonima dicitura, riservato ai soli laureati in medicina e chirurgia (es.: cardiologia, dermatologia, otorinolaringoiatria, ecc.). Per quanto riguarda la figura dell'odontoiatra, compie gli studi in cinque anni, e tra poco in sei, almeno a Palermo, con un biennio generale e un triennio specialistico in odontoiatria. Per loro non sono previste specializzazioni, ad eccezione dell'ortognatodonzia, e questo è corretto, perché la loro laurea è già "specialistica". Possono invece "perfezionarsi" presso le università mediante master in , per es., implantologia, laser terapia applicata alla patologia orale, ecc. Anche per quanto riguarda la medicina estetica, per gli odontoiatri è permesso il solo territorio periorale, mentre un medico può intervenire sull'intera faccia e collo, per esempio. Con l'ingresso degli Odontoiatri nell'Ordine dei Medici, questo Ordine si chiama oggi "dei Medici e degli Odontoiatri". Un Odontostomatologo si chiama pure Odontoiatra, ma secondo me è estensivo chiamare "medico " un odontoiatra, perché non è abilitato ad intervenire sull'intera persona, come invece un laureato in medicina. Su questo tema c'è un pò di confusione, anche perché gli odontoiatri hanno interesse a far riconoscere - giustamente- la loro figura professionale. D'altra parte, anche se in modo locale, anche l'odontoiatra "cura" la persona. Io credo che l'abilitazione professionale - esame di stato che si sostiene dopo la laurea- dovrebbe togliere ogni dubbio sui compiti e le denominazioni da attribuire a questi due tipi di laureati, i medici e gli odontoiatri. Cordiali saluti dr.Maria Grazia Di Palermo, Odontostomatologo
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)

Gentile signora, dal sito internet della Fnomceo (Federazione Nazionale Medici Chirurghi ed Odontoiatri) http://portale.fnomceo.it/PortaleFnomceo/home.2puntOT nella sezione "ricerca anagrafica" può verificare quale siano i titoli, ovvero la formazione universitaria di un dentista abilitato; è un modo immediato e sicuro per i pazienti per verificare che il loro dentista sia abilitato, se non è su questo registro significa che non lo è! I dentisti abilitati possono essere laureati in Medicina e chirurgia o, da quando c'è la laurea in Odontoiatria, in Odontoiatria e protesi dentaria. Gli odontoiatri possono essere specializzati a livello universitario in Ortognatodonzia o in Chirurgia orale; per il resto le aree di maggiore competenza del dentista sono legate alla sua formazione professionale anche tramite corsi e approfondimento personale. I titoli di specializzazione sono indicati sull'anagrafica del professionista dal sito che le ho indicato. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Stefania Mazzitelli
Como (CO)

Gentile Signora Maddalena, certo che e' possibile basta collegarsi al sito dell'ordine dei Medici della propria provincia dove trova il tipo di laurea ed eventuali specializzazioni. La formazione professionale dell'Odontoiatra e' indubbiamente più specifica in quanto oltre ad avere una preparazione medica il corso di laurea e' specifico per lo svolgimento della professione dell'Odontoiatra. Per quanto riguarda meglio/peggio le posso dire che ho visto laureati in Medicina scappare per un semplice svenimento e laureti in Odontoiatria gestire problemi cardiaci importanti....dipende sempre dalla formazione del medico. Dico medico perché anche l'Odontoiatra e' un medico, si, e' il medico dell'apparato stomatognatico degli esseri umani e non dei cavalli. Buona giornata
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giancarlo Dettori
Sassari (SS)

Cara Maddalena innanzi tutto la laurea in odontoiatria è già specializzante per fare tutte le branche odontoiatriche, tuttavia il che è oramai superato dalle superspecializzazioni. le branche principali dell'odontoiatria sono: parodontologia, protesi, conservativa, endodonzia, chirurgia, implantologia, ortodonzia, gnatologia, pedodonzia. di tutte queste solo 2 possiedono una specializzazione non medica della durata di 3 anni e sono la chirurgia e l'ortodonzia. si progetta di svilupparne altre 2 una in pedodonzia e una in odontoiatria generale, tutte le altre branche hanno master o corsi. il fatto che ci siano ancora molti odontoiatri "praticoni" cioè che si occupano un po' di tutto è deleterio per la salute del paziente e questa ideologia che chi pratica da più tempo una branca è più bravo di chi si specializza è totalmente assurda. gli specializzandi in ortodonzia e chirurgia hanno un modo di agire che nessuno può avere assunto per conto suo perchè vengono inquadrati a fare una singola branca o al massimo due. comunque sul sito dell'ordine dei medici è visibile la data di laurea ed eventuali specializzazioni del suo dentista. diffidi di chi non ha delle specializzazioni perchè potrebbe trovare delle persone che si improvvisano a fare una determinata branca che non sono in grado di fare distinti saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Domenico Aiello
Catanzaro (CZ)