Menu

Domanda di ortodonzia

Risposte pubblicate: 5

In Sardegna mettere l'apparecchio è mutuabile?

Scritto da Erika / Pubblicato il
Salve a tutti, sono una ragazza di 21 anni, con un problema di sovraffollamento dell'arcata dentale, purtroppo per problemi economici, non ho mai potuto mettere l'apparecchio, ed avere i denti storti per me è causa di grave disagio. La mia domanda era quindi, se in Sardegna, mettere l'apparecchio è mutuabile. Scrivo qui in quanto in vari anni di domande nessuno mi ha mai saputo rispondere, confido che in questo sito ci siano persone più informate a riguardo, in quanto il mio desiderio più grande è poter sorridere senza dovermi vergognare! Grazie in anticipo per le risposte che arriveranno, un saluto.
Cara Signora Erika, buongiorno. Penso di no ma potrei sbagliare, essendo un Professionista che esercita la Libera Professione Privata. Nessuno le ha saputo rispondere. Non è possibile. Deve chiedere alla Direzione della ASL di Cagliari, Le sanno rispondere sicuramente!Oppure può chiedere ad un Dentista convenzionato della ASL o con la ASL! Il problema è che, aspettando aspettando, è arrivata a 21 anni senza Terapia. Se la Disgnazia è Dento Dentale, si può fare tutto quello che si vuole ma se fosse Dento Scheletrica, deve sapere che se fosse Scheletrica, la "saldatura" delle suture ossee pterigo-mascellari è un processo che avviene intorno ai 7 anni circa e anche prima e la sutura palatina media si chiude solitamente intorno ai 12, 13 anni nelle bambine e ai 13, 14 anni nei bambini. Quindi prima si inizia la terapia espansiva e meglio è. Anche intorno ai 5 anni. Lei ne ha 21! Ovviamente anche in un adulto è possibile espandere il palato attuando una frattura della sutura palatina. Dal punto di vista scheletrico è quindi necessario, nell'adulto, attuare un intervento chirurgico per espandere poi il palato.Ovvio che se ci si accontentasse di agire solo sui denti e non sullo scheletro, si potrebbe usare l'espansore senza intervento. Sarebbe però un compromesso spesso non accettabile ed in ogni caso da decidere solo dopo un esame cefalometrico completo, a tavolino e tanto altri accertamenti ortodontici. In particolare è necesaria un'anamnesi delle abitudini viziate come la presenza di respirazione orale la posizione che assume la lingua durante la deglutizione o le proporzioni e i rapporti reciproci dei vari componenti del sistema scheletrico in particolare palato ogivale, over Jet ed Over Bite, Dimensione Verticale etc . Bisogna valutare bene lo spessore del tavolato osseo vestibolare , la presenza di adeguata solida banda di gengiva aderente perché lo spostamento per "rotazione sul fulcro del dente, disloca in fuori, vestibolarmente, l'apice del dente stesso ed ho visto purtroppo troppe Recessioni gravissime con deiscenze ossee solo perché l'Ortodontista non aveva considerato queste valutazioni! La Chirurgia Ortognatica in alcune ASL (Torino, Verona per esempio (almeno mi risulta) del continente viene praticata in Ospedali con l'assistenza medica "normale" come un qualsiasi altro intervento ma non so se poi la potrebbero seguire anche Ortodonticamente, questo se fosse una Disgnazia Scheletrica. La Fiducia nel Suo Dentista l'ha persa per strada? Parli con Lui, si Confidi. Nessuno più del Suo Dentista ha a cuore la sua salute, non crede? Animo! Si apra con il Suo Odontoiatra! Le saprà dare tutte le informazioni che vuole! Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Gentile Sig.ra Erika, deve chiedere alla sua ASL. Comunque non penso che rientri nei livelli essenziali di assistenza, soprattutto perché ormai è adulta. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)

Sig. Erika, si può sorridere senza vergognarsi anche con i denti non perfettamente allineati, l'importante che siano sani. Se il SSN contribuisse anche alle cure ortodontiche degli adulti i poveri contribuenti come me si vedrebbero prelevare altre cifre non indifferenti, che a sua volta dovremmo riversare sulle parcelle che applichiamo ai cittadini, aumentando ancor di più i costi, sarebbe un disastro nel già disastro attuale. Sorrida pensando che i denti non diritti sono una nostra caratteristica e fortunatamente non sono nemmeno una brutta malattia.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

L'ortodonzia non è mutuabile alla sua età in tutta l'Italia. Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)

Cara Erika, purtroppo mettere l'apparecchio in Sardegna non è piu' mutuabile da tanti anni,neanche in caso di problemi ortodontici gravi. La Regione Sardegna non ha rifinanziato la legge in vigore negli anni novanta che prevedeva ,per i pazienti con problemi ortodontici documentati e certificati dallo specialista, il rimborso indiretto x le Cure Ortodontiche. Cari Saluti.

Scritto da Dott.ssa Marisa Manca
Carbonia (CI)