Menu

Domanda di Implantologia

Risposte pubblicate: 19

Lavando i denti, la corona si è staccata

Scritto da Andrea / Pubblicato il
A mio figlio (20 anni) è stata montata da un medico chirurgo dentista una corona in zirconio ceramica su impianto 12 (così leggo sulla dichiarazione di conformità del laboratorio odotontotecnico che ha realizzato la corona). In termini più semplici l'impianto era stato effettuato per realizzare l'incisivo laterale superiore mancante congenitamente, dopo vari anni di ortodonzia (gli ultimi due circa con il sistema invisalign). Il fatto: a distanza di pochissimi giorni dal montaggio della corona (circa 5/6 gg) lavando i denti, in bagno su un lavabo, la corona si è staccata ed è finita nelle tubazioni di scarico del bagno stesso. Nelle 24 ore successive è stata recuperata da un idraulico nella parte terminale dell'impianto di scarico. Il dentista di cui sopra ha quindi in una seduta unica ricevuto da mio figlio la corona recuperata (nello scarico / fognatura) ed ha quindi provveduto ha fissarla nuovamente. Mio figlio (ed io) non abbiamo avuto spiegazioni od altre notizie salvo che il cemento prima "non era forte" e dopo che "era molto forte". La domanda: devo restare in attesa di maggiori spiegazioni da parte del dentista, devo esigerle prima di saldare la prestazione già pagata al 100% per l'impianto e anticipata al 60% per la corona, oppure è stato un evento banale del tutto di routine su cui non pignoleggare. Sono molto molto perplesso ovviamente sul tutto ma in particolare sul fatto che la corona non sia stata nè rinviata al laboratorio per verificarne lo stato, se non altro della superficie, nè è stata sottoposta ad un intervento di "pulizia/sterilizzazione" stante il posto dove era finita. Come ultima informazione: il costo totale è di Euro 3.600 circa.
Gentile Sig. Andrea, purtroppo, si tratta di eventi che ci si augura che non succedano e, cmq, l'importante che il suo dentista ha provveduto a cementare la corona sull'impianto del 1.2 con un cemento appropriato. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)

D'accordo sulle riserve sul lato igienico. Quanto al distacco, se il cemento era definitivo e non provvisorio, non fa sperare bene per il futuro. Ma qualche difetto di cementazione può capitare sempre. Alle volte si mette un cemento provvisorio e si aspetta per verificare nei giorni successivi se il colore è ok etc. Ma in questo caso si avverte con chiarezza che la cementazione è leggera. E c'è sempre il rischio che si stacchi.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

Gentile Andrea, è probabile che inizialmente sia stato usato un cemento provvisorio da sostituire con uno definitivo a breve distanza di tempo. E' probabile che ci sia stata poca comunicazione altrimenti non si sarebbe preoccupato del distacco. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)

Caro signor Andrea, si faccia spiegare tutto e bene dal Dentista, in termini comprensibili e perchè la corona era cementata prima con un cemento provvisorio se la corona aveva evidentemente una tenuta scarsa evidentemente per difetti di preparazione protesica del moncone e di parallelismo delle sue superfici!Non ci sarebbe dovuto essere questo difetto e, se ci fosse stato e lo avesse il dentista trovato accettabile, avrebbe dovuto cementare con cemento definitivo subito, anche se rimango perplesso perchè una corona su un monvcone realizzato bene, tiene già per frizione. Non è solo il cemento che deve tenere! Quindi la cosa più seria sarebbe quella di rifare la cappetta del moncone e la corona. Ma a distanza non posso certo giudicare, è solo una considerazione che scaturisce da quanto lei scrive, quindi potrebbe essere sbagliata! Ma lei chiede ed io rispondo!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Probabilmente il suo dentista ha voluto tenere "in prova" la corona con un cemento provvisorio,è una cosa che si fa comunicandolo al paziente; ipotizzo che la protesi non ha subito danneggiamenti, sulla mancata "pulizia" non so che dirle...

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)

Il cemento da fissaggio è per i denti ciò che il fusibile è per l'impianto elettrico, cioè deve unire due cose di fatto separate ( il moncone e la corona protesica) ma deve (la corona) poter essere rimossa in caso di problemi, e in caso di qualsiasi "sovraccarico", non si deve rompere la corona, e non si deve rompere il moncone, ma si deve staccare il dente. Sulla base di questo assioma che sfido chiunque a contraddire, non si può fissare la corona con un cemento "indecementabile" senza prima aver fatto fare alla corona un giusto periodo di "rodaggio". La cosa strana, semmai, è che il dentista non abbia dato la giusta enfasi alla limitata tenuta del primo cemento, o "provvisorio". Poi possiamo discutere in lungo e in largo della più o meno disinfezione della corona (3 minuti in acqua ossigenata possono essere assolutamente sufficienti) o sul controllo di eventuali danni alla corona (10 secondi attraverso la luce passante della poltrona dirimono su eventuali crepe nella ceramica). Mi auguro che comunque tutte queste cose adesso facciano parte del passato. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)

Gentile Sig. Andrea, che Lei saldi o meno l'onorario al collega è una condizione prettamente commerciale. In merito alla professionalità  anche se Lei salda il compenso dovuto, il professionista è garante del Suo operato. Ritengo che la corona l'abbia almeno disinfettata a freddo prima di ricementarla!!! L'evento del distacco della corona può essere dovuto ad un cemento non idoneo per la zirconia, che deve essere specifico come spero abbia ripristinato il collega. L'informativa è di base, chieda spiegazioni al curante, non per diffidenza, ma per comprensione a ciò che Vi viene svolto. Cordialmente. Dott. Angelo Raffaele Izzi
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo Raffaele Izzi
Lainate (MI)

In genere le corone su impianto stanno su anche con cemento provvisorio.Forse era meglio rifarla, ma sarà il collega che valuterà cosa è meglio fare... Dott. Angelo Beghini Cassano D'Adda MI e Comazzo LO

Scritto da Dott. Angelo Beghini
Cassano d'Adda (MI)

Signor Andrea, come lei stesso dice, si è trattato di "un evento banale del tutto di routine su cui non pignoleggare"! Per quanto riguarda invece la nuova applicazione della corona protesica, avvenuta senza che essa sia stata disinfettata dal dottore prima del suo nuovo riposizionamento, mi sembra una cattiva leggerezza! Riguardo invece all'onorario, questo mi sembra un po' caro se si riferisce solamente all'impianto con corona, altrimenti mi sembra eccessivamente economico se si riferisce anche ai due anni di terapia ortodontica con il sistema Invisalign. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)

Signor Andrea, le corone su impianti e no si possono staccare non sono inchiodate. Per quel che riguarda le sue perplessità circa il riutilizzo della corona, perchè non le ha poste al suo dentista? sarebbe stata la cosa più giusta. non ha senso dopo pensare di non saldare il lavoro. E' scorretto farlo e anche pensarlo.

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Rocchi
Roma (RM)

Gentile sig. Andrea, sul fatto di detergere accuratamente la corona concordo con lei, ma non per i preventivo di tutto rispetto, ma per il fatto che qualsiasi cosa che va in bocca va normalmente = di routine consegnata all'assistente che provvede a metterla in disinfezione, specie quando passa dal laboratorio o riposa sul tray che si utilizza di norma per la visita. L'igiene non è un'opinione, è una necessità...ma anche un rispetto per la persona; per quanto riguarda infine il fatto che la corona si sia staccata, stia a vedere cosa succede nel tempo, cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)

Spesso le corone definitive vengono cementate con cemento provvisorio e pertanto l'accaduto può starci. In merito all'integrità della corona il suo dentista dovrebbe averla osservata (credo e spero), ma per questo non c'è necessità di rinviare il manufatto protesico in laboratorio. Per quanto concerne la pulizia della corona devo ammettere che sarebbe stato opportuno disinfettare la corona prima di ricementarla. Concludendo non sarei troppo critico con il dentista, ma attenderei di vedere che ciò non succeda più. Per quanto riguarda il saldo della prestazione sarebbe opportuno provvedere comunque anche perché altrimenti il suo dentista potrebbe supporre che l'accaduto venga assunto unicamente al fine di evitare il pagamento.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)

Sig. Andrea è andata così, sicuramente un’accurata pulizia sarà stata eseguita da lei e dall'idraulico dopo il ritrovamento. Controlli se chi opera su di lei, è iscritto all'ordine dei medici.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Verosimilmente il cemento era provvisorio e si usa frequentemente inizialmente ed a volte anche nel tempo successivo. La verifica dell'integrità la può eseguire l'odontoiatra oltre che la disinfezione, cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Treviso (TV)

La mia perplessità più grande riguarda il lato igienico, per il resto dubito che ci siano state alterazioni del manufatto per via del tragitto inconsueto. Il distacco per quanto spiacevole può capitare negli studi di tutti. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Orazio Ischia
Lipari (ME)

Concordo con lei sulle perplessità dal lato igienico. L'unica spiegazione sulla decementazione della corona può essere che la stessa era stata fissata con un cemento provvisorio. Si faccia dare, comunque, spiegazioni esaustive.

Scritto da Dott. Giuseppe Barassi
Torremaggiore (FG)

Caro paziente a me sembra che lei e il suo dentista non abbiate instaurato una buona comunicazione, nonostante le lunghe cure. Dovreste ormai essere abbastanza in confidenza per poter parlare tra di voi di questi dubbi. Il fatto che un cemento provvisorio ceda e' possibile, ma in genere se il lavoro e' preciso e viene consegnato dopo aver fatto tutte le verifiche di stabilità' tra le vsrie componenti e nella funzione masticatoria il cemento non deve cedere. Personalmente non amo cementsre con crmenti definitivi le corone su impianti, soprattutto se si trstta di zirconio e le assicuro che non si staccano comunque grazie alla precisione della preparazione del moncone e della struttura della corona. Certo rra necessario disinfrttare accurstamente la corona prima di ricementarla, se non altro per essere sicuri che il cemento attecchisca bene ad una superficie perfettamdnte pulita e poi e soprattutto per motivi di igiene che sono alla base di tutto. Le consiglio di saldare il lavoro e di stard tranquillo perche con il suo certificato di conformita' allegato alla fattura del saldo lei ha in mano una garanzia che per 5 anni la sua corona, salvo un errato uso da parte del paziente, deve funzionare correttamente. Con tutyi i soldi chr ha speso,e mi sembrano non affatto pochi, non puo' negarsi il diritto ad una garanzia. Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Anna Bilotta
Cetraro (CS)

Salve, concordo sulla mancata comunicazione. Io personalmente cemento sempre provvisorie le corone su impianti ma non per questo si staccano. Talvolta il distacco può capitare, escludendo il discorso igienico, valuti la situazione, se la corona non darà più problemi non vedo perchè non dovrebbe saldare il lavoro.

Scritto da Dott. Francesco Fusaro
Torino (TO)
AOSTA (AO)

Caro Andrea sicuramente era fissata con del cemento provvisorio che non è strutturato come il cemento definitivo, l'unico punto interrogativo è la sterilizzazione della corona che andava fatta obbligatoriamente, anche se la bocca è piena di batteri le tubature sicuramente sono deleterie da questo punto di vista dovrebbe chiedere maggiori spiegazioni distinti saluti

Scritto da Dott. Domenico Aiello
Catanzaro (CZ)