Menu

Domanda di implantologia

Risposte pubblicate: 21

Quanto tempo dovrebbe trascorrere perchè ci sia una sufficiente osteointegrazione dal posizionamento dell'impianto?

Scritto da Giuliana / Pubblicato il
Buongiorno, ho inserito un impianto (secondo premolare superiore sinistro) il 9 dicembre 2010, il mio dentista mi ha detto che già il 17 gennaio possiamo procedere col prendere l'impronta per il nuovo dente; mi chiedevo se non fosse ancora un pò presto per posizionare la nuova corona. Quanto tempo dovrebbe trascorrere perchè ci sia stata una sufficiente osteointegrazione dal posizionamento dell'impianto? Personalmente credevo ci volessero anche più di due mesi. Aggiungo che fino ad oggi l'impianto non mi ha dato problemi. Grazie mille e cordiali saluti.
Gentile Sig.ra Giuliana, normalmente occorrono da 4 a 6 mesi per l'osteointegrazione degli impianti, ma, non conoscendo nè il tipo di osso, nè la metodica utilizzata dal collega ritengo che i tempi proposti abbiano un fondamento. Ponga la domanda al suo dentista. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)

Gentile Giuliana, il tempo di attesa dipende dal tipo di impianto inserito pertanto le consiglio di seguire le decisioni del suo implantologo. Personalmente preferisco attendere almeno tre mesi per impianti in mandibola prima di procedere con la fase protesica, ma ognuno si regola come crede in base al tipo di impianto e alla tecnica utilizzata. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)

Gentile Signora,si fidi del suo curante che conosce meglio di noi il suo caso; per completezza le dico che si pratica anche il carico immediato che ci permette di inserire gli impianti e di "caricarli" ovvero di fissarvi sopra le corone provvisorie o la dentiera definitiva nel caso di un paziente privo di denti, nella stessa seduta o entro 24-48 ore dall’intervento.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)

Giuliana130111.JPG
Cara Signora Giuliana, sinceramente devo farle alcune "annotazioni" per le quali mi scuso! O il suo Dentista non le ha dato le dovute spiegazioni e sottolineo "DOVUTE" perchè fanno parte di una forma mentis professionale e culturale che ogni dentista deve avere oppure lei non si fida del suo Dentista e cerca altrove conferme! In ogni caso c'è qualcosa che non va nel vostro rapporto di stima e fiducia, Medico-Paziente, fondamentale per l'esito di una terapia non solo Odontoiatrica ma Medica di qualsiasi tipo! Non mi stancherò mai dal ripeterlo fino all'inverosimile: ci deve essere fiducia piena col proprio Dentista ed il Dentista deve avere fiducia piena nel suo paziente. Questa si chiama Rispetto e Lealtà! Lei sta tradendo questi sentimenti essenziali! Se io sapessi che un mio paziente andasse a chiedere a de4stra e a manca e sul web conferme su mie decisioni, lo rifiuterei subito! Non sarebbe più il mio paziente! Quindi le consiglio di chiedere a Lui e le consiglio caldamente di rivedere dentro se stessa il suo "rapporto" col suo Dentista per chiarire con se stessa il grado di Stima e di Fiducia che ha! Se fosse molto basso le consiglio di esternarlo al suo Dentista e di cambiare Dentista perchè lei evidentemente non meriterebbe di essere paziente di quel dentista!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Gentile paziente esistono in commercio impianti dentali con superfici tecnologicamente avanzate, che garantiscono una precoce osteointegrazione, sono le ferrari degli impianti. Tutto qui,poi volendo l'antico adagio che chi va piano va sano e lontano è sempre da tenere presente. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Orazio Ischia
Lipari (ME)

Come si e' fidata del suo dentista per l'intervento di posizionamento dell'impianto si fidi anche per i passaggi successivi Cordiali saluti

Scritto da Dott. Paolo Vavassori
Stezzano (BG)

Signora carissima, non mi sembra che lei stia chiedendo un consiglio nella sua domanda ma lumi sull'operato di un collega e questo credo alla comunità di Dentisti Italia non faccia piacere.La risposta del collega Petti è stata più che esaustiva. Non stiamo qui a criticare se un lavoro deve essere eseguito in un modo o nell'altro, ognuno di noi in base alle proprie formazioni scientifiche agisce ed opera come crede opportuno. Dott. Polito Vincenzo Odontoiatra Ariano Irpino Av

Scritto da Dott. Vincenzo Polito
Ariano Irpino (AV)

Gentile signora, per esperienza personale, le dico che non è molto importante il tipo di impianto inserito, ma la qualità dell'osso. Se il suo dentista le ha proposto il carico precoce dell'impianto avrà certamente fatto i dovuti accertamenti. Si fidi dell'operato del collega anche perchè immagino che lei si sia rivolta a lui con fiducia e non mi sembra proprio che lui l'abbia tradita. Cordialmente

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Rocchi
Roma (RM)

Cara signora i tempi di integrazione fondamentalmente dipendono dal tipo di impianto e dalla consistenza dell'osso.L'unico che è in grado di decidere quali sono i tempi giusti è il suo dentista che ha eseguito l'intervento.Non abbia alcun timore. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Piero Puppo
Imperia (IM)

Salve signora Giuliana. Si fidi del suo dentista. Non credo che i nostri consigli possano darle maggiori certezze! Ha inserito l'impianto, non ha avvertito ad oggi alcun dolore.. questo è sufficiente per avere fiducia. Cordialmente, Gianluigi Renda

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

Sig. Giuliana, quando un odontoiatra iscritto all'ordine prende una decisione si assume anche le sue responsabilità, per cui va ascoltato, se ci fossero delle complicanze lui sicuramente le saprà affrontare.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Il periodo che trascorre tra l'inserimento dell'impianto ed il suo carico con una protesi fissa -come nel suo caso- dipende dalla forza esercitata nell'inserirlo (e, quindi, dalla consistenza dell'osso in quella sede): probabilmente il dentista ha riscontrato una densità ossea considerevole, tale da giustificarne, forse, già il carico immediato: quindi, tutto OK

Scritto da Dott. Fausto Fumi
Trieste (TS)

Cara Giuliana, posizionare un impianto implica aver fatto delle valutazioni a priori quindi credo che se il collega che la segue ha preso determinate decisioni, significa che il campo postoperatorio presenta una condizione ottimale. Si fidi di lui. Cordiali saluti

Scritto da Dott.ssa Annalisa Ciriello
Vigonza (PD)

La risposta e' a seconda della posizione e della qualita' dell'osso cosa che va valutata di volta in volta da caso a caso, in medicina la regola è prima la diagnosi e poi la prognosi !!! lo stesso impianto puo' essere caricato immediatamente in zona mentoniera come dopo 6 mesi nello stesso individuo, si tratta di una valutazione multifattoriale

Scritto da Dott. Riccardo Costa
Milano (MI)

Sig.ra il mio consiglio ( eseguo implantolgia osteointegrata dal 1999) è quello di aspettare almeno 7 (sette ) mesi, per essere sicura che l'osso si è completamente riformato; esso si riforma per seconda intenzione , partendo dall'apice, per gettate successive ed impiega almeno sette mesi o più per assumere la consistenza dell'osso che circonda l'alveolo postestrattivo e quindi dare sicurezza dell'assenza di deiscenza dell'impianto; nel frattempo se Lei vuole può benissimo applicare una protesi in nylon ( valplast ) rimovibile, che è molto comoda e praticamente invisibile ( non ci sono ganci, ma si applica a pressione ).
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Leonardo Manfrin
Moglia (MN)

Cara signora, nei numerosi corsi che ho frequentato ho avuto occasione di ascoltare illustri ricercatori che avevano sperimentalmente verificato l'andamento della guarigione dell'osso intorno all'impianto. alcuni articoli riportano che nelle prime settimane prevale il "riassorbimento", dopo la terza inizia il "consolidamento", che dopo 6 settimane può essere sufficiente a sopportare il carico (un tempo la "regola" era aspettare 6 mesi, poi scesi a 3 per gli impianti mandibolari...). Altri relatori hanno valutato che impianti con superfici particolari possono accelerare questi processi. ora la ricerca è una cosa, la clinica un'altra. se in ricerca una percentuale di insuccessi del 4% può essere considerata ottima, in clinica, se in quel 4% ricade proprio il Suo impianto, la sensazione per lei è di avere un insuccesso del 100%.... per questo motivo si tende a aumentare i tempi di attesa prima di caricare gli impianti. Evidentemente il Suo dentista ha valutato che la qualità del Suo osso, il tipo di impianto usato e il tipo di carico protesico che verrà sopportato dal suo impianto sono compatibili con un carico a 40 giorni e visto che non ha alcun interesse a rischiare un insuccesso per accelerare i tempi vuol dire che lo può fare in sicurezza...
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Attilio Venerucci
Finale Ligure (SV)

Gentile sig.ra Giuliana, normalmente l'osteointegrazione impiega almeno tre mesi per completarsi, e consta di diverse fasi, e questo "particolare" deve essere ben presente quando l'impianto viene proposto come scelta tra le varie che possono esserci. La invito quindi a chiedere al suo dentista in merito, perché a seconda della tipologia di impianto possono variare i tempi. Cordiali saluti

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)

Cara Signora mi trovo completamente daccordo con i colleghi che hanno messo in dubbio il rapporto medico-paziente in atto in questo momento. L'operato del suo dentista non può essere messo in dubbio da altri colleghi che a distanza non hanno i mezzi per poter giudicare. Grazie per l'attenzione Dott. Gibilisco Salvatore - Solarino(Sr)

Scritto da Dott. Salvatore Gibilisco
Solarino (SR)

Gent. Sig.ra, esistono moltissimi tipi di impianti e diverse tecniche implantologiche. Ogni caso deve essere studiato e programmato con la tecnica più adatta. Esiste anche il carico immediato che prevede la protesizzazione immediata o quasi. Se il suo medico le ha proposto di caricarlo e lei ha fiducia in lui, lo faccia con tranquillità. Io, personalmente non gradisco molto il carico immediato e preferisco avere un tempo di osteointegrazione più lungo.

Scritto da Dott. Riccardo Baucia
Castano Primo (MI)
Cavenago di Brianza (MB)

Cara Giuliana l'osteointegrazione implantare varia molto da tipo a tipo di impianto anche se gli impianti classici richiedono almeno 3 mesi per integrare. Chieda delucidazioni al suo dentista, distinti saluti

Scritto da Dott. Domenico Aiello
Catanzaro (CZ)

Cara Signora Luciana, quando si parla di Osteointegrazione, si vuole intendere il tempo necessario che occorre alle cellule ossee di integrarsi all'impianto, tale da creare un'intimo contatto. La bibliografia internazionale di grandi onorevoli fautori ci insegna che occorrerebbero circa sei mesi per il mascellare superiore e quattro per la mandibola inferiore. Ma queste non sono delle vere e proprie regole, nel senso che si dovrebbe parlare di "Tempi di carico" ossia il tempo tecnico che occorre per caricare un impianto con il relativo moncone. A questo punto, si dovrebbe parlare prima a quale tecnica implantare lei è stata sottoposta???? Ci sono svariate tecniche in Chirurgia Implantare, variabili tra esse, e dettate dalla quantità di osso disponibile, dalla Qualità o (Densità ossea). Tecnica a carico immediato; Tecnica a carico precoce; tecnica a carico ritardato; Altra variabile puo' essere la qualità dell'impianto utilizzato, per cui, da parte nostra non vi sono altre competenze in merito,piu' di quanto le potremmo dire, le creeremmo solo piu'che confusione.... Quindi, non puo' che continuare a fidarsi del suo Dentista, che merita rispetto e fiducia, visto che lei, le ha affidato la sua salute, continui ad avere fiducia in lui. Cordiali saluti Dr. Tommaso Giancane
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tommaso Giancane
Noci (BA)