Menu

Domanda di Implantologia

Risposte pubblicate: 17

Dopo l'estrazione di un dente mi è stato fatto un ponte costituito da tre denti

Scritto da lara / Pubblicato il
Gentile dottore, ho 38 anni da circa 15 anni dopo l'estrazione di un dente mi è stato fatto un ponte costituito da tre denti, recentemente si è staccato, il mio dentista mi ha detto che la causa è l'erosione di uno dei due denti su cui poggia il ponte, l'unica soluzione che mi ha proposto è l'implantologia di due denti e una credo capsula per il terzo. Per una questione di costi e per la paura dell'intervento ho preferito consultare un altro dentista il quale mi ha proposto come alternativa di sostituire al dente eroso un perno in metallo e rifare un ponte in base a questo nuovo assetto. Il tutto mi eviterebbe un intervento lungo mi costerebbe un terzo dell'implantologia. Le chiedo se secondo lei l'implantologia è l'unica soluzione in questi casi o se rifare il ponte può essere una valida alternativa e duratura nel tempo. Grazie per la risposta
Cara signora Lara, il problema se sia meglio l'uno o l'altra, non si impone, visto che si è già risposta da sola con i suoi "limiti economici"! Faccia tranquillamente il ponte come le è stato prospettato con la costruzione di un perno moncone sul dente distrutto! Le faccio vedere una foto di denti distrutti, erosi, con gravissimi problemi salvati adeguatamente ed in bocca da circa 25-30 anni. Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Gnatologia, Implantologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE
Lara-181110.jpg

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Se il dente pilastro "eroso" è recuperabile con buone prospettive di durata, rifare il ponte è una buona soluzione. Se invece il dente non è recuperabile, la soluzione implantare è la migliore percorribile. Nessuno on-line, in onestà, potrà dirle se IL SUO dente eroso è recuperabile o meno. Una strada di compromesso, nel caso non sia recuperabile il dente, potrebbe essere quella di recuperare la corona sul dente "buono" anziché rifarla. Sempre che sia fattibile, beninteso. Ma naturalmente, anche questo, on-line, nessun professionista serio potrà mai dirglielo.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sergio Formentelli
Mondovì (CN)

Gentile Lara, se il dente infiltrato è recuperabile con un perno può scegliere la soluzione più economica senza effettuare l'impianto. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)

Credo che chi le ha proposto un perno moncone con ponte abbia valutato le garanzie che potrà avere...se il dente non fosse recuperabile: impianto.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)

Avendo lei già sperimentato per 15 anni la soluzione protesica può ben decidere di rinforzare uno dei pilastri del ponte e rifare la protesi fissa. Presumibilmente avrà almeno la stessa durata. La soluzione implantare con protesi di protezione sui denti già pilastro di ponte è senza altro più problematica, e sicuramente più costosa. Le consiglio quindi la prima soluzione

Scritto da Prof. Giuliano Falcolini
Roma (RM)

Buon giorno, l'implantologia risulta il miglior modo per ripristinare protesicamente un elemento perso o irrecuperabile. Nel suo caso in particolare probabilmente l'implantologia penso sia una ottima soluzione. Dott. Alberto Pitino

Scritto da Dott. Alberto Pitino
Torino (TO)

Cara signora la cosa migliore è fare una radiografia al moncone eroso per vedere se può essere ricostruito in modo tale che possa durare nel tempo;se alla luce della radiografia questo è possibile non ci sarà nessun problema a rifare un nuovo ponte duraturo nel tempo

Scritto da Dott. Antonio Lubich
Bussolengo (VR)

I miei colleghi le hanno gia' risposto piu' che esaurientemente, sono d'accordo.

Scritto da Dott. Giovanni Vecchio
Pomezia (RM)

Salve Lara.. la soluzione più conservativa, anche se prognosticamente "indefinibile" è la migliore.. sempre. Rimandare un intervento di qualche anno, è un aspetto positivo che non deve essere sottovalutato. Faccia il perno moncone con un nuovo ponte. Cordialmente, Gianluigi Renda

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

Gentile signora,senza una valutazione clinica e radiografica non mi sento di consigliarle una soluzione protesica. Si affidi ad un medico e si faccia consigliare da lui anche su una approssimativa durata dei due progetti a confronto. Cordialmente.

Scritto da Dott. Maurizio Gribaudo Fresi
Moncalieri (TO)

Gentile Sig.ra Laura, se le condizioni del pilastro "eroso" lo consentono è consigliabile recuperarlo con un perno ma ciò dovrà essere valutato clinicamente e radiograficamente. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)

Salve, premetto che senza una valutazione clinica e radiografica è difficile dare un consiglio terapeutico attendibile, ma se il dente è recuperabile può tranquillamente rifare il ponte, evitando la chirurgia. Si fa faccia consigliare dal suo medico di fiducia. Buona giornata.

Scritto da Dott. Giancarlo Dettori
Sassari (SS)

Sig. Lara, senza una valutazione clinica e radiografica è difficile darle una saggia risposta, se esiste, una possibilità di ricostruzione con un perno-moncone forse è meglio sfruttarla, in caso negativo potrebbe essere preso in considerazione un impianto post-estrattivo.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Se le è stato proposto ed è quindi attuabile la soluzione del perno, allora la faccia eseguire. Per l'impianto in futuro lo può senpre rivalutare. Saluti

Scritto da Dott. Sandro Compagni
Latina (LT)

Non si possono dare soluzioni senza avere nessun elemento di valutazione, tranne ciò che riferisce il paziente. In genere se c'è già 1 vecchio ponte e i monconi sono ancora recuperabili (sta al suo odontoiatra stimare la durata presunta) e lei mira anche a spendere il meno possibile, la soluzione del ponte potrebbe anche essere la migliore opp....... Ha visto quanti SE ci sono?

Scritto da Dott. Antonio Pescatore
Ariano Irpino (AV)

Cara Lara se è recuperabile la radice il perno moncone è una soluzione abbastanza valida quindi non ci sono problemi di sorta, se non dovesse essere possibile l'impianto è la soluzione migliore distinti saluti

Scritto da Dott. Domenico Aiello
Catanzaro (CZ)

Gentile sig.ra Lara In tutta onestà, le dico che 15 anni sono tanti come durata di un ponte fisso di tre elementi, che nel tempo subiscono un'erosione fisiologica, e sè già devitalizzati ancor di piu' sono soggetti a stress da carichi masticatori non indifferenti. Del tutto spassionatamente, le consiglio una Rx- rvg di controllo dei denti pilastro residui, e nell'eventualità non ci siano lesioni periapicali o fratture della stessa radice, la si puo' recuperare con un perno che puo' essere realizzato o in lega aurea o in fibra di carbonio, ricostruiti i monconi portanti, potrà serenamente riabilitare il tutto con un nuovo ponte fisso in ceramica. Fare implantologia, costi a parte.. nel suo caso ha poco senso. Ma si ricordi che il tutto sarà sempre da monitorare piu' frequentemente, ossia piu' controlli periodici, per prevenire il tutto per la sua salute orale. La saluto cordialmente Dott. Tommaso Giancane - Noci (Ba) info e-mail: giantommi@yahoo.it
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tommaso Giancane
Noci (BA)