Menu

Domanda di igiene e prevenzione

Risposte pubblicate: 15

Una pulizia dentale effettuata con ultrasuoni dopo solo tre mesi puo' essere dannosa per lo smalto dentale

Scritto da valentina / Pubblicato il
Buongiorno, vorrei chiedervi se una pulizia dentale effettuata con ultrasuoni dopo solo tre mesi puo' essere dannosa per lo smalto dentale. Grazie, Valentina
Gentile Valentina, gli ultrasuoni se utilizzati con delicatezza, nella maniera corretta e con gli appositi inserti non danneggiano lo smalto dei denti a meno che non siano già presenti problemi dello stesso smalto dentale. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)

Gentile Sig.ra Valentina, gli ultrasuoni se usati in modo corretto non possono causare danni allo smalto dentale. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)

Gentile Signora Valentina, qualsiasi strumento o apparecchiatura, può arrecare danni se non usati in modo idoneo. Essi sono il prolungamento delle mani di un operatore cosciente ed esperto, ad agevolarlo nelle proprie attività . Quindi se usati con scienza e coscienza, non arrecano danni. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Angelo Raffaele Izzi
Lainate (MI)

Dipende dal modo con cui si usano gli ultrasuoni. Se utilizzati da mano esperta non ci sono problemi, (ho pazienti forti fumatori che non recepiscono i messaggi che mando loro, per i quali sarebbe necessaria una seduta alla settimana) se utilizzati in modo improprio allora... . Preferirei comunque focalizzare l'attenzione sul fatto che se necessita di ulteriori manovre di igiene dopo un mese, forse c'è da cambiare qualche cosa nel modo di utilizzare i presidi domiciliari di igiene. Ne parli col suo dentista. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)

In teoria, la pulizia dentale con ultrasuoni (ablazione del tartaro sopra e sotto-gengivale), non dovrebbe arrecare alcun danno nè allo smalto nè ai tessuti molli gengivali. In teoria. Se gli ultrasuoni vengono utilizzati in maniera non corretta (come ogni strumento odontoiatrico), possono invece danneggiare, ed anche in maniera piuttosto significativa, lo smalto dentario (soprattutto se lei aveva già dei pregressi problemi in questo senso). In quest'ottica, il parere diretto di un dentista è la cosa migliore.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)

Cara signora Valentina, assolutamente no! Ma che idee le vengono? Gli ultrasuoni se usati male possono creare temporaneo e parziale dolore ma non danno, mai! Certo che se lo strumento lo usa come una zappa ferisce la gengiva e la lacera, ma allora l'operatore è da rinchiudere in manicomio! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Non capisco il senso del quesito...lei ha fatto un'igiene 3 mesi fa ed ha lo smalto danneggiato?

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)

Cara Valentina di solito questa è una domanda abbastanza frequente da parte dei pazienti, molti temono che gli ultrasuoni o altre manovre come lo scaling o la levigatura danneggino le superfici dentali, le rassicuro che tutte queste manovre non solo sono utili per la salute della bocca, ma riducono il rischio di altre malattie molto più serie a carico dei denti e dei tessuti di sostegno come le gengive e l'osso. Può accadere invece che l'igiene professionale possa mettere in luce delle aree di retrazione gengivale o dei problemi legati allo smalto e che quindi i denti diventino sensibili, ma questo accade quasi subito. Quindi se presenta una sensibilità o ha dei problemi a qualche dente potrebbe essere dovuto a delle radici( colletti) scoperte o delle aree di sensibilità che si sono appalesate dopo la seduta di igiene. Le consiglio comunque di rivolgersi di nuovo al suo dentista per una visita.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Patrizia Novello
Magione (PG)

Stia tranquilla, usati correttamente non provocano alcun danno. Cordiali Saluti

Scritto da Dott. Piero Puppo
Imperia (IM)

Gentile Signora, se la pulizia dentale viene eseguita con perizia e nei giusti termini non ci sono problemi. Gli ultrasuoni vanno maneggiati con cura, perché l'ipersensibilità è possibile e a volta capita di vedere anche danni allo smalto. Ma non sono dentisti quelli che lavorano cosi, cordiali saluti

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)

Gentile Valentina, come tutti gli arnesi, e, così anche per i piezon ad ultrasuoni, se non vengono usati con professionalità possono arrecare microlesioni allo smalto dentario. Un dentista abilitato certamente sa come utilizzarli per non provocare danni. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)

Sig. Valentina, le vibrazioni a ultrasuoni frantumano il tartaro, per cui è probabile che anche i prismi dello smalto del dente possono subire qualche danno. Le ricordo che gli ultrasuoni non sono l'unico metodo per rimuovere il tartaro, esiste anche il metodo a strumenti manuali, meno lesivo, che consente la completa asportazione del tartaro sopra e sottogengivale, con la garanzia della sensibilità manuale dell'operatore.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Voglio dare una risposta anche io, cercando di interpretare la domanda da un altro punto di vista. Forse la domanda è se è dannoso fare la pulizia dei denti troppo spesso. Infatti c'è tutta una mitologia fra la gente con pregiudizio verso le manovre di igiene effettuate dal dentista. Posso assicurare che queste dicerie riguardano le conseguenze della infiammazione gengivale che è presente proprio in quei casi in cui viene consigliato di fare spesso la pulizia professionale. Sarebbe come dire (perdonate il paragone):se ho una ferita cutanea infiammata, ci metto sopra il disinfettante, brucia. Di chi è la colpa? Del disinfettante, o dei germi che stanno nella ferita? E il disinfettante è buono o nocivo?? Quello che voglio dire è che se ci sono fastidi dopo gli ultrasuoni, questi dipendono dalla infiammazione-infezione della gengiva e non dalla seduta di igiene. Era questo che intendeva??
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

Concordo pienamente con le risposte dei Colleghi che mi hanno preceduto. L' unico consiglio che posso darle è avere un pochino più di fiducia nel suo dentista e non acquistare buoni sconto per detartrasi in offerta.

Scritto da Dott.ssa Emma Castagnari
Torino (TO)

Gentile Valentina, se l'apparecchio viene utilizzato con professionalità non determina alcun tipo di problema. Può fare, per assurdo, la pulizia anche una volta al mese. Purtroppo è rimasto tra i pazienti e tra alcuni dentisti di vecchia generazione un retaggio del passato. Infatti anni fa si utilizzavano apparecchi che vibravano molto di più di quelli attuali e che alcune volte fratturavano lo smalto determinando un eccessivo aumento della sensibilità. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Leonardo Resta
Gioia del Colle (BA)