Menu

Domanda di igiene e prevenzione

Risposte pubblicate: 13

E' vero che il colluttorio può consumare i denti?

Scritto da Stefania / Pubblicato il
Mi dite per favore se è vero che il collutorio, usato tre volte al giorno come indicato tra l'altro sulla sua confezione, può consumare i denti? C'è scritto infatti che va usato sempre dopo esserseli lavati, ogni volta. E' pericoloso per i denti? Danneggia lo smalto? E' troppo eccessivo sempre così oppure posso stare tranquilla che i miei denti non rischiano niente? Grazie. Stefania.
Gentile Stefania, non conoscendo la composizione del colluttorio da lei usato posso dirle in generale che i colluttori non possono consumare i suoi denti in alcun modo. Se usa quindi un colluttorio al fluoro può continuare ad usarlo tranquillamente. Più attenzione invece ai colluttori a base di clorexidina che vanno usati per un breve periodo e solo su prescrizione medica in quanto il loro uso prolungato potrebbe provocare effetti indesiderati come ad esempio l'annerimento dei denti e alterazione del gusto. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)

No, non è vero...a meno che per collutorio non intende qualche intruglio frutto del "fai da te" con ingredienti improbabili!

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)

Diciamo che lo scopo del colluttorio è gratificare il gusto ed il palato con un buon profumo. Infatti in realtà, mediamente servono molto a poco. Quello che conta è un energico e severo spazzolamento dentale, da fare con il movimento giusto se ci sono particolari conformazioni della gengiva che la rendono delicata. Il resto è pubblicità..

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

Gentile Stefania, stia pure tranquilla e non si faccia prendere da psicosi esagerate ed inutili. Segua le istruzioni riportate sulla confezione del colluttorio, e soprattutto quelle del suo dentista, che i colluttori li conosce tutti e sa quali sono gli eventuali rischi derivanti dall'uso degli stessi. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)

Cara signora Stefania, assolutamente no, sempre che non usi strane sostanze pericolose viste chissà dove ! Scherzo naturalmente è ovvio che non si possano e non si debbano usare! In ogni caso lei ha un Dentista? Ci vada per chiedere queste informazioni. Sa c'è colluttorio e colluttorio ci sono colluttori per l'alito, per abbattere la placca batterica, per lenire le gengive per la sensibilità dei denti e tanti altri. Lasci che sia il Dentista a indicarle quale sia il più adatto a Lei!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Dipende dalla composizione del colluttorio. Ad esempio, se contiene clorexidina non deve essere usato troppo a lungo. Chieda informazioni al suo dentista, od anche al suo farmacista, circa la composizione del colluttorio da lei usato

Scritto da Prof. Giuliano Falcolini
Roma (RM)

Cara Stefania, i colluttori non possono danneggiare lo smalto e/o consumare i denti. I colluttori si dividono in due grandi categorie. Quelli venduti in farmacia e quelli venduti nei supermercati. Quelli venduti nei supermercati sono nella categoria dei cosmetici, può usarli tutte le volte che vuole, ma l'unica propietà che hanno è quella di rinfrescare l'alito. Quelli venduti in farmacia, invece, non sono considerati cosmetici e possono dare dei problemi se usati in modo eccessivo. Per esempio quelli a base di clorexidina (che è un disinfettante) possono causare delle colorazioni scure e se usati in continuazione selezionare la flora batterica e scatenare infezioni, perciò vanno usati solo se c'è un motivo specifico e per un breve lasso di tempo. Stia attenta che tutte le ditte hanno linee vendute nei supermercati e linee vendute nelle farmacie con nomi molto simili, ma non sono la stessa cosa. Cordili saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)

Cara Stefania, questa mi sembra come quello che ho sentito a carico dell'ablazione del tartaro, che "consuma i denti" e li "destabilizza"... non crederai a queste cose! Ma voglio essere più precisa: il colluttorio presenta delle molecole che, a seconda della forma farmacologica tendono a mantenere bassa la crescita logaritmica dei batteri. La placca si forma anche senza mangiare. Ci sono molecole più o meno aggressive, ma sui batteri, non sullo smalto. Inoltre la forma cristallina dello smalto è una cosa, la sostanza biologica batterica e il tartaro, altra. Ti consiglio comunque un paio di volte al giorno, specialmente la sera e dopo pranzo. Auguri
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)

Cara Stefania, approfitta di questa occasione per recarti dal tuo dentista per una visita periodica di controllo ed anche per porgli la domanda relativa al tipo di colluttorio che utilizzi. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)

Sig. Stefania il collutorio non consuma i denti. Le ricordo che per mantenere a lungo i suoi denti occorrono le visite semestrali.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Gentile Sig. Stefania, i collutori non hanno tali effetti collaterali. Diversamente un uso inappropriato crea resistenza batterica ed infiammazione delle mucose, risultando addirittura dannoso, soprattutto perchè sovverte l'equilibrio della flora batterica orale. Nelle visite semestrali, si faccia prescrivere un collutorio per le Sue esigenze. Cordiali saluti. Dott. Angelo Raffaele Izzi

Scritto da Dott. Angelo Raffaele Izzi
Lainate (MI)

Cara Stefania ovviamente no può creare altri tipi di patologie se ha un contenuto di clorexidina di almeno 0.12 e usato per oltre un mese, o disidratare la mucosa se contiene alcool. se è un collutorio classico non si preoccupi basta controllare che sia privo di alcool e clorexidina in grandi concentrazioni distinti saluti

Scritto da Dott. Domenico Aiello
Catanzaro (CZ)

E'molto improbabile l'esistenza di un collutorio la cui composizione possa indebolire ovvero "consumare" i denti. Chieda consiglio al suo odontoiatra di fiducia che, conoscendo la composizione chimica del prodotto, le darà una risposta sicuramente più esauriente.

Scritto da Prof. Ciro Russo
Frattamaggiore (NA)