Menu

Domanda di Chirurgia

Risposte pubblicate: 22

Devo togliere 2 denti perché sotto ci sono 2 cisti.

Scritto da stefano / Pubblicato il
Salve dott. sono Stefano non so se vi ricordate quel ragazzo che fece estrazione di una radice .... un po pauroso.... purtroppo chiedo ancora una volta il vostro aiuto. Ho fatto ortopanoramica e il dentista mi dice che devo togliere 2 denti perché sotto ci sono 2 cisti. La prima ciste in alto dove manca già un dente (quello della radice vecchio) lo già tolto e anche la ciste purtroppo mi era venuto un ascesso e febbre alta e il dolore non passava mai neanche con il toradol aulin antibiotico zitromax(solo questo tipo di antibiotico perché sono allergico ) la mattina mi sono recato di corsa dal dentista io gli chiesi se si potevano aprire i canali lui mi disse .... leviamolo leviamolo... e quindi mi levo il dente e la cisti. il problema e che anche il dente dall altro lato che sta sotto ha un altra cisti e ho chiesto più volte se si poteva salvare il dente visto che non mi fa male il dentista dice che e meglio levarlo... boo cosi sto rimanendo senza denti e mi fa male la gengiva perché mancano due denti vicini ... poi purtroppo non ho i soldi per metterli nuovi e per adesso rimango cosi e in più gli avevo chiesto se sopra potevamo fare un ponte ma lui insiste con 2 impianti che per me e difficile fare sia per soldi che per paura penso che il ponte costi anche meno almeno cosi ho letto. poi mi dice che ci sono anche 4 carie tra cui 2 che sono da levare i nervi(devilitizzazione... mi sembra cosi si dice..) vorrei una vostra opinione prima di tutto per la ciste sotto se posso provare a salvare il dente e poi per le carie e per il ponte grazie.( sopra dove ce un dente devilatizzato che c e una altra ciste?) vi allego ortopanoramica ( sopra dove manca un dente già ho tolto il dente vicino e ciste. grazie tanto
Devo togliere 2 denti perché sotto ci sono 2 cisti.
Gentile Stefano, mi pare che proprio non ci siamo con tutte questa estrazioni per dei granulomi senza neanche provare a ritrattare i denti interessati. Ti consiglio un altro consulto presso un altro dentista, meglio se endodontista, che non abbia l'estrazione facile. E' probabile che riesca a conservare i denti interessati dalle lesioni granulomatose senza ricorrere a successivi impianti o ponti. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)

Il ritrattamento canalare per tentare di far guarire le cisti radicolari è sempre il trattamento d'elezione. Purtroppo non tutti i granulomi regrediscono al punto di parlare di guarigione, ma secondo me un tentativo merita di essere fatto. Lei ha bisogno di un endodonzista esperto, che non vuol dire necessariamente costoso. Certo, anche un esperto potrà ipotizzare una estrazione se un granuloma si dimostrerà insensibile alla terapia, ma almeno si è provato. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)

Prima di fare delle estrazioni assolutamente sono da "tentare" dei ritrattamenti endodontici.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)

Caro Signor Stefano, intanto mi piacerebbe sapere in base a che cosa sia stata fatta la diagnosi di cisti radicolari! Perchè bisogna differenziarle dai granulomi. Infatti si parla in medicina odontoiatrica di Osteolisi periapicali che possono essere Cisti, Granulomi o Parodontiti apicali! In ogni caso tutte queste patologie si possono e si DEVONO curare. Come? col ritrattare le vecchie terapie e se ciò fosse impossibile, raggiungendo per via chirurgica gli apici e facendo una retrograda che si conclude con la sigillatura dell'apice ib diversi materiali. Deve sapere che i microbi presenti nella radice inviano fuori nell'osso le loro tossine a cui l'organismo risponde con la formazione cistica o granulomatosa per arginare l'infezione stessa e difendersi, e i corpi dei leucociti macrofagi che arrivano in massa, formano il pus e quindi l'ascesso che si fa strada tra le fasce muscolari dove trovano meno resistenza...ecco che un ascesso può "emergere" anche abbastanza lontano dal dente di origine.... ... tolti i microbi con la nuova terapia endodontica per via ortograda (normale ) o retrograda (chirurgica) le tossine non vengono più emesse e la zona di osteolisi (lisi dell'osso) scompare con rigenerazione dell'osso stesso. Estrarre dei denti come i suoi è un atto "criminale"! Le consiglio di chiedere il consulto ad un dentista che faccia il dentista, ossia salvi i denti curandoli con terapie che sono normalissima routine. Le lascio una foto con diversi casi di osteolisi periapicali e denti giudicati impossibili da salvare, salvati ed in bocca da decenni, alcuni da 30 anni, a dimostrazione di cosa signofichi CURARE I DENTI! Gustavo Petti, Parodontologia, Gnatologia, Implantologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE
Stefano291110.jpg

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Gentile Sig. Stefano, le condizioni cliniche dei suoi denti affetti da granulomi ad evoluzione cistica non sono per nulla favorevoli dal punto di vista prognostico, cmq, previo suo consenso, un tentativo conservativo potrebbe essere tentato. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)

Salve Stefano. i dottori Savino e Colla le hanno dato la giusta indicazione. solo una considerazione in più: se non ricopre le corone dei denti con delle capsule, anche provvisorie o meglio in composito, rischia una frattura che porterebbe alla inevitabile estrazione dei denti. In definitiva se il ritrattamento salva i denti dall'estrazione, l'assenza di una protezione a ricopertura del dente stesso ne causa col tempo l'erosione o addirittura la frattura. cordialmente, Gianluigi Renda.

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

Caro Stefano sì, ci sono tutti i problemi descritti dal tuo dentista, ma prima di estrarre qualsiasi dente potenzialmente recuperabile è doveroso tentare il ritrattamento canalare. Cordialmente

Scritto da Dott. Gabriele Stirpe
Priverno (LT)

Consulti un'altro dentista che provi il ritrattamento dei canali. Se non ci riuscisse può sempre intervenire per via chirurgica effettuando un'apicectomia ed una chiusura per via retograda. Non si faccia togliere i denti per nessun motivo. Se le serve sono disponibile per un consulto. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Bruno Cirotti
Roma (RM)

Si cerca sempre di fare prima nuovamente la devitalizzazione, poi eventualmente l'apicectomia, poi si arriva ad estrarre il dente quindi gli spazi per essere conservativi ci sono senta un altro parere da un collega esperto, cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Treviso (TV)

Caro sig. Stefano, prima di procedere alle estrazioni di denti che presentano, pseudocisti o granulomi è sempre meglio cercare di ritrattare i denti interessati e vedere come evolve la lesione, se è granuloma guarisce. Se anche dopo un ottimo ritrattamento, la lesione cistica permane (ovviamente ciò va valutato nell'arco di alcuni mesi con controlli radiografici periodici) prima di estrarre il dente può sottoporsi all'intervento di cistectomia (asportazione della cisti) con salvaguardia dell'elemento dentale interessato. L'estrazione del dente deve essere sempre "l'ultima spiaggia", fa fatta solo quando tutti gli altri tentativi falliscono. Per quanto riguarda il ponte o gli impianti per la sostituzione di ciò che manca, visto che il suo problema è economico e non funzionale deve vedere con il dentista che la sta curando cosa (in termini puramente economici) le conviene di più, sempre restando dell'idea che la riabilitazione mediante impianti è certamente un trattamento migliore rispetto al classico metodo protesico (ponte). Il mio consiglio è di rivolgersi ad un altro collega perchè da quanto ho capito, il dentista che la segue ha "l'estrazione facile". Cerchi di trovare un collega la segua e tenti tutte le alternative prima di procedere all'estrazione degli elementi. spero di esserle stato utile. Cordialmente.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Danilo Corso
Barrafranca (EN)

carissimo Stefano.Ti ha dato la risposta giusta il collega Savino. Purtroppo devi cambiare "dentista".Spero che il nuovo ODONTOIATRA O ODONTOSTOMATOLOGO, Ti dia una DIAGNOSI della causa delle tue moltiplici cisti.La BOCCA DEVE ESSERE CONCEPITA COME UN APPARATO DENTRO DEL QUALE SI TROVANO ANCHE NORMALMENTE TRA 28 E 32 "ORGANI" CHE SONO I DENTI I QUALI VANNO CURATI NON SOLO ESTRATTI. Dalla sola panoramica si può già diagnosticare una MALAOCCLUSIONE. Nulla può escludere un trauma occlusale che può essere una delle cause di queste fantomatiche cisti. Ancora una volta dico che i PAZIENTI non dovrebbero andare ne in internegt ne consultare nessuna enciclopedia se non lasciarsi guidare DAL SUO MEDICO. MA DI QUESTI TEMPI QUESTO E' SOLO POESIA.GRAZIE E AUGURI.-
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Franco Saullo
Biella (BI)

Gentile Paziente, certamente proverei a rifare i trattamenti endodontici, l'estrazione preferirei lasciarla come ultima ipotesi. Cordialità

Scritto da Dott. Gustavo De Felice
Sapri (SA)

Gentile paziente andando per ordine considero doveroso procedere ad un ritrattamento endodontico degli elementi dentari affetti da periodontite apicale cronica per cui se il collega non vuole effettuare le terapie in questione valuti la possibilità di rivolgersi ad un altro collega. Per quanto concerne le altre problematiche consideri che le numerose carie da cui e' affetto vanno necessariamente curate, mentre la terapia protesica tradizionale non e' detto che abbia un costo inferiore alla terapia implantare, prima di scegliere valuti in maniera attenta l'una o l'altra eventualità , cordialità .
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Francesco Sforza
Carovigno (BR)

Caro Stefano, per quel che si vede dalla radiografia non si tratta di cisti ma probabilmente di granulomi all'apice dimenticati che le precedenti canalari non hanno saputo risolvere. Si potrebbe tentare un ritrattamento di entrambi gli elementi, previa copertura antibiotica, disinfezione mediante alesatura, ipoclorito, stomilex ed MTA all'apice e anche MTA come cemento endodontico unito alla guttaperca. In entrambi i casi mediante strumentazione al titanio e anche thermafill, se possibile. Mi sembra opportuno non chiudere subito i canali, accertarsi se per esempio esista un canale non sondato (il IV canale!!) quasi sempre presente nei sesti superiori, e a volte anche negli inferiori. Lasciando il dende medicato per un pò di tempo con Stomilex, chiudere mediante la metodica descritta. Intanto, deve cessare prima della chiusura ogni tipo di fastidio. PER QUANTO RIGUARDA le possibili estrazioni, solo nel caso che persista il dolore nel tempoo il dente sia mobile. PER LA RICOSTRUZIONE: se il dente permane in arcata (nel caso del 2.6) si può eseguire un ponte convenzionale. Nel caso dell'estrazione del 4.6, anche. Credo che in ogni modo il paziente non vada messo in difficoltà, anche se gli impianti sono un'ottima soluzione . Ricordo che per gli impianti vale la stessa regola che sussiste per i dente infetti: NESSUN IMPIANTO SI PUO INSERIRE SE IL PAZIENTE DEVE RISOLVERE INFEZIONI O MALATTIA PARODONTALE, perché la perimplantite si realizza con la stessa incidenza rispetto a un dente naturale. In tutti i casi quindi se ne parla per l'anno nuovo, 2011..,previa Rx digitale, Vivissimi auguri dr. Maria Grazia Di Palermo Odontostomatologo Via Gesù e Maria, 4 Carini PA
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)

Caro Sig. Stefano, credo che la prima risposta che ha avuto , quella cioè del Dr. Savino, sia quella con cui concordo di più. Cambi IMMEDIATAMENTE dentista. Quello che la sta curando non sa che le cisti, così come i granulomi, guariscono semplicemente con una cura canalare bene eseguita, mentre lei ha le lesioni all'apice di denti trattati a metà. Ho letto che le è stato detto che le sue cisti potrebbero essere causate dalla sua malocclusione. Le cisti non vengono per una malocclusione, ma solo in denti trascurati o trattai male. Ho letto che le è stato suggerito la cistectomia. Non serve a niente enucleaure chirurgicamente la cisti se non si esegue anche un'otturazione retrograda al dente responsabile della lesione. Faccia una cosa molto semplice: consulti il sito della Società Italiana di Endodonzia www.endodonzia.it e cerchi tra i soci attivi quello a lei più vicino. Chieda una visita ed un parere, poi prenderà le sue decisioni. Si ricordi che a togliere i denti e a mettere impianti è sempre in tempo, e un dente suo conservato vale più di 10.000 impianti!!! Grazie e auguri. Dr. Arnaldo Castellucci.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Arnaldo Castellucci
Firenze (FI)

Gentile Stefano, anche io penso che si debba provare a rifare la cura del dente. Dott. Gentile Alessandro

Scritto da Dott. Alessandro Gentile
Tivoli (RM)

Sig. Stefano, condivido le risposte dei colleghi che mi hanno preceduto. Le consiglio in caso di avulsione di richiedere un esame istopatologico della lesione rimossa in modo di ottenere una corretta diagnosi. Nella regione mentale Dx si rileva una lesione circolare che meriterebbe indagini più approfondite.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Premesso che nessuno, dalla sola lastra di una lesione periapicale, può capire se si tratti di cisti o granulomi, dal punto di vista della cura tutto ciò non ha importanza: con un corretto ritrattamento endodontico (con posizionamento della diga, ricerca di tutti i canali, detersione dei canali per il tempo necessario) le lesioni hanno alta probabilità di poter guarire (oltre il 90 %). quindi eviterei di ricorrere all'estrazione prima di tentare la cura. Lo stesso dicasi per le carie: se i denti sono ancora vitali e non hanno mai fatto male spontaneamente è opportuno curarli cercando di mantenerne la vitalità: si fa prima, ha meno rischi e costa meno...
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Attilio Venerucci
Finale Ligure (SV)

Caro Stefano, prima di togliere dei denti, soprattutto alla tua età, ci penserei due volte. Direi che prima di ogni altra cosa ritratterei i denti già devitalizzati e farei in seguito dei controlli radiografici per vedere come evolve la situazione. Ti consiglio di rivolgerti ad un altro professionista. Cordiali saluti

Scritto da Dott.ssa Annalisa Ciriello
Vigonza (PD)

Caro sig. Stefano, come hanno già risposto i colleghi, questi denti andrebbero ritrattati endodonticamente, e dopo un periodo di osservazione. Se il processo infiammatorio apicale non si fosse risolto. Si può sempre intervenire chirurgicamente con una apicectomia.

Scritto da Dott. Gilberto Urbinati
Pesaro (PU)

Concordo con il dottore che mi ha preceduto.

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)

Caro Stefano non so se lo sai ma i denti si curano non siamo più negli anni 20 si possono benissimo ritrattare o al massimo trattare retrogradamente senza estrarli distinti saluti

Scritto da Dott. Domenico Aiello
Catanzaro (CZ)