Menu

Domanda di Protesi

Risposte pubblicate: 15

Qual'è la differenza tecnica che dovrebbe garantirmi tenuta e masticazione?

Scritto da tiziana / Pubblicato il
Buongiorno, ho un ponte provvisorio (resina) di tre elementi ( ultimi molari inferiori). Questo periodicamente va ricementato. Non ho ancora inserito il ponte definitivo perchè a parte la differenza di materiali ho paura di trovarmi nella stessa situazione ( sempre da ricementare). Qual'è la differenza tecnica ( cosa cambia a parte il materiale) che dovrebbe garantirmi tenuta e masticazione? grazie Tiziana.
Gentile Tiziana, il provvisorio oltre a non poter garantire una corretta funzionalità masticatoria ed una buona ritenzione nei suoi monconi protesici è anche dannoso per i tessuti che circondano i suoi monconi. Sono certissimo, comunque, che tali informazioni le saranno state esaurientemente fornite dal suo dentista. Abbia più fiducia nel collega a cui si è rivolta per la riabilitazione della sua bocca. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)

Cara Tiziana, la resina, oltre ad usurarsi velocemente non garantendo la stabilita' occlusale, non e' un materiale preciso; gia' uno o due mesi diventano troppi. Un ponte definitivo, se correttamente eseguito, non ha questi problemi. Saluti

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Gentile Sig.ra Tiziana, non è il materiale che può garantire la tenuta di un manufatto protesico, ma lunghezza dei monconi, giusta conicità della preparazione e attenta valutazione dei carichi masticatori ed eventuali parafunzioni. Poi anche un provvisorio va effettuato a regola d'arte, se fatto male (impreciso) può non tenere. Se un moncone è corto si può effettuare un allungamento della corona clinica. Più difficile è correggere un'eccessiva conicità della preparazione (ma non impossibile). Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)

Gentile Tiziana, le protesi provvisorie vanno tenute il tempo strettamente necessario per confezionare quelle definitive altrimenti, se tenute a lungo, potrebbero dar luogo a svariati problemi che sicuramente il suo dentista le avrà detto ed informato. Si faccia sostituire al più presto le protesi provvisorie con quelle definitive. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)

Cara Signora Tiziana, la tenuta di una protesi è dovuta alla geometria di preparazione dei monconi stessi, che deve essere ritentiva per "frizione" e per lunghezza e forma appropriata del moncone stesso! Infatti se il moncone fosse corto, piccolo, bisognerebbe fare prima un allungamento chirurgico parodontale della sua corona clinica (la parte di corona che emerge dalla gengiva) e solo dopo questa chirurgia che si chiama anche preprotesica si procede alla preparazione ritentiva del moncone. Per essere ritentiva non deve essere troppo conico, ossia con pareti troppo convergenti perchè se no non avrebbe tenuta per frizione che invece è data da una preparazione quasi con pareti tra loro parallele, non solo parallele tra loro quelle del moncone ma anche parallele tra loro tutte le pareti di tutti i monconi! Quindi parli col suo Dentista, si faccia spiegare perchè queste corone provvisorie si scementano in continuazione perchè questo non dovrebbe accadere anche se ci sono situazioni particolarissimi in cui ciò può accadere e sarebbe del tutto normale e che non le sto qui a descrivere. Per completezza le dirò anche che per la tenuta, ci devono essere giusti rapporto gnatologici occlusali con gli antagonisti; che non ci devono essere alternanze di estrusioni ed intrusioni di monconi e quindi corone che invece devono seguire una curva occlusale con concavità verso l'alto che si chiama curva di Spee ed infine devono essere, queste corone provvisorie ribasate e rifinite a dovere. Inoltre, si chiamano provvisorie perchè devono stare poco in bocca perchè se no si consumano alterando la dimensione verticale della bocca stessa ed i rapporti occlusali con gli antagonisti. E devono rispettare i canoni gnatologici delle disclusioni canine ed incisive ed in Relazione Centrica e il contatto e rapporto giusto cuspide di stop, fossetta occlusale antagonista e mi fermo qui se no scrivo un romanzo. Penso di avere risposto in modo esaustivo alla sua più che legittima domanda, che però avrebbe dovuto fare al suo Dentista! Legga nel mio profilo "Le protesi dentali fisse Excursus su i vari tipi di protesi fisse. Consigli e suggerimenti per i pazienti" e "Lembo riposizionato apicalmente con colla di fibrina per la terapia di una frattura coronale linguale estesa sotto gengiva e sotto il margine osseo (classe IV di Ingle) di un elemento dentale 4.7" in quest'ultimo troverà oltre ad una frattura di un molare, un suo allungamento della corona clinica! Le lascio una foto di un allungamento di corona clinica. Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE
allungcorcli161111.jpg

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Sig. Tiziana, di norma un provvisorio è cementato con cemento provvisorio, per essere rimosso facilmente, un definitivo è cementato definitivamente evitando gli sfissaggi periodici. Le ricordo che il problema del fissaggio definitivo e sulla sua tenuta non è suo, perchè l'unico responsabile è il suo odontoiatra.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Salve, la decementazione dalla sua protesi potrebbe dover essere imputata sia alla morfologia dei monconi che semplicemente al fatto che il cemento provvisorio ha una minore tenuta tale da poter essere rimosso senza danneggiare gli elementi ai quali è ancorato. Tenga in considerazione che il materiale provvisorio non è adatto per la salute delle sue gengive... cordialmente

Scritto da Dott. Francesco Fusaro
Torino (TO)
AOSTA (AO)

Salve Tiziana, se le si decementa, è per via del materiale plastico di cui sono fatti i provvisori, che soggetto a carichi masticatori continui si deforma staccandosi dalla sede. col definitivo non avrà più questi problemi. Cordialmente.

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

Gentile signora, questa protesi si chiama provvisoria proprio perchè non dura a lungo, è necessario, appena possibile, passare ai definitivi, il cui nome stesso li definisce chiaramente.

Scritto da Dott. Giuseppe Murruni
Giussano (MB)

Gentile Signora, la tenuta di un ponte dipende dalla preparazione degli elementi, e dagli angoli impressi sui denti durante la preparazione. Poi per la cementazione avviene il resto, cioé è adesiva e isola i monconi dall'ambiente esterno.La corona quindi è ritentiva e deve andare sotto-gengiva almeno per un mm. Quando un ponte fisso viene cementato definitivamente non viene più rimosso. Mi permetto di ricordare che il togliere e mettere un ponte anche temporaneo espone i denti a degli sbalzi termici, perché il dente è a dentina, la quale è ricca di canali che conducono al centro del dente, dove si trova il fascio vascolo-nervoso. Questo nel caso che gli elementi siano vitali. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)

Tralasciando le ovvie differenze tecniche tra i manufatti, la stabilità della cementazione della protesi dipende dal tipo di cemento i utilizzato. I cementi provvisori, fatti per poter rimuovere facilmente la protesi, hanno una componente idrosolubile e per questo motivo l'elemento protesico periodicamente si decementa. I cementi "definitivi", realizzati per mantenere la protesi per lungo tempo, non hanno questa caratteristica e quindi l'eventuale distacco della protesi dipende esclusivamente da monconi non preparati in maniera adeguata. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

Gentma Sigra Tiziana, si chiama provvisorio perchè deve essere portato per un breve periodo di tempo, è costituito da resina materiale facilmente deformabile e, viene fissato con cemento provvisorio: ecco i motivi per cui si stacca con facilità. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Cosimo Coscia
Collegno (TO)

Gentile sigra Tiziana, chieda al suo dentista perchè si scementa cosi frequentemente il provvisorio. E' nel suo interesse capire la causa per non avere gli stessi problemi nella protesi definitiva (a meno che lei mastichi cicche o caramelle gommose!). Cordialmente Dr A.Beghini Cassano D'Adda MI

Scritto da Dott. Angelo Beghini
Cassano d'Adda (MI)

Un ponte provvisorio ha una limitazione definita dalla parola stessa. Se io volessi un ponte provvisorio preciso e perfetto dovrei pagarlo come un ponte definitivo. Il ponte provvisorio è utile per prendere tempo. L'installazione di un ponte definitivo di altissima classe ha un alto costo, sia fatto a Torino sia che lo stesso (proprio lo stesso!) venga fatto a Zagabria, o Bucarest, e dintorni. Il valore di una protesi fissa ha due componenti: la precisione del manufatto e l'accuratezza del rapporto di combaciamento. Oggi si semplifica molto sulla seconda componente. Dovendo stare sul mercato, si può anche fare economia sui metalli e su altre procedure. Il valore vero di una protesi fissa dipende dal suo costo biologico. Tiziana, ora ricordati bene: più è raffinata la lavorazione di un ponte, più è basso il suo costo biologico, e con questo basso costo biologico la protesi è più durevole, cioè nel tempo più economica. Auguri!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Bianca Carpinteri
Torino (TO)

Passati i primi tre mesi è consigliabile passare al definitivo

Scritto da Dott. Alessio Battistini
La Spezia (SP)

Sullo stesso argomento

  • A chi rivolgersi?
    Ecco una serie di studi dentistici a cui chiedere informazioni sulle protesi fisse e mobili.