Menu

Domanda di Protesi

Risposte pubblicate: 24

E' possibile con un unico intervento impiantare una protesi fissa di tutti i denti mancanti?

Scritto da valeria / Pubblicato il
Mia mamma di 62 anni ha sempre avuto parecchi problemi con i denti. Sono già molti anni che porta l'apparecchio mobile, e ogni volta che perde qualche dente il suo dentista l'aggiunge all'apparecchio esistente. Oramai la situazione è che non ha quasi più suoi denti. Da tempo cerco di convincerla a informarsi per l'impianto definitivo ma lei non ne vuole sentire parlare sia perchè ha paura di soffrire sia perchè non vuole restare tanto tempo senza denti, si vergognerebbe troppo. Qualche tempo fa mi ha detto di aver letto su una rivista che c'erano cliniche specializzate che con un unico intervento provvedevano all'impianto contemporaneamente di tutti i denti mancanti. Volevo sapere da voi se effettivamente è reale questa cosa e se avete notizie di chi effettua questo tipo di intervento. Vi ringrazio anticipatamente per le risposte. Vale
Cara Signora Valeria... non decida lei cosa sia la miglior terapia per sia madre, ci sono tante variabili cliniche che non può valutare,. non essendo Odontoiatra ... in linea di massima si può fare, ma dopo accurata visita ed accertamenti clinici e radiologici (tac)... accertando anche se sua madre assume o ha assunto i bifosfonati in menopausa etc.... quanto osso ha, di che qualità, quanta gengiva aderente ha, di che qualità, se ha creste ossee ben rappresentate e fornici ben sviluppati... se i pavimenti dei seni mascellari sono lontani o no o se bisogna ricostruirli ed aumentarli chirurgicamente ...tutte anomalie che si possono curare chirurgicamente con la Parodontologia ma bisogna anche valutare i pro ed i contro (emettere una prognosi giusta) e soprattutto sentire la reale volontà di sua madre...non la sua di figlia!....Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Gnatologia, Implantologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE
implin-mater.jpg

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Gentile signora la procedura di cui sua madre le ha riferito è solo una delle possibili fra le svariate tecniche che negli anni sono state messe a punto per risolvere i problemi di pazienti edentuli.La discriminante per l'applicazione dell'una piuttosto che dell'altra è ovviamente clinica. Su questo stesso portale troverà diversi articoli e casi clinici esplicativi ma tenga presente che per un corretto inquadramento diagnostico e terapeutico non si può prescindere da una visita accurata, ceratura diagnostica,degli elementi da protesizzare,realizzazione di una dima radiografica che li riproduca al fine di effettuare esami rx di secondo livello,tc cone beam.Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Orazio Ischia
Lipari (ME)

Gentile signora, probabilmente l'articolo che ha letto si riferiva agli impianti a carico immediato cioè l'applicazione di impianti e denti in una unica seduta. Sono interventi che per esigenze estetiche dei pazienti si stanno diffondendo sempre di più. La condizione fondamentale,come del resto per tutti i tipi di impianto, è che ci siano situazioni generali e locali di buona salute. L'intervento può essere eseguito in un semplice studio o ambulatorio se eseguito da implantologi e protesisti esperti. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)

Non sempre la soluzione di ricorrere agli impianti è la soluzione ideale. Sua madre, oltre al timore di restare alcuni giorni senza denti, non desidera sottoporsi ad interventi chirurgici ed in fondo è contenta dell'attuale protesi mobile. Consiglierei invece di farsi fare una seconda protesi analoga a quella attualmente posseduta, in modo da poter avere un ricambio in caso di successive perdite di altri denti, per avere sempre una protesi mentre l'altra è in riparazione o addirittura in rifacimento totale.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Giuliano Falcolini
Roma (RM)

Gentile Sig.ra Valeria, oggi è una realtà potere avere denti fissi, nella stessa giornata d'inserimento degli impianti, senza restare senza denti neppure per un giorno grazie alla nuova tecnica implantare transmucosa. Personalmente pratico questa tecnica implantare con grande soddisfazione dei pazienti che a loro dire vivono come una terza dentizione. Visiti il mio sito web e troverà tutte le informazioni e le indicazioni cliniche. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)

Gentile Signora, premesso che per ottenere una risposta più accurata è assolutamente necessario visitare Sua madre, le posso rispondere che tali interventi, qualora le condizioni anatomiche lo permettano, è possibile effettuarli anche con tecniche di chirurgia computer assistita e quindi senza bisogno di tagliare le gengive ( tecnica flapless ) ed eventualmente applicare una protesi fissa precostruita attraverso la pianificazione di un intervento virtuale al computer. Saluti Dott. Barcali Massimiliano, vice presidente nazionale ModelGuide Academy, Livorno
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Massimiliano Barcali
Livorno (LI)

Gentile sig.ra parlando in astratto la risposta è sì, in molti casi si può ricorrere anche al carico immediato cosicchè in poche ore il paziente può ricevere una protesi fissa provvisoria. Non sono in grado di dirle se questa procedura è adatta a risolvere il problema di sua Madre, perchè per darle una risposta attendibile è indispensabile visitare la paziente e sottoporla ad adeguate indagini radiografiche. cordialmente A. Cappello

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

In linea di principio è possibile il carico immediato. L'unico dubbio è la quantità di osso disponibile dopo tanti anni di protesi mobile e soprattutto dove questo osso è sfruttabile per una corretta distribuzione del carico masticatorio sugli impianti.Ci sono diverse soluzioni intermedie. Digiti ad esempio "stabilizzazione delle protesi mobili su mini impianti"....potrebbe essere un'altra idea.

Scritto da Dott. Massimiliano Trubiani
Roma (RM)

Le tecniche riabilitative al giorno d'oggi permettono a quasi tutti i pazienti di ottenere risultati egregi, ma indipendentemente da tutti gli aspetti clinici, emozionali e psicologici di sua madre , desidero ricordarle che in ogni caso si può (e si deve) realizzare un provvisorio, pertanto sua madre non rimarrà neanche un attimo senza denti, D'altra parte il suo dentista di fiducia sicuramente avrà previsto questa possibilità. Perciò tranquillizzi sua mamma che qualsiasi soluzione decida di affrontare (intendo dire di protesi fissa su impianti o protesi mobile o protesi mobile ancorata-overdenture su impianti) non rimane neanche un minuto senza denti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Attilio Toscani
Saronno (VA)

Gentile sig.ra Valeria, mi preme allertarla sul fatto che una estesa riabilitazione , soprattutto su impianti , avrà vita più o meno lunga a seconda dei principi di funzione dell' apparato masticatorio di cui il curante terrà conto. In pratica sappia che tutto funzionerà bene e quindi durerà a lungo ( sua madre è ancora relativamente giovane!) quanto più il suo dentista confezionerà una protesi in una occlusione che vada d' accordo con muscoli e articolazioni ; se ci sarà disarmonia ,cioè mancanza di sinergia tra dove stanno i denti e dove i muscoli della masticazione vorrebbero che stessero, sappia che gli impianti per quanto bene impiantati ....se ne andranno . Ci farà sapere , in futuro . Mille auguri , Biancamaria Castellucci
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Biancamaria Castellucci
Firenze (FI)

Sig. Valeria, in medicina s’inizia dalla diagnosi per poi arrivare alle cure, mancando la diagnosi non è possibile stimare le tempistiche riabilitative. Le cliniche specializzate da lei citate nelle loro pubblicità sono generiche e spesso inducono il paziente all'autodiagnosi, illudendolo di poter avere prestazioni semplici e rapide, diverse da quelle di un libero professionista, ma in realtà anche i semplici odontoiatri conoscono tutti i mezzi e metodi che sono pubblicizzati da alcune cliniche. In parole povere nessuno ha la bacchetta magica e tutti conosciamo i provvisori.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Si oggi con la riabilitazione All on 4 è possibile...... legga i mie articoli nella scheda personale. cordiali saluti

Scritto da Dott. Maurizio Ciatti
Varese (VA)

Gentile signore, la cosa che lei richiede è senz'altro possibile in linea generale; naturalmente bisogna vedere nel caso di sua madre se ci sono le condizioni, locali e generali, per poterlo fare. Se vuole visitare il mio sito, proprio nella homepage, in "agenda", c'è descritto un lavoro del genere, con relativo prezzo, che potrebbe andar bene per sua madre. Saluti

Scritto da Dott. Paolo Gaetani
Lecce (LE)

Prima do decidere a quale soluzione implantare ricorrere bisogna valutare con un dentascan la situazione ossea di sua madre. quindi successivamente si pianificherà il piano di trattamento che prevederà sempre la presenza di una a riabilitazione provvisoria, quindi presenza di denti. Cordialmente

Scritto da Dott. Gino Perna
Roma (RM)

Gentile Signora, non avendo visitato sua madre, non posso dare nessun consiglio personalizzato al suo caso. Da quel che ci dice, sua mamma ha 62 anni, ha ancora dei denti naturali, ed ha una protesi rimovibile "rappezzata" da varie aggiunte dentali. Dato che non si lamenta della protesi mobile, potrebbe cambiare la sua vecchia protesi con una simile ma molto più stabile che si chiama "overdenture" (la cerchi su google.it o su questo portale). L'overdenture può essere fatta sia utilizzando le radici dei suoi denti superstiti, e sia utilizzando dei mini-impianti che vengono messi in giornata ed immediatamente "caricati" dalla dentiera. Se invece si decide a farsi applicare una protesi fissa tipo "ponte su impianti", allora sappia che ci sono tecniche che si riferiscono al "carico immediato", cioè come lei dice: "con un unico intervento provvedevano all'impianto contemporaneamente di tutti i denti mancanti", e sia alla più tradizionale tecnica di posizionamento degli impianti e, dopo alcuni mesi, al posizionamento del ponte sugli impianti. In riferimento a questa seconda ipotesi, sua mamma deve sapere che comunque non resterà nemmeno un giorno senza denti, perchè è sempre prevedibile una protesi provvisoria mobile, prima del ponte provvisorio fisso, e potrebbe essere utilizzata allo scopo anche quella che già ha, dopo avere apportato alla vecchia dentiera piccole modifiche. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)

Tutto è possibile, ma non tutte le soluzioni sono le migliori. Si rivolga ad un IMPLANTOLOGO di provata esperienza e serietà (e non alla Clinica PINCOPALLINO), Dove a volte capita che rubano i soldi delle caparre...e poi...spariscono (notizia di oggi)

Scritto da Dott. Alberto Ricciardi
Trebisacce (CS)

Sig.ra Valeria, il carico immediato è oggi una tecnica consolidata. Il caso di sua mamma va però contestualizzato senza prescindere da un'attenta valutazione dei tessuti duri e molli, anamnesi medica e odontoiatrica, analisi radiologica. Le soluzioni sono molteplici e molto valide. Cordialmente

Scritto da Dott. Livio Germano
Verbania (VB)

Gentile signora le attuali innovazioni in campo implantare hanno reso possibile effettuare la riabilitazione protesica in tempi estremamente ridotti, esistono tecniche che consentono di effettuare una terapia fissa su impianti anche nella stessa giornata il tutto però deve essere attentamente valutato mediante una diagnosi approfondita, cordialità.

Scritto da Dott. Francesco Sforza
Carovigno (BR)

Gentile Valeria, io utilizzo normalmente nel mio studio di Roma questo tipo di soluzioni che prevedono una programmazione del caso al computer, l'esecuzione dell'intervento senza dover incidere la gengiva ed il montaggio immediato dei denti. Venga a trovarmi per un consulto gratuito e senza impegno. Cordiali saluti. Dott. Alessandro Gentile tel. 3384169353.

Scritto da Dott. Alessandro Gentile
Tivoli (RM)

Si, è possibile, se c'è una certa disponibilità ossea. Serve, per poter valutare, una panoramica e una visita, nei casi dubbi, un dentalscan o esame analogo. Fra le tante tecniche di carico immediato, quella che secondo me da più affidabilità e che pratico routinariamente è quella che prevede l'elettrosaldatura degli impianti fra loro, secondo gli insegnamenti della scuola italiana di implantologia. E' una tecnica, quella del carico immediato, collaudatissima da oltre 50 anni di esperienze. Saluti dr. Sergio Formentelli - Mondovì (CN) - www.caricoimmediato.com
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sergio Formentelli
Cuneo (CN)

Gentile Valeria, la possibilità di procedere ad un carico immediato su impianti è legata a molti fattori: quantità e qualità di osso a disposizione, buone condizioni di salute generale,e mani esperte. Per tali valutazioni è necessario procedere ad accurati esami diagnostici in modo da poter stabilire la migliore terapia con la migliore prognosi. Cordialmente dott.D.Cianci.

Scritto da Dott. Dario Cianci
Milano (MI)

Gent.ma sig.ra Valeria, come già detto da alcuni colleghi, nella maggior parte dei casi è possibile risolvere anche edentulie totali con un solo intervento durante il quale vengono inseriti tutti gli impianti e una protesi provvisoria immediata. Il trauma è veramente minimo, dato che non è necessario aprire la gengiva su tutta l'arcata, ma basta aprire delle piccole botole di 3-4 mm in corrispondenza dell'inserimento degli impianti. Tutto questo naturalmente dopo una accurata visita ed una TAC per valutare i volumi ossei. La TAC sarà visibile sul computer tramite un programma apposito e su questa sarà possibile simulare l'intervento. Sono già circa 10 anni che effettuo una chirurgia guidata al computer e le posso dire che in una mattinata il paziente già esce dallo studio con i denti nuovi provvisori. C'è un esempio di caso clinico sul mio sito. Se ha tempo lo guardi e poi ne parli col suo dentista. Cordiali saluti. Dott Domenico Di Croce.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Domenico Di Croce
Vasto (CH)

Cara Valeria, in effetti oggi la possibilita' di "caricare" gli impianti con i denti fissi nella stessa seduta dell'inserimento degli impianti esiste, le variabili sono: - condizioni di salute della paziente - quantita' di osso disponibile per l'implantologia - risvolti economici Quindi se il suo dentista valutera' queste condizioni, sara' in grado di consigliare il meglio per sua madre. Saluti. Dott. Fabio Gramaglia

Scritto da Dott. Fabio Gramaglia
Alessandria (AL)

Gent.le, Sig.ra Valeria, il carico immediato nei siti post-estrattivi è un trattamento chirurgico che serve a dare al paziente una protesizzazione immediata(nella stessa seduta) con la contemporanea estrazione degli elementi dentari ancora presenti, istallazione di impianti e protesi provvisoria nel giro di poche ore. Per garantire il risultato è necessario disporre di adeguata strumentazione, capacità professionale e corretto piano di trattamento, in questi casi l'intervento va condotto in sedazione cosciente. Nel nostro studio eseguiamo questo tipo di intervento routinarimente, la invito pertanto a visitare il nostro sito dove troverà filmati esplicativi.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo Marangini
Napoli (NA)

Sullo stesso argomento

  • A chi rivolgersi?
    Ecco una serie di studi dentistici a cui chiedere informazioni sulle protesi fisse e mobili.