Menu

Domanda di ortodonzia

Risposte pubblicate: 7

Acufeni e male alla mandibola

Scritto da Ivana / Pubblicato il
Gentili dottori ho una domanda da porvi..sto andando da un dentista gnatologo per un problema di malocclusione. Mi sta preparando un bite e nel frattempo ha dovuto sistemare alcuni denti (3.7 e 1.6) per carie presenti sotto vecchie otturazioni..da quando ho effettuato queste cure dentali circa 2 settimane avverto un fischio costante a entrambe le orecchie. Mi chiedevo se poteva essere colpa delle otturazioni. Inizialmente era basso ora è sempre più forte e costante. L'otorino mi ha detto che l'orecchio non ha nulla. Non so che fare.grazie per l'attenzione
Buonasera sig.ra Ivana.
Potrebbe essere ciò che dice, comunque il suo dentista è sicuramente in grado di valutare ciò.
Qualsiasi azione comporta una reazione.
Se le ha proposto il bite c'è sicuramente un motivo. Abbia fiducia.

Scritto da Studio Dentistico Fiori
Castelnuovo di Garfagnana (LU)

Il byte non è pronto: avrà sicuramente dei miglioramenti quando lo porterà. Alle volte, se l'otorino esclude qualsiasi altra causa dipendente dall'orecchio (ma bisogna esserne molto molto sicuri, con esami approfonditi e se necessario, complessi - eventualmente senta un altro otorino), può dipendere dalla occlusione.. Lei ha detto di avere malocclusione. Questa può essere stata peggiorata o comunque alterata dalle otturazioni, nel senso che forse non combaciano bene. Basta ricontrollarle bene che non ci siano precontatti, o contatti sbagliati. Glielo dica allo gnatologo. Ma bisogna anche essere certi che i denti siano a posto come cura della carie, cioè che non vadano devitalizzati. Ci si accorge di questo sia dal dolore, sia da vari piccoli test che fa il dentista, ghiaccio etc. Se le cure in quanto tali sono a posto, bisogna, come dicevo, verificare che le otturazioni non abbiano in qualche modo peggiorato la malocclusione. A volte basta poco. Comunque si faccia consegnare il byte quanto prima, perchè potrebbe senz'altro portare molto sollievo..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

Sig. Ivana, l'acufene può avere varie origini anche quella gnatologica, per cui cominci a curare questa, poi se non passa, si passerà ad altri accertamenti diagnostici.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Senza visita difficile dirsi, la mia impressione è che le "cuspidi dentali" siano state riprodotte male e che il "tavolato occlusale" non sia adeguato. Cerchi queste parole chiave online, forse non sono state riprodotte come dovuto. Gli altri molari non sono lisci hanno delle "fosse dentali" cerchi anche questa definizione e controlli se i denti otturati hanno queste fosse. Se dopo queste otturazioni sono comparsi acufeni ho il sospetto che l'occlusione sia peggiorata, una seconda opinione io la prenderei in considerazione. I rumori (acufeni) sono la cosa più difficile da trattare e più a lungo rimangono e più difficile è curarli, tendono a diventare cronici con facilità.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Daniele Tonlorenzi
Carrara (MS)

Si tratta di acufeni e bisogna tornare dal suo gnatologo perché è molto importante ed è con lui che devi approfondire le analisi. Cordialmente..............................................

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)

Gentile Sig.ra Ivana, il fischio all'orecchio si chiama acufene e tra le svariate cause vi sono i disturbi dell'articolazione temporo-mandibolare. Ora più che accusare le otturazioni penserei alla malocclusione. Cordiali saluti
 

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)

analisi-gnatologica-dr-g.petti-cagliari-1212.jpg
Cara Signora Ivana, buongiorno. Gli acufeni, sono un sintomo propriamente cocleare o dell'orecchio medio od interno e di pertinenza della Otorinolaringoiatria! Anche una nevralgia a frigore del ganglio del nervo trigemino può essere in causa, vada anche da un bravo Neurologo! Poi certamente, può essere in causa anche una malocclusione ascendente o discendente col coinvolgimento patologico della colonna vertebrale e della postura, ma possono essere allora tante cose che vanno tutte valutate per fare una diagnosi differenziale! Se avesse Vertigini bisognerebbe fare una diagnosi differenziale tra Vertigine Soggettiva e Vertigine Oggettiva. Preciso che "soggettiva" è una vertigine in cui lei si sente ruotare ma l'ambiente circostante è fermo mentre invece oggettiva è esattamente il contrario, ossia Lei vede ruotare l'ambiente intorno a sè. Hanno due etiopatogenesi diverse. Le Oggettive sono spesso secondarie a patologie periferiche dell'orecchio medio ed interno in particolare del labirinto che è l'organo dell'equilibrio o dei patologie vertebrali cervicali o della postura e quindi anche gnatologiche e dell'apparato stomatognatico! Le soggettive invece hanno una etiopatogenesi più complessa neurologica centrale del sistema nervoso centrale cerebrale! Questo in linea di massima. E' necessario quindi visitarla per esprimersi in modo realistico ed a Lei utile.Ci sarà probabilmente una patologia Gnatologica che deve essere ben valutata!Sicuramente ha una patologia della ATM e probabilmente una patologia gnatologica di alterazione della Occlusione. Ha bisogno di una visita Gnatologica presso un Dentista Gnatologo, con valutazione delle tre disclusioni in protrusiva o incisiva e lateralità o canine e in relazione centrica e palpazione delle articolazioni ATM e valutazione dei rumori e movimenti e dolore e palpazione dei muscoli pterigoidei e masseteri. Inoltre esame e valutazione della distanza tra il piano masticante superiore e quello inferiore, detto detta Dimensione Verticale e che è individuato anche dalla Curva di Spee e di Wilson per il piano occlusale rispettivamente sagittale e frontale. La terza curva di Compensazione da valutare e quella di Monsen. Tutto questo tra l'altro protegge i denti frontali e la loro posizione ed i rapporti tra quelli superiori ed inferiori sempre frontali ed il loro Over jet e Over bite. E' opportuno anche uno studio con un arco facciale di trasferimento, essenziale per rilevare i rapporti spaziali delle sue arcate con la base cranica e per il montaggio dei suoi modelli di studio su un articolatore a valore medio per studiare la gnatologia della sua bocca e la sua clinica e le sue articolazioni con angoli di spostamenti come l'angolo o movimento di Bennet tra il piano sagittale ed il movimento del condilo in lateralità della mandibola che è la fotografia reale della sua patologia! Per esempio, maggiore è il movimento di Bennet e minore è l'altezza delle cuspidi e viceversa, quindi l'occlusione e il rapporto delle cuspidi tra antagonisti e tra di loro, incidono sul movimento di bennet e sulla misurazione dell'angolo che forma con le strutture citate ed in ultima analisi con le patologie del lato lavorante e di quello non lavorante della testa dei condili. Questo movimento di bennet può essere immediato o progressivo a seconda delle patologie presenti o non patologie presenti, ovviamente! Le lascio una foto Poster dell'Arco facciale ed Articolatore a Valore Medio e di un esame podometrico statico e dinamico compiuterizzato! Come vede la Visita Odontoiatrica è molto più profonda e seria di quanto si pensi e di quell'occhiata che purtroppo spesso viene fatta specialmente in centri particolari di cliniche specie se low cost e non certo da Professionisti Privati e Titolari del Loro Studio! Auguri e Cordiali saluti caro Signore. Il Bite allevierà probabilmente i sintomi ma, attenzione: Pericoloso e prematuro il Bite! Vede il Bite Plane, non è il "toccasana" che si crede! Allora Le dico e la invito a meditare bene: parlando di Bite, ci sarebbe tanto da dire ma questo dovrebbe essere sufficiente per farle capire la complessità del problema e la necessità di visitarla Clinicamente per poter rispondere dopo aver fatto una Diagnosi clinica, semeiolgica e anamnestica, emessa una Prognosi e pianificata la terapia! Tutto questo dopo avere ovviamente azzerato la memoria cerebrale del suo attuale modo di chiudere erratamente la bocca con l'uso di un bite diagnostico-terapeutico costruito sempre con l'arco facciale di trasferimento che si accompagna ad un articolatore semindividuale o meglio individuale che l'Odontotecnico deve sapere usare ed avere per le fasi di laboratorio! Riportata a zero la memoria, si registra la nuova giusta occlusione e disclusioni incisive, canine e in relazione centrica e si costruisce la giusta occlusione! Se poi le avesse anche una disgnazia, essa andrebbe valutata con ceck up ortodontico e cefalometria. La specialità che si occupa di questo è la Gnatologia che studia i rapporti tra i denti delle due arcate antagoniste e con quelli viciniori. Questo si chiama occlusione ed una errata occlusione può causare uno squilibrio delle articolazioni temporo mandibolari, ATM, che si manifestano con rumori. Occorre una visita clinica gnatologica per palpare le articolazioni, i muscoli Pterigoidei e masseteri per valutarne la dolorabilità alla palpazione e il loro stato di contrazione fino alla contrattura che è una contrazione dolorosa che indica patologia presente. Sappia che in ogni caso tra le terapie occlusale c'è il Bite Plane, che deve essere ben realizzato da persona competente, sembra una "sciocchezza" ma non lo è anzitutto è buona regola posizionarlo sulla arcata superiore che è l'unica arcata FISSA perchè solidale con la base cranica, ma a volte va posizionato sulla arcata inferiore, dipende dalla diagnosi e da quello che vogliamo ottenere e poi devono essere studiati i piani inclinati in gradi rispetto al piano occlusale e deve essere valutato lo spessore con cui farlo, ossia di quanto deve impedire la chiusura della arcata inferiore è la mandibola che deve in continuazione cercare una chiusura che non può trovare col bite, così si riposa tutto il complesso sistema neuro muscolare e le articolazioni temporo mandibolari il cervello, per così dire, in questo modo dimentica la posizione errata patologica memoriata da esso e si può trovare anche così la nuova posizione della mandibola, quella "buona","corretta", il bite infatti può essere terapeutico sintomatico e diagnostico e, una volta trovata la nuova posizione della mandibola, si eseguono dei rilievi clinici che permettono di impostare una terapia definitiva di riequilibrio occlusale. Tutti i bite non sono uguali e soprattutto non tutti i Dentisti sanno come usarli e quindi cosa ottenere con il loro uso! Ci sarebbe tanto altro da dire ma penso di essere già stato esaustivo per farle avere un'idea di cosa sia la Gnatologia. Il Poster di cui le ho parlato è dimostrativo di una analisi podometrica statica, di un arco facciale con articolatore a valore medio e di diversi tipi di bite in uno studio Gnatologico come conduco di solito nel mio Studio!Legga, ripeto,nel mio Profilo "Visita Parodontale" che poi è la Visita Odontoiatrica che io Parodontologo ma anche Odontoiatra ed anche Medico faccio sempre, così come mia figlia Claudia, per qualsiasi motivo un paziente venga da noi! Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)