Menu

Domanda di odontoiatria

Risposte pubblicate: 16

A causa di problemi di erosione acida dello smalto, la corona dei miei denti è rovinata

Scritto da Emanuele / Pubblicato il
Buongiorno, a causa di problemi di erosione acida dello smalto, la corona dei miei denti è rovinata. Voglio intervenire almeno sugli incisivi e canini superiori per migliorare l'estetica. Dato che i soldi a disposizione per questo intervento non sono molti, ho comiciato a considerare l'opportunità di rivolgermi agli ormai noti studi dentistici sparsi un pò qua e là in Europa (Croazia, Ungheria ecc). La domanda è: ammesso che accetti di affidare la mia bocca ad uno di questi studi, come posso avere garanzia certa sulla qualità dei materiali? Se le corone/faccette siano o meno in zirconio?
Buongiorno Emanuele. L'erosione acida dello smalto è di provenienza gastrica, a causa del reflusso? Curi prima questa, anche per difendere altri denti dall'erosione dello smalto. Per quanto riguarda le garanzie che cerca, le dovrà chiedere direttamente lì dove andrà. In Italia siamo obbligati per legge a documentare tutti i processi di fabbricazione dei manufatti protesici e della qualità dei materiali impiegati, ciò nonostante la garanzia maggiore che offriamo è quella di essere sempre disponibili verso i nostri pazienti: cosa molto più difficile quando la distanza è rappresentata da migliaia di chilometri, oltre alle differenze di lingua e cultura. Ultima considerazione: se i suoi denti hanno solo difetti dello strato superficiale dello smalto, non è indicata una ricopertura con corone o faccette in zirconio-ceramica, materiale davvero poco estetico e che richiede un forte assottigliamento del dente, bensì in ceramica integrale o feldspatica, molto sottile e più adatta per i fini estetici richiesti. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)

Sinceramente, nella sua situazione non spenderei nemmeno un euro in corone senza prima affrontare la causa a monte del suo problema, vale a dire la presenza di sostanze acide nel cavo orale che intaccano la struttura dei suoi denti, demineralizzandoli. O interrompe questo meccanismo o qualsiasi terapia protesica, a prescindere da dove lei la faccia e quanto spenda, è destinata a fallire a lungo termine. Pianifichi correttamente la terapia... cordialmente

Scritto da Dott. Andrea Balocco
Paruzzaro (NO)

Caro Signor Emanuele, la diagnosi di erosione acida dello smalto le è stata fatta da un Odontoiatra di sicura Professionalità? Perchè è abbastanza rara, si ha come sintomo di alcuni stati patologici ben precisi come la bulimia, l'anoressia, Ernie iatali da scivolamento e tante altre patologie che vanno ovviamente curate se non sarebbe assurdo procedere alla terapia delle erosioni senza aver eliminato la causa principale. Poi ci sono le cosiddette erosioni cervicali dello smalto, comunissime, ne soffre circa 1/3 della popolazione e sono dovute ad un particolare rapporto tra smalto e cemento al colletto del dente! Ossia lo smalto della corona di regola passa nel cemento senza soluzione di continuità proteggendo così la dentina che sta sotto, addirittura in molti casi lo smalto è in eccesso e copre anche il cemento radicolare. In alcuni casi invece lo smalto ha un vuoto prima del cemento radicolare, lasciando nuda la dentina sottostante che essendo fatta di tubuli centrati ed abitati da un assone, ossia fibra nervosa senza guaina mielinica, possono essere sensibilissimi agli stimoli termici e chimici. Inoltre fanno raccogliere placca batterica e si forma una gengivite che se non curata può dar inizio ad una Parodontite! In questo secondo caso di erosioni, estremamente più frequenti, diciamo la quasi totalità, la terapia è semplicissima: basta una otturazione estetica che le chiuda e rimodelli. Nel caso invece delle prime erosioni, si combatte la causa principale anche ricorrendo a visite di medicina internistica e relative terapie anche chirurgiche, per esempio per l'ernia iatale da scivolamento! I materiali possono andare dai compositi estetici, alle faccette in ceramica ad altri materiali estetici che però dubito molto che possa trovare in questi centri. E non parlo solo dei materiali e della loro bontà, ma anche della capacità professionale nell'usarli! Se si chiedesse perchè prima le erosioni non fossero visibili, le spiego che esse sono presenti in modo submicroscopico alla nascita per evolversi al microscopico ed al macroscopico col passare degli anni, spesso dei decenni! Quindi prima deve far fare una accurata diagnosi poi si pensa alla terapia! Chiaro? Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Eventualmente, dovrebbe fidarsi di quello che le diranno...non so se certificano la realizzazione dei loro manufatti protesici. In primis faccia indagare sulla causa che provoca tali erosioni.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)

Ormai anche in Italia esistono studi odontoiatrici legati in franchising a tariffe basse: Non ne conosco la qualità, ma credo possano dare maggiori garanzie di un "viaggio della speranza"

Scritto da Prof. Giuliano Falcolini
Roma (RM)

Sicuramente il reflusso gastro-esofageo può essere la causa di erosione dei suoi denti motivo per cui è importante che prima si faccia curare questa patologia. La terapia per i suoi denti potrebbe essere di due tipi: fare delle otturazioni dirette in composito con la diga di gomma il cui costo oscilla più o meno su un centinaio di euro per dente;l'altra soluzione più bella dal punto di vista estetico, ma più impegnativa dal punto di vista economico è quella di fare delle faccette in ceramica. Per quanto riguarda l'odontoiatria low cost può leggere l'articolo, qui sotto linkato, da cui ricavare spunti interessanti. http://www.dentisti-italia.it/dentista/odontoiatria/628_odontoiatria-low-cost--ma-esiste-davvero.html Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Leonardo Resta
Gioia del Colle (BA)

Sig. Emanuele, tutto deve avvenire con i giusti passi, per primo occorre una seria visita odontoiatrica, poi saranno fatte delle corrette proposte di cura e in collaborazione con il suo odontoiatra troverà la cura più adatta alle sue tasche. Non s’illuda che all'estero i costi siano minori, in molti casi i dentisti italiani danno miglior qualità con minor costo, perchè le forme pubblicitarie sono a volte ingannevoli, in molti casi propongono il solo prezzo della corona sottocosto e poi applicano molte altre voci che portano il prezzo superiore a un normale dentista, si ricordi che i costi pubblicitari sono altissimi e dovranno essere distribuiti tra i vari pazienti che accedono attraverso la pubblicità.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Gentile sig. Emanuele, i materiali che escono da un laboratorio devono essere a norma CE, per questo bisogna rivolgersi a dentisti che abbiano un buon laboratorio. A proposito, ci sono anche altri materiali, oltre allo zirconio- che ora va tanto di moda-, come la ceramica integrale, vedere per credere, cordiali saluti

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)

Importante e' soprattutto eliminare la causa a monte del problema. Poi delle semplici e corrette ricostruzioni in composito possono risolvere il problema con una spesa contenuta. Si rivolga ad un bravo odontoiatra della sua zona e penso che questa sia la strada piu' sicura. In bocca al lupo.

Scritto da Dott.ssa Anna Bilotta
Cetraro (CS)

Gentile Emanuele, in primis, prima di pensare a risolvere il sintomo e cioè l'erosione dello smalto, è necessario risolvere alla base la causa che l'ha determinata e cioè la presenza di un ph acido nella sua cavità orale, ed in secundis non s'illuda dei dentisti low-coast in quanto è molto probabile che va a spendere danaro per comprare solo un souvenir. Cordialmente

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)

Crede davvero di risparmiare molto tra viaggio e tutto facendo un lavoro all'estero? Se si rompe una faccetta, se c'è una retrazione gengivale o qualunque altro problema dove andrà per poterlo risolvere? Ci pensi bene.

Scritto da Dott. Massimiliano Trubiani
Roma (RM)

Ma come mai una signora della nostra Capitale, Roma, pensa così?? Tutti vedono ormai la TV: Striscia è piena delle fregature e dei gravi danni che la gente prende da: abusivi - low cost italiani- turismo dentale in paesi sottosviluppati.. I siti web del settore ma anche quelli di notizie sono stracolmi di questi casi tristi che poi hanno dovuto rifare tutti i lavori da capo. Per non parlare dei danni irreversibili.. LEI A ROMA troverà, grazie a questo portale, cioè QUI DENTRO, uno o più dentisti, serissimi, qualificatissimi, esperti, coscienziosi, onesti, abili, con pesanti curricula di studi, aggiornati costantemente, che si rivolgono a laboratori qualificati e validissimi, IL TUTTO A PREZZI SIMILI DI QUELLI CHE LEI CREDE DI TROVARE ALL'ESTERO. Ed avrà dunque vera cura della sua SALUTE FISICA E PSICHICA.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

Caro Emanuele, come può evincere dalle risposte dei Colleghi, lei ha due problemi da risolvere, in primis l' acidità della saliva e poi potrà pensare alla terapia odontoiatrica. L' acidità della saliva è un sintomo che denuncia uno stato di acidosi che non è ben accetto dall'organismo che deve funzionare in ph neutro o quasi, salvo organi particolari come lo stomaco, pertanto cerca e mobilizza calcio dagli organi e tessuti che ne sono ricchi es. ossa' denti ecc. ( le fanere). Perciò prima di tutto si rivolga ad un internista che l' aiuti a ripristinare l' equilibrio acido/base. Un sistema può essere quello di testare il ph urinario in diversi momenti della giornata, tenendo presente che l' acidità dell' urina del mattino è sempre presente perchè durante la notte l' organismo si disintossica ed elimina gli elementi acidi. Capisce ora che ripristinare il sorriso non è una soluzione, ma una ''toppa'' foriera di ben altri problemi. Quanto alla richiesta di garanzie sui Colleghi stranieri, come pensa possiamo darle certezze?
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Emma Castagnari
Torino (TO)

Prima di tutto va risolta la CAUSA dell'erosione dello smalto (se, effettivamente, di erosione acida si tratta, attenzione alla diagnosi), altrimenti qualsiasi restauro rischia di essere effimero. Cause comuni di erosione acida dello smalto sono, principalmente, l'assunzione regolare di sostanze acide, con l'alimentazione: curiosamente, uno dei più potenti corrosivi per lo smalto dentale è la Coca-Cola (!!), assunta in continuazione; poi i succhi di frutta, limone (un mio anziano paziente, uomo d'altri tempi, ormai scomparso, presentatosi da me con dei mocherini al posto dei denti, mi riferiva, con orgoglio, che per tutta la vita lui, invece di spazzolarsi i denti con il dentifricio, se li strofinava con mezzo limone ...); l'aceto in quantità, ed altre sostanze similari. Cause meno frequenti sono il reflusso gastro esofageo inveterato, oppure il vomito quotidiano (non penso, e lo spero, che sia il suo caso). Lasci perdere i "dentisti" low cost, per l'amor del Cielo, e si rivolga ad un bravo professionista della sua città. Auguri
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Fausto Fumi
Trieste (TS)

Caro Emanuele, prima di cominciare un qualsiasi percorso protesico,deve diagnosticare e risolvere il problema di base, cioè capire da cosa deriva l'elevata acidità che ha corroso i suoi denti, le consiglio in particolare di vedere tramite un gastroenterologo se soffre di reflusso gastro-esofageo.fatto ciò nessuno di noi può dirle se i colleghi sparsi per l'Europa usino materiali di qualità e o certificati. cordiali saluti e auguri

Scritto da Dott. Gaetano Ruggeri
Troina (EN)

Caro Emanuele non è dato sapere con quali materiali le facciano queste terapie. dovrebbe andare da un bravo dentista in Italia per essere sicuro del fatto che i denti vanno necessariamente protesizzati altrimenti potrebbe fare delle faccette in composito provvisoriamente per poi fare un lavoro definitivo quando avrà i soldi, distinti saluti

Scritto da Dott. Domenico Aiello
Catanzaro (CZ)