Menu

Domanda di odontoiatria

Risposte pubblicate: 8

Sono carie o macchie da alimenti?

Scritto da Carolina / Pubblicato il
Salve noto queste macchie sui denti (come da foto allegata) trattasi di carie o di macchie da alimenti? Premetto che non fumo ma bevo molti caffè. Grazie
Cara Signora Carolina, buongiorno. Dalla visione di una foto non si può e non si deve fare Diagnosi. Dato che ho a cuore i pazienti che si rivolgono a Noi, le posso dire che le "macchie" sono nella compagine di due otturazioni estetiche dei due ultimi molari inferiori sinistri e quindi non possono essere carie ma "Pigmentazione" DNDD (da diagnosticare con diagnosi differenziata). Posso anche dirle che il margine mesiale vestibolare (anteriore esterno) della otturazione dell'ultimo molare sembrerebbe infiltrata ma occorre una visita Clinica.Con la Visita clinica bisogna fare diagnosi differenziali con altre patologie come displasie dello smalto, alterazioni cromatiche per patologie batteriche, di miceti (funghi), fluorosi, tartaro e tanto altro e la visita comporta tante cose e tante domande. Possono essere solo macchie sui denti. Tutto sta proprio qui. Macchie sui denti. Sono solo macchie causate da fattori estrinseci o intrinseci. Macchie da farmaci, in particolare tetracicline, fluoro in eccesso (fluorosi), e tante altre che compenetrano i prismi dello smalto, la sostanza amorfa interprismatica e si integrano nel suo interno alterandone il colore. Ci sono poi cause sistemiche Mediche generali. Detto questo focalizzerei l'attenzione su displasie e carie ma come posso dirlo con certezza via Web? Esistono Carie Secche e Floride. carie secche "nerastre", non si approfondiscono quindi nello smalto tra i prismi, nella sostanza amorfa di esso. Hanno una evoluzione molto lenta, spesso di mesi od anni! Ovviamente non basta il colore scuro (nerastro) e la localizzazione (nei solchi e nelle fossette delle superfici occlusali e del termine del solco intercuspidale vestibolare e palatale dei molari dei denti posteriori e palatali di quelli anteriori). Occorre anche che lo specillo, passato su esse, non penetri e non senta una superficie rugosa, che indicherebbe che le carie si sarebbero "attivate" e starebbero per diventare "floride" e quindi andrebbero curate! Quindi, come vede, ci sono carie Secche nerastre in cui lo specillo non penetra, Carie secche e nero-brunastre in cui lo specillo penetra, carie floride, visibili Clinicamente anche solo per una diversa traslucentezza diversa dello smalto, tutte carie, specialmente le secche, che devono essere valutate nel contesto della salute della bocca e dell'intero organismo in cui si trovano. Per esempio, una persona che soffre di Parodontite o ha patologie Gnatologiche od Ortodontiche od occlusali, spesso bisogna curare anche le carie Secche. In bocche perfettamente sane no! E così via! Nei Diabetici, si. E come bisogna tenere in considerazione il Diabete, così bisogna tenere in considerazione e valutare le carie in relazione a qualsiasi patologia locale e sistemica. La Diagnosi di Carie da curare, va quindi al di là della semplice constatazione che c'è una carie (o più carie)! Ecco che le Valutazioni diventano Soggettive! E' il Dentista che Decide se una Carie deve essere curata o deve essere tenuta sotto controllo! E' chiaro questo discorso? Quindi, ogni Dentista interpellato ha "Ragione" se ha Visitato e Valutato tutto con Cura! Tra l'altro, se ci fossero patologie parodontali in atto o Gnatologiche serie o Disgnazie non corrette Ortodonticamente, di regola e salvo eccezioni, si devono curare anche le carie "secche" perché trattenendo placca batterica con quella che per noi è una semplice "rugosità" ma per i batteri sono "caverne enormi dove si moltiplicano e diventano anaerobi e scatenano "aggravamenti" delle patologie dette ed anche ovviamente della carie! Ecco perché nella stessa bocca, un Dentista può non trovare carie ed un altro trovarne molte! Esponga il problema al Suo Dentista!!!Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

E' possibile si tratti di semplici pigmentazioni da agenti esterni, ma non si può escludere una infiltrazione di una otturazione (specie sull'ultimo molare).
La cosa migliore da fare è una bella visita clinica dal suo dentista che potrà fare diagnosi differenziale senza alcun problema.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)

Gentile Sig.ra Carolina, sembrerebbero pigmentazioni e non carie. Purtroppo da una foto non si può fare diagnosi certa, pertanto la cosa più corretta è invitarla a recarsi dal suo dentista per una visita accurata. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)

Dal particolare che invia, si vedono delle otturazioni in materiale composito, che mostrano dei segni sulla superficie, ma soprattutto nei punti dove dovrebbero essere incollate al dente. Poiché queste linee indicano una infiltrazione, é probabile che le otturazioni siano infiltrate di carie. Un restauro é corretto è in buone condizioni, quando non si distingue dal resto del dente. Con una visita può togliersi ogni dubbio.
Sperando di averle risposto, la saluto.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Enrico Cauli
Roma (RM)

Le macchioline probabilmente sono pigmenti normali che si sono annidati in un materiale da otturazione decaduto e non più idoneo ( da quello che si vede, per intuizione, penso che siano otturazioni alquanto antiche): le due otturazioni sono palesemente infiltrate, rovinate e da rifare. Scompariranno anche le macchioline, ed il nuovo materiale, compatto, moderno, più idoneo di questo che è diventato forse poroso, impedirà alle macchie di riformarsi..

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

Sig. Carolina, forse le è stato forse applicato un apparecchio ortodontico fisso superata la fase di crescita, se la risposta fosse affermativa deve rivolgersi al più presto alo studio dove le erano state effettuate le cure. Qualora fosse negativa dovrebbe rivolgersi ad un odontoiatra per un controllo, anche se le pigmentazioni fossero da alimenti.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Mi scusi, ma andare da un dentista per fare una visita ed una diagnosi corretta? Non pensa che sia più corretto? come si può fare una diagnosi senza aver visto il paziente. Su una fotografia? Nn penso che sia un modo deontologicamente corretto. La invito a farsi valutare da un collega. Che le dara indicazioni giuste sul suo caso. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Alessandro Sanna
Lucca (LU)

Concordo con i colleghi che l'hanno invitata a recarsi a visita dal suo dentista per avere la certezza di una diagnosi sicura ciò premesso voglio risponderle...per quello che vedo sono restauri in composito pigmentati ed infiltrati.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)