Menu

Domanda di odontoiatria

Risposte pubblicate: 6

Macchie alimentari e depositi di placca sui denti

Scritto da Andrea / Pubblicato il
Gentili Dottori, sono un ragazzo di 27 anni che va dal dentista regolarmente. Da circa un anno sono in cura con uno gnatologo c/o l'istituto stomatologico italiano di Milano, da cui mi reco con cadenza mensile/bimestrale per i controlli di routine e bilanciamento del bite. L'ultima volta che sono andato (circa 1 mese fa) mi è stata suggerita una seduta di igiene dentale perché iniziavano ad esserci diverse macchie alimentari e depositi di placca sui denti. Per la seduta di detratarsi ho deciso però di rivolgermi ad un'altra struttura, convenzionata con la mia azienda, dove almeno l'igiene dentale, in quanto prevista dalla mia copertura sanitaria, sarebbe stata gratuita. In questo altro centro dentistico il medico che ha eseguito l'igiene mi ha detto che ho due otturazioni infiltrate visibilissime ad occhio nudo e quindi 2 nuove carie. Mi ha detto che sono ormai da rifare perché sono nere e che i dentisti che mi hanno visto fino a questo momento devono essere ciechi per non essersene accorti fino ad ora. Onestamente ci sono rimasto male, perché nell'ultimo anno hanno controllato la mia bocca 3 dentisti diversi all'ISI di Milano e nessuno di questi mi ha mai detto che queste otturazioni fossero da rifare. Ammetto che già prima di ricevere questo parere, avessi qualche dubbio su questi strani aloni e macchie, ma non avendo fastidi e venendo sempre rassicurato dai medici non me ne sono più preoccupato. Adesso però tornano i dubbi e volevo se possibile un altro parere medico. Foto in allegato Ringraziandovi anticipatamente per le preziose risposte colgo l'occasione per porgere i miei cordiali saluti.
Sig. Andrea, i suoi dubbi non si risolvono in internet, ma solo mettendo a confronto l'odontoiatra che definisce "cechi" gli odontoiatri che l'hanno sempre visitata, per cui non esiti al prossimo controllo fornire telefono e numero dell'odontoiatra che ha definito "cechi" i suoi colleghi, questo permetterà di arrivare a un giusto confronto e darle una corretta versione univoca. Personalmente valuto queste situazioni borderline in base al paziente, se il mio paziente è mantenuto sotto stretto controllo continuo con i controlli fino al primo mutamento del quadro clinico; è un paziente che non si sottoporrà a controlli, intervengo preventivamente. Purtroppo oggi troviamo odontoiatri che devono convenzionarsi con strutture che sottopagano le prestazioni, sperando poi di recuperare il non percepito attraverso altre prestazioni.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Caro Signor Andrea, buongiorno. Premesso che dalle foto non si può fare Diagnosi dato che non si può fare una Diagnosi Differenziale via Web tra una carie ed ima otturazione estetica magari un po' "vecchiotta"! Infatti la Diagnosi è solo Clinica e Radiografica eventualmente con Rx endorali e con la semeiologia ed Anamnesi e prove termiche al caldo ed al freddo e "esplorazione" con specillo apposito, premesso questo, le dico: Ne parli tranquillamente col suo Dentista, invece di andare a cercare irrispettosamente pareri altrove (il nuovo Dentista!!!)scambiando chi cerca di alleviare le sofferenze altrui (Noi) per Giudici che si permettono di "giudicare" un collega! Questo è il risultato di un "fondamentalismo" nel fare informazione, da parte di molti colleghi. Il risultato è che il Paziente si permette di dubitare del proprio Dentista per simili "banalità"! Banalità nel contesto clinico del suo apparato stomatognatico.Ho virgolettato perché non posso sapere se sia una "banalità" o una cosa "Grave".Lei espone il piano terapeutico del Suo Dentista e chiede il nostro parere. Sbagliato. Non si fa così! E' una scorrettezza verso il Suo Dentista! In ogni caso se non ha più fiducia in Lui, si faccia Visitare da un Dentista in cui abbia Stima e Fiducia, pagando la Visita e non cercando di "sfruttare in modo errato il Web per risparmiare una Visita Clinica che è indispensabile. Noi non siamo Giudici, almeno io ma Medici e Cerchiamo di Alleviare le sofferenze di Voi Pazienti e dare consigli corretti! Lei invece vuole un Consulto ed allora lo faccia Clinicamente presso il Professionista di cui si Fidi veramente! Solo così saprà la Diagnosi Corretta e Professionale! Le carie sono quasi sempre visibili oggettivamente dal Dentista. Basta avere l'occhio esercitato per riconoscere e valutare cambiamenti di traslucentezza o di opalescenza in corrispondenza proprio delle creste marginali mesiali e distali che sono l'espressione appunto di carie interprossimali (che sembra che non si vedano)! Qualsiasi Dentista che faccia Odontoiatria di Qualità sa riconoscere queste carie, ci mancherebbe anche! Ba di che la traslucentezza o la opalescenza che si vede in foto ed anche clinicamente sicuramente può essere dovuta o a carie o alla presenza di una pregressa otturazione!!! Prima di "puntare il Dito" (che va puntato eventualmente sull'uno o sull'altro) faccia fare una Diagnosi Corretta, ripeto pagando la Visita, da un Libero Professionista! "Libero", mi intenda!! Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Si, a me sembrano carie, anche se le foto non sono nitide. Una semplice rx toglie il dubbio!!! E l'idea che se non c'è fastidio, non c'è carie va decisamente definitivamente abbandonata, perchè se il paziente aspetta di avere fastidi, vuol dire che la carie sta vicina o sul nervo e va devitalizzato...!!! La carie se presente deve essere diagnosticata per tempo, assolutamente non sui sintomi che avverte il paziente, ma con tutti gli ausili diagnostici che solo un dentista ha a disposizione: occhio, specillo, rx, diagnocam (una diavoleria moderna che svela tutte le carie senza dubbio alcuno) etc etc. Se la carie non sta troppo vicina al nervo, l'unico sentore che può avere il paziente è sensibilità al freddo o agli zuccheri. Ma spesso questi primi sintomi vengono sottovalutati o ignorati dal paziente. O possono anche essere del tutto assenti. Ci vuole il dentista!!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

Ma forse si tratta di otturazioni effettivamente infiltrate, o solo leggermente datate con qualche macchia e nulla di più. Dalle foto che posta è difficile capire e darle una risposta chiara. Cerchi di parlarne con il suo Dentista di riferimento, esprimendo i suoi dubbi e le sue perplessità a riguardo, vedrà che avranno modo di controllare con maggior precisione.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)

Gentile Sig. Andrea, effettivamente si vedono aloni che potrebbero essere otturazioni infiltrate, ma non è detto. Se è in cura da un anno e quei aloni non hanno subito modifiche andrei cauto nel dar del cieco ad un mio collega. Parli con franchezza al suo dentista abituale, è la cosa più corretta. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)

Buongiorno Andrea; personalmente sono restio a fidarmi di chi critica offendendo altri colleghi; soprattutto quando lavora sottocosto aderendo a convenzioni che strangolano economicamente. Puo' essere che questo non sia cosi',anche perche, guardando le foto, un dubbio di carie potrebbe esserci, pero' io sottoporrei la cosa al suo dentista abituale

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)