Menu

Domanda di Endodonzia

Risposte pubblicate: 15

Cura canalare e granulomi

Scritto da Alba / Pubblicato il
Presa visione della panoramica, il mio dentista mi ha detto che ho 5 denti dove la cura canalare non è stata effettuata fino in fondo e quindi bisognerebbe ritrattarli per non incorrere in granulomi. E’ possibile che precedenti dentisti abbiano lavorato così male su così tanti denti? Inoltre è il caso che li ritratti tutti quanti subito? Mi è stato detto che ci vogliono circa 300 euro a dente! Voglio dire: è certo che in tutti e 5 i denti mi verranno dei granulomi a breve? Grazie
I granulomi, se ci sono, vanno trattati ,essendo lesivi per tutto il corpo , dalla panoramica si vedono. Lei non deve immediatamente trattare tutti gli elementi, in assenza di lesioni radiografiche, infatti oltre alla devitalizzazione esistono anche l'amputazione coronale della polpa,tecniche forse antiquate ma senz'altro ancora praticate. Molte volte esistono delle reazioni pulpari in grado di cicatrizzare e rimanere non patologiche per molti anni o per sempre.E' chiaro che una sorveglianza attiva dello stato generale deve sempre avvenire come dall'altronde in ogni stato ,sia sano che patologico.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giovanni Schicchi
Foligno (PG)

Gentile Alba. Se la panoramica rivela la presenza di uno o più granulomi, i denti coinvolti devono essere ritrattati. Laddove queste lesioni non sono presenti, sarebbe opportuno tenere la situazione sotto controllo. Comunque non è detto che a breve si manifestino i granulomi.

Scritto da Dott. Filippo Gaslini
Sassari (SS)

Gentile Alba, concordo con le opinioni espresse daqi colleghi Schicchi e Gaslini. Rispondo però alle Sue due altre domande. - si, è possibile che siano stati eseguiti plurimi trattamenti canalari incompleti...dipende dalla meticolosità dell'operatore e dal suo desiderio di mantenersi aggiornato con i progressi di una tecnologia in continua evoluzione. -i ritrattamenti canalari, essendo ancora più complessi e delicati delle devitalizzazioni "ab initio", è corretto costino quanto indicatole dal collega cui Lei si è rivolta.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Roberto Vanden Bogaerde
Vimercate (MB)

Assolutamente d'accordo con i colleghi. Un sigillo canalare corto non è detto che provochi sempre la comparsa di patologie apicali, va inoltre considerato che l'apice anatomico e quello radiologico non è detto debbano coincidere. Se è stata refertata la presenza di rarefazioni apicali quegli elementi vanno ritrattati, altrimenti vanno solo tenuti sotto controllo radiologico. Cordialmente

Scritto da Dott. Flavio Melillo
Genova (GE)

Deduco dalle sue parole che i granulomi non sono visibili in radiografia (appaiono come piccole palline scure sulla punta delle radici!). ma che si vede solo che i canali non sono stati adeguatamente riempiti.( la linea bianca che corre dentro la radice non arriva fino alla punta) Certamente il rischio di una infezione cronica c'e', ma l'assoluta certezza che da questa siatuazione derivi un granuloma in tempi rapidi non c'e'. Quindi puo' anche , se vuole, aspettare e controllare periodicamente con una radiografua endorale ed eventualmente intervenire al primo segno di cambiamento del quadro radiologico o ai primi sintomi. Certamente meglio tagliare la testa al toro e ritrattare tutti i canali in maniera adeguata. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Studio Odontoiatrico Cappelli
Ascoli Piceno (AP)

Gentile Alba, concordo con le opinioni espresse dai colleghi non è detto che una chiusura canalare corta provochi sempre la comparsa di lesioni apicali (granulomi). Se la lesione è visibile bisogna eseguire un ritrattamento canalare. Se la lesione non è visibile può tenerli sotto controllo radiografico . Cordiali saluti Dott. Pietro Meringolo

Scritto da Dott. Pietro Meringolo
Cirò Marina (KR)

Non penso sia il caso che ritratti subito tutti i denti anche perchè mi pare di aver capito che non sono ancora presenti granulomi. Semplicemente il suo dentista l'ha informata sui rischi che corre con devitalizzazioni incomplete. Penso che sia il caso di tenere sotto controllo la situazione periodicamente con rx endorali. Nel caso in cui, invece, siano già presenti rarefazioni apicali, allora è il caso di ritrattare il dente corrispondente. Cordialmente Emma Volpe

Scritto da Dott.ssa Emma Volpe
Siracusa (SR)

Gentilissima Signora. Alba, la radiografia panoramica non sempre è l'esame più idoneo per valutare le chiusure canalari, a volte le immagini appaiono distorte e sovrapposte. Meglio eseguire delle rx endorali con la tecnica del centratore in modo da ottenere delle immagini mirate di dimensioni reali e rivalutare il tutto prima di procedere ai trattamenti. Mi piacerebbe conoscere il motivo per cui si è sottoposta alla RX panoramica ? Se vuole contattarmi il mio indirizzo è ruffonidiego@virgilio.it
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Gentile signora, non posso che rispondere SI a quasi tutte le sue domande. SI, è possibile che un dentista solo abbia fatto questo; quando è un caso ogni tanto, è un errore: in endodonzia una devitalizzazione su 10 va male, e questa statistica è dei migliori specialisti. SI, tendenzialmente è meglio ritrattare per non incorrere in granulomi. Tenga inoltre conto che un dente devitalizzato è più fragile degli altri e tende a spezzarsi più facilmente, e quindi di norma i denti devitalizzati andrebbero irrobustiti con una corona (anche se si può derogare a questa regola usando il "buon senso"); in questa ottica il ritrattamento mi sembra una necessaria cautela. SI, se si prende la decisione, non c'è motivo per differire il ritrattamento, che non sia la dilazione di spesa. SI, il costo per il ritrattamento è equo, ma consideri che probabilmente alcuni denti andranno rivestiti con la capsula. No, non è detto che vengano per forza dei granulomi. La panoramica non è comunque l'esame radiografico più idoneo per valutare se esistono dei granulomi; le radiografie endorali sono molto più sensibili e indicative; tenga inoltre conto che sovente vi sono delle lesioni periapicali (granulomi per l'appunto) senza che neppure una radiografia endorale riesca a rilevarle. Un graluloma, anche se latente, è sempre pericoloso per la salute generale, potendo portare, seppur raramente, a malattie molto gravi al cuore e ai reni.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sergio Formentelli
Mondovì (CN)

Gent.ma Alba le cure canalari non necessariamente devono essere effettuate tutte. Ci possono essere denti trattati non fino all'apice, ma che non danno assolutamente problemi, per cui non è obbligatoro trattarli se non danno problemi e se non hanno lesioni all'apice radiologicamente evidenziabili. A volte è meglio lasciar stare il "can che dorme" perchè può essere che a pensare di fare meglio si fa peggio! Cordiali saluti m. cristina brotto

Scritto da Dott.ssa Maria Cristina Brotto
Milano (MI)

Cara Alba è vero che le terapie canalari vanno concluse fino all'apice della radice con una buona sterilizzazione e sagomatura dei canali radicolari, ma nel tuo caso se non vi sono granulomi ossia lesioni infiammatorie croniche all'apice della radice, (cerca di farti fare delle radiografie endorali che sono piu precise per una buona valutazione) e non c'è sintomatologia, cerca di tenere nel tempo, sotto controllo quegli elementi dentari, e se poi se ne dovesse mostrare la necessità per uno di questi motivi, provvedi col ritrattamento. Distinti Saluti Dr.Vincenzo Bifaro
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Vincenzo Bifaro
Giugliano in Campania (NA)

Gentile Sig.ra Alba, concordo con il collega Formentelli. Le radici sono le "fondamenta" della "casa-dente". soprattutto se su quei denti sono previste cure complesse e costose non è prudente trascurare il rifacimento di terapie inadeguate. per quanto riguarda i restauri: sui denti posteriori è vero quanto affermato, cioè è prudente proteggere i denti dalle forze della masticazione con intarsi o corone. sui denti anteriori (da canino a canino) normalmente è sufficente un restauro diretto (cioè un'otturazione).
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Attilio Venerucci
Finale Ligure (SV)

Cara Alba, concordo con i colleghi, in quanto i denti con "lesione" all'apice vanno trattati in tempi brevi, mentre quelli in cui questa lesione non è manifesta, "andrebbero" ritrattati, ma se questi non danno problemi possono restare cosi, a patto che li controlli periodicamente; il discorso cambia se decide di protesizzarli con una corona, in tal caso il ritrattamento è obbligatorio. Dr Gerardo Cafaro

Scritto da Dott. Gerardo Cafaro
Campagna (SA)

Le cure canalari, viste in radiografia, dovrebbero raggiungere l'apice della radice. E' di reperto comune però, vedere dei denti asintomatici con le cosiddette canalari corte. Se non deve fare delle protesi su quei denti o metterci dentro dei perni canalari, li faccia tenere sotto controllo radiografico endorale (non panoramico)almeno una volta all'anno. Si interverrà solo se ci saranno nuovi segnali radiografici o clinici. Se invece il dentista deve fare delle protesi su quei denti o deve mettere dei perni endocanalari, è preferibile fare il ritrattamento, che per i denti ad un solo canale ha in media il costo che le hanno detto. Saluti Dott. Roberto Robba Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Roberto Robba
Cagliari (CA)

Gentile signora in presenza di granulomi bisogna sempre intervenire con un ritrattamento, pur sapendo che questo non è sempre risolutivo. Se i denti in questione sono asintomatici e privi di granulomi potrebbe non esserci l'obbligo di intervenire. Dr CASELLA ( TO)

Scritto da Dott. Franco Massimo Casella
Torino (TO)

Sullo stesso argomento