Menu

Domanda di denti del giudizio

Risposte pubblicate: 13

E' possibile sia un trisma pre-estrazione?

Scritto da Leandro / Pubblicato il
Salve, è da domenica mattina che provo un certo fastidio (se non dolore) nel deglutire e da lunedì martedì che provo difficoltà nel parlare. Domenica mattina constatavo che il dolore proveniva costantemente (con fitte più forti quando deglutivo) dalla zona dove "dovrebbe" nascere il dente del giudizio inferiore destro. Notavo anche che la parte era calda e gonfia. Essendo domenica non potevo contattare il mio dentista di fiducia, ma la sera stessa la mia temperatura si alza notevolmente fino a toccare i 39. La mattina successiva avverto il mio medico di base, facendogli presente sia la situazione "dentale" sia che solo il lunedì prima avevo avuto febbre per una tracheite. Lui opta per una cura a base di antibiotico (Augmentin). Ad oggi, mercoledì mattina, non ho più febbre e il dolore è diminuito, ma in compenso non riesco più ad aprire la bocca, provo raramente dolore nel farlo è più che altro un "blocco". Leggo sia un trisma ma è possibile un trisma pre-estrazione? In ogni caso conto di recarmi dal mio dentista il prima possibile, purtroppo dopo il lunedì passato con la febbre alta l'ho contattato martedì ma era chiuso per lutto.. Grazie anticipate.
Gentile Leandro, la sintomatolgia che lei descrive può essere attribuita al dente del giudizio così come lei descrive. E' certamente necessario che si faccia vedere dal suo odontoiatra di fiducia il quale saprà certamente indicarLe le terapie più idonee. Cordialmente Dott. Dario Cianci.

Scritto da Dott. Dario Cianci
Milano (MI)

Gentile Leandro, dai sintomi che descrive effettivamente potrebbe trattarsi di una contrazione muscolare da verificare con un consulto. Si faccia vedere subito dal suo odontoiatra per una conferma della diagnosi. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)

Caro Leandro, la sintomatologia da te raccontata può essere riferita senz'altro ad una disondotiasi del dente del giudizio in fase acuta (pericoronite) ed, in tali casi, è opportuna una terapia antibiotica ed antinfiammatoria e sciacqui con un collutorio a base di clorexidina. Contatta il tuo dentista per una consulenza. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)

Caro Signor Leandro, il Trisma è la contrattura (contrazione spastica dolorosa) dei Muscoli Massetere, Pterigoideo e Temporale, quelli insomma che fanno chiudere la bocca e le articolazioni temporomandibolari. Qualsiasi processo infiammatorio che si verifichi nelle loro vicinanze, come avulsioni chirurgiche di ottavi, disodontiasi (disturbi dell'eruzione ) degli ottavi, ascessi, parodontiti, parulidi (ascessi parodontali), ma anche malattie sistemiche in particolare Tetano, Meningite ed altri affezioni ed infezioni delle strutture che avvolgono il sistema nervoso centrale o che lo interessano direttamente, ma avrebbe altri sintomi importanti ben precisi e se l'ha visitata il suo Medico di Base stia tranquillissimo!Bene gli antibiotici anche se li avrei prescritti più idonei e potenti, male il non aver prescritto miorilassanti potenti. Anzichè perdere tempo, in ogni caso, vada subito dal Dentista, si copra bene e non perda altro tempo e se fosse ancora chiuso vada in Ospedale a Bari in Divisione di Chirurgia Maxillo-Facciale ed Odontostomatologia. E' importante che venga fatta subito una Diagnosi certa. Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Sig. Leandro, la cura prescritta dal suo medico di base è corretta per la tracheite e per la pericoronite del terzo molare. Oggi sicuramente il suo odontoiatra esprimerà la corretta diagnosi

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Gentile Sig. Leandro, il trisma può insorgere per cause infettive (pertanto può benissimo insorgere per difficoltà nell'eruzione del dente del giudizio) o per malattie sistemiche. In questo caso oltre a una terapia antibiotica (con dosaggi importanti) si può associare un miorilassante che può diminuire il trisma. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)

Egr. Sig. Leandro La sintomatologia descritta è quasi sicuramente imputabile al dente del giudizio in fase di eruzione, si tratta di una cosiddetta disodontiasi, ovvero un disturbo dell'eruzione del dente del giudizio, è dominabile con una terapia antibiotica ed antinfiammatoria associata con eventualmente sciacqui con clorexidina al 2%, in genere il tutto regredisce nel giro di una settimana, è però necessaria una visita dal suo dentista per una valutazione piu' accurata della situazione clinica. Cordialmente Dr. Paolo Formenti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Clinica dei dottori Molinari W. e Formenti P
Monza (MB)

Sicuramente la sua sintomatologia è determinata dal dente del giudizio e rientra nella normalità. Io le consiglio di continuare la terapia antibiotica di effettuare un radiografia OPT e con più calma valutarne l'estrazione. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Leonardo Resta
Gioia del Colle (BA)

Gentile paziente, il trisma e' abbastanza frequente nella disodontiasi del terzo molare. Gli antibiotici sono il farmaco d'elezione in questi casi. Mi e' successo un solo caso in cui la disodontiasi aveva scatenato una reazione disfunzionale dell'articolazione per cui tutte le volte cerco di fare diagnosi differenziale fra le due patologie. Con ogni probabilita' e' lo stress col conseguente digrignamento che provoca il problema all'articolazione tm. Se dopo due o tre giorni il trisma e' passato bene,altrimenti e' meglio associare miorilassanti. Ma e' raro
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Si, Leandro, è possibile che il trisma sia determinato da una pericoronarite. Cordialmente.

Scritto da Dott. Cosimo Coscia
Collegno (TO)

Caro signore, la disodontiasi del dente del senno con relativa infezione locale e spasmo reattivo muscolare (trisma) sono certamente la causa del suo problema. Valida é la terapia antibiotica, associata a collutori a base di clorexidina ed eventualmente a farmaci miorilassanti. Successivamente una OPTgrafia (panoramica dentale) potrà meglio chiarire la diagnosi. Sicuramente si dovrà optare per l'estrazione di tale dente e, solo dopo un certo periodo di tempo, se il trisma persiste, occorrerà eseguire ulteriori indagini. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Vito Antonio Tomasicchio
Bari (BA)

Ringrazio il dottor Santomauro per la corretta lezione di anatomia normale. Il trisma da disodontiasi è anche normale nella situazione descritta. L'avverto che la risoluzione del trisma sarà lunga, almeno due settimane, ma anche questa cosa è normale. Dopo l'elogio di tanta normalità, distinti saluti.

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)

Si faccia rivedere dal suo dentista

Scritto da Dott. Alessio Battistini
La Spezia (SP)