Menu

Domanda di corone

Risposte pubblicate: 15

Possibile non esista nessun altro rimedio per salvare i miei denti?

Scritto da stefania / Pubblicato il
Buongiorno, io ho 10 denti sani il cui smalto è consumato totalmente sulle pareti interne. Mi è stato consigliato di limarli ed incapsularli tutti anche perchè inizio a sentire troppo il caldo/freddo, dolce/salato.A vrei scelto delle corone di metallo e ceramica precedute da quelle rivestite in resina. Possibile non esista nessun altro rimedio x salvare i miei denti? grazie S.
Possibile non esista nessun altro rimedio per salvare i miei denti?
Gentile Sig.ra Stefania, mi pare che la soluzione prospettata si la migliore. Ma è stata fatta diagnosi sul motivo per cui ha un consumo eccessivo dello smalto? Infatti prima di mettere le capsule bisogna eliminare questo problema. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)

Gentile Stefania non conoscendo il suo caso posso solo dirle che la copertura con corone in ceramica in assenza di smalto è una terapia routinaria che consente di coprire i denti ed evitare i fenomeni come la sensibilità dovuta all'usura dello smalto. Appare comunque piuttosto strano che l'usura sia localizzata ed interessi esclusivamente la parte interna. Sarebbe opportuno approfondire questo aspetto particolare ed eventualmente ricercarne la causa di questa localizzazione insolita. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)

Gentile Stefania, il consiglio d'incapsulare i denti privi di smalto è saggio ma prima bisogna valutare la causa ha determinato tale abrasione. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)

Cara Signora Stefania, prima bisogna fare una diagnosi sulle cause che hanno fatto "erodere" lo smalto denti, raro trovarlo solo nella parte linguale o palatale (interna), poi si procede alla terapia come le è stato proposto!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Alla base di tali erosioni ci possono essere diverse cause. Esempio una malocclusione o addirittura un grave reflusso acido gastro esofageo. Meglio prima occuparsi della causa. Esempio con un trattamento ortodontico. Ma se c'è bruxismo, questo ha anche delle cause psicogene. Queste cause potrebbero danneggiare poi anche le capsule. Quindi meglio curare anche queste se ci sono.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

Sig. Stefania, mi spaventa un po' la sua età, forse è meglio farsi mettere per iscritto una corretta diagnosi.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Sicuramente cercherei di fare una corretta diagnosi poichè lei è una paziente giovane, quindi la riabilitazione che le viene prospettata deve essere ben ponderata, e deve avere un'aspettativa di durata molto lunga nel tempo.

Scritto da Dott. Paolo Vavassori
Stezzano (BG)

Sig.ra Stefania, prima di pensare a quale sia la terapia per riabilitarla è importantissimo capire quali sono state le cause che hanno portato all'erosione dello smalto soprattutto vista la sua giovane età. Molteplici sono le cause ,come hanno già scritto i colleghi, appunto il bruxismo o il reflusso gastro esofageo o l'ingestione abituale di sostanze acide ( succo di limone, d'arancia o coca cola, etc.) Con il suo dentista cerchi di risalire alle cause e dopo sarà affrontato il problema riabilitativo. Cordiali saluti.

P.S. la coca cola ha un ph bassissimo (3,4)se ingerita abitualmente in grandi quantità ha un potere erosivo sui denti enorme.

CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Piero Puppo
Imperia (IM)

Gentma Sigra Stefania, le cause che determinano una erosione dello smalto sono molteplici, bisogna individuarla altrimenti corre il rischio che il manufatto protesico potrebbe essere danneggiato in breve tempo. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Cosimo Coscia
Collegno (TO)

Gentile paziente, per il suo caso clinico descritto, sarebbe saggio prima di procedere alla ricopertura degli elementi erosi, intercettare le cause che l'hanno portata a tale stato in cui si trova, eventualmente devitalizzare gli elementi più a rischio, ed infine proteggere e riabilitare protesicamente il tutto, altre procedure tecniche sarebbero solo un palliativo a breve termine. Distinti saluti Dr. Giancane Tommaso

Scritto da Dott. Tommaso Giancane
Noci (BA)

Gent.ma Sigra Stefania,l a risposta del dott. Petti è vangelo; la sottoscrivo in pieno. Buonasera

Scritto da Dott. Antimo Perfetto
Sant'Antimo (NA)

Gentile Stefania, le otturazioni hanno dei limiti, quello che è importante è la ritenzione. Se un dente si presenta diffusamente danneggiato l'unico modo di ricomporre l'architettura delle pareti conferendo robustezza è ricreare il perimetro, vale a dire costruire una corona, e questo si può fare con vario materiale. Per comodità e per far abituare il sistema al lavoro finale si può anche far precedere il lavoro da un provvisorio in resina, che può anche essere armato. Mi sembra dunque che la soluzione prospettata sia la migliore, sempre che con la protesi si possano anche bypassare i motivi dell'usura delle parti linguali degli elementi. Attenzione quindi all'occlusione, che non deve essere in alcun modo traumatica! Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)

Si faccia vedere e curare da un buon dentista

Scritto da Dott. Alessio Battistini
La Spezia (SP)

Gentile signora Stefania, la prego di prestare molta attenzione. Dire che lei ha dei denti SANI che presentano delle erosioni al punto che diventano sensibili al caldo freddo equivale a raccontare quella (orribile e stupida) barzelletta che dice che morire di raffreddore non è grave (!). Se ci sono le erosioni, i suoi denti NON sono sani, e se un dentista in possesso dei requisiti legali e morali per esercitare si è espresso con quella diagnosi vuole dire che un motivo c'è. O si fida, o interpella un altro collega, ma il dato oggettivo della sensibilità termica è un dato che sulla carta non va sottovalutato. Poi possiamo anche disquisire sulle alternative possibili, ma se fosse verificata la diagnosi temo che ci siano poche altre strade percorribili. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)

Prima di tutto è necessario identificare la causa (bulimia, reflusso gastro-esofaceo, consumo eccessivo di sostanze acide, celiachia,...) ma forse questa la conosce già e ce l'ha omessa. In linea di principio la ricopertura può essere una buona soluzione, ma se non si rimuove la causa può esitare in un fallimento.

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)