Menu

La professione odontoiatrica ieri ed oggi

L'Odontoiatria è molto cambiata in questi ultimi anni. Dalla preistoria al futuro!

by Dott.ssa Silvia Audino 05-03-2020 111 visualizzazioni

La Professione Odontoiatrica ieri e oggi

L’Odontoiatria è molto cambiata in questi ultimi anni. Dalla preistoria al futuro!

Fino agli anni sessanta del secolo scorso, -cioè fino a poco più di cinquanta anni addietro-, l’Odontoiatra è stata caratterizzata da una impassibile staticità, clinica, metodologica, strumentale e merceologica, che aveva caratterizzato i decenni ed i secoli precedenti. L’Odontoiatra del passato era frequentemente un medico senza altre motivanti e valide alternative specialistiche e professionali, sia sotto l’aspetto culturale, che sotto quello delle sue disponibilità merceologiche e delle proprie capacità cliniche; Odontoiatra spesso per ripiego.

Pertanto, frequentemente era egli stesso statico e distaccato, soprattutto sotto l’aspetto della “Ricerca Scientifica”, ma anche sotto quello della clinica, fatta eccezione solo per alcuni fulgidi esempi di intuizione e di elevata capacità, che costituirono gradualmente il “nucleo fondante della moderna Odontoiatria”.

Fino a circa quaranta anni addietro, prima che venissero identificati i primi casi di AIDS, l’Odontoiatra lavorava quasi sempre nel cavo orale dei propri Pazienti, a mani nude!

Vecchi termini storici quale quello di “piorrea alveolare”, vecchi luoghi comuni come “dente che duole, và tolto”, vecchie tecniche terapeutiche come il trapano a pedale, vecchi metodi e materiali restaurativi, “l’acciaio, i silicati, poi anche l’amalgama d’argento”, e “l’implantologia pionieristica”, dopo avere rappresentato l’unica alternativa per tanti anni, successivamente hanno lasciato spazio alla moderna clinica odontoiatrica, alla tecnologia più avanzata, alla attuale merceologia restaurativa e riabilitativa, alle nuove leghe protesiche ed alle metodiche free-metal, alla odierna implantologia osteointegrata, alla microchirurgia, inimmaginabili fino a pochi anni addietro.

L’odierno Odontoiatra, è Odontoiatra per scelta e passione!

L’innovazione tecnologica avvenuta nel mondo odontoiatrico, in questi ultimi anni con un unico balzo ha compiuto un inimmaginabile salto in avanti. Tale importante viraggio che ha riguardato il mondo odontoiatrico, a partire dal contributo dato dalla formazione universitaria ed a quello fornito delle numerose Associazioni Culturali, è avvenuto in coincidenza con la istituzione del Corso di Laurea in Odontoiatria, che ha differenziato i propri programmi formativi rispetto a quelli della Laurea in Medicina e Chirurgia.

Quest’ultima però necessitava per la pratica odontoiatrica specialistica, della successiva Specializzazione in Odontoiatria e Protesi dentaria o di quella in Stomatologia. Infatti, l’Odontoiatra dei nostri giorni -ma ciò già avviene almeno da circa trent’anni-, non effettua più una scelta professionale casuale ovvero di ripiego, ma è un “Odontoiatra per una scelta”.

Scelta culturale e di vita, scelta consapevole e deliberata.

L’Odontoiatra oggigiorno, è motivato, è ambizioso nel migliorarsi culturalmente, è costantemente aggiornato, notevolmente supportato dalla Ricerca, che frequentemente lui stesso effettua, quasi sempre prendendo spunto dalla sua stessa Pratica Clinica Quotidiana.

Sono innumerevoli le innovazioni, successivamente consolidatesi in nuovi “metodi” o nuove “tecnologie e invenzioni”, nate da molti odontoiatri nei loro Studi Professionali. Congressi, Meeting, Corsi, Master, Expo merceologici ed impiantistici, pubblicazioni del settore, libri, non dimenticano di ricordarci quasi settimanalmente che questa “onda lunga di cultura ed innovazione” che dura da oltre quarant’anni non si è ancora estinta.

Scritto da Dott.ssa Silvia Audino
Palermo (PA)

TAG: La professione odontoiatrica