Menu

Domanda di Patologia orale

Risposte pubblicate: 14

Ispessimento della mucosa

Scritto da lia / Pubblicato il
Salve dottore, è da un po' di giorni che ho un fastidio alle gengive, nonchè ad un molare nella parte inferiore destra. Oggi pomeriggio ho fatto una capatina, dal mio dentista di fiducia, il quale mi ha visitata e mi ha detto che le gengive sono infiammate causa tartaro (purtroppo per motivi personali, non ho potuto seguire l'igiene negli ultimi mesi e quindi il mio appuntamento semestrale è saltato) anche se continuo ad essere molto attenta nella pulizia quotidiana... ma mentre osservava la mia dentatura, ha notato che c'è un ispessimento della mucosa, dove qualche anno fa è stato tolto un dente del giudizio. Il chirurgo che era presente, mi ha detto che dovrò tenere sotto controllo il tutto perchè a lungo andare si potrebbe trasformare in cancro, e che se necessario si dovrebbe raschiare la gengiva... io inoltre ho dolori sotto l'orecchio e preciso che soffro di malocclusione... ora che devo fare? che significa "ispessimento della mucosa"? dopo ciò che mi ha detto, diciamo che l'85% delle mie funzioni cerebrali si sono fermate, quindi avrei bisogno di sapere a cosa vado incontro, e come comportarmi tra igiene, fumo etc etc, lui mi ha detto di evitare di mangiare sulla gengiva ispessita e fumare poco... può illuminarmi? grazie mille
Gentile Sig.ra Lia, dire che un ispessimento della mucosa può trasformarsi in cancro mi sembra un'esagerazione abnorme e denota poca professionalità da parte di chi lo ha asserito senza avere dati obiettivi ed istologici che conducessero a tale diagnosi. Le consiglio di rivolgersi ad un centro universitario di patologia orale e stia tranquilla in quanto potrebbe trattarsi di una ipertrofia della mucosa gengivale determinata dall'avulsione del dente del giudizio. Le consiglio di sottoporsi a periodiche visite di controllo (ogni 6 mesi)e di smettere e/o limitare il fumo. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)

Gentile Ilia, senza alcun dato oggettivo è impossibile dare una risposta o interpretare le parole riferitele dal suo dentista. Si faccia spiegare meglio che cosa intende per ispessimento della gengiva, se trattasi di una semplice ipertrofia oppure se presenta altre caratteristiche che possano farla riferire ad esempio ad una leucoplasia o altre caratteristiche. Sicuramente ii fumo è un fattore irritativo cronico da evitare assolutamente e spesso responsabile di distrofie della mucosa così come lo sono traumatismi ripetuti per una protesi od otturazione incongrua. Le parole che riferisce sono troppo generiche; le consiglio di consultare un patologo orale per delineare esattamente il tipo di problema e che le possa dare giusti suggerimenti. Stia comunque serena perchè di solito questi problemi si risolvono tranquillamente. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)

Cara Signora Lia.... semplicemente allucinante se è vero e se ha capito bene e se ha scritto bene!!!!!....... anzitutto ispessimento non significa niente, non è un termine medico....forse il "fantomatico chirurgo" voleva dire "Ipertrofia gengivale"...che è appunto un aumento di volume della gengiva.... quello che mi lascia veramente sbalordito è la leggerezza con cui Egli abbia detto "a lungo andare si potrebbe trasformare in cancro, e che se necessario si dovrebbe raschiare la gengiva" .... primo perchè un sospetto così deve essere confortato da un esame istologico, da una diagnosi certa e se si trattasse di una lesione precancerogena o potenzialmente cancerogena, la si deve rimuovere tutta e subito dopo il risultato istologico della biopsia!...io ad "occhio " anche se non la vedo le posso dire che una ipertrofia gengivale non è precancerogena...quindi si tranquillizzi.... l'85% delle funzioni cerebrali sono venute meno al suo Dentista Chirurgo evidentemente ...perchè non è un comportamento professionale, nè umano , insomma è sbagliato ed assurdo sotto qualsiasi punto di vista lo esamini.... il consiglio è di cambiare dentista per farsi fare una diagnosi esatta della "lesione" e se fosse una semplice ipertrofia, se è il caso la si esciderebbe tranquillemente con una banalissima gengivectomia parodontale ...ma solo se fosse il caso ossia se creasse patologia...penso proprio che i suoi dentisti abbiano preso "aglio per cipolla" signora cara......le lascio una foto di una ipertrofia iperplasia gengivale banalissima escissa con una gengivectomia......LEI HA BISOGNO DI UNA VISITA DA UN PARODONTOLOGO che si occupa di queste patologie e se il caso esegua una biopsia ...quando sono patologie...perchè penso che non abbia niente!!!..................Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE
Liafoggia2810.jpg

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Gentile Signora, diagnosticare una pre-cancerosi da un ispessimento mucoso è quanto meno azzardato e poco professionale. Ci vuole ben altro per arrivare ad una diagnosi. Inoltre il disturbo alle orecchie è correlato alla malocclusione e non all'ispessimento mucoso. Le consiglio di recarsi, per sua tranquillità, presso un centro di patologia orale gestito dal SSN dove troverà medici competenti per una visita più accurata ed eventualmente una biopsia. Cordiali saluti Dott. Michele Paradiso - Torino
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Michele Paradiso
Nichelino (TO)

Mi sembra si sia fatto del terrorismo in modo un pò superficiale o comunque si sia spiegato un pò approssimativamente una potenzialità evolutiva dei tessuti se mi permette, le consiglio un'ulteriore valutazione da altro collega che la esamini con attenzione e valuti eventualmente anche con radiografie la situazione sia gengivale che ossea sì da poterle dare risposte anche sullo stato infiammatorio determinato dal tartaro, per il quale un paradontologo è consigliabile, come già i colleghi, che mi hanno preceduto hanno affermato cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Treviso (TV)

In medicina non esiste neoplasia benigna che non possa trasformarsi col tempo in maligna, ma tra questo e parlare di cancro alla bocca con una semplice occhiata, di acqua sotto i ponti ce ne passa veramente tanta. Le consiglio di farsi refertare per iscritto quanto espresso verbalmente e di recarsi presso un ambulatorio di patologia orale nella sua città, col quale referto (sempre scritto) spero possa prendersi la soddisfazione di confutare la prima diagnosi nefasta. Se ciò confermato potrebbe anche consigliare al primo dentista di essere più cauto nelle sue osservazioni. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)

Cara Signora, difficile darle una risposta senza avere la possibilità di vederla.Torni dal suo dentista e faccia direttamente a lui tutte le domande per dissipare i suoi dubbi.Saluti

Scritto da Dott. Piero Puppo
Imperia (IM)

Non aggiungo altro a quello che unanimemente le hanno detto i miei colleghi, pienamente d'accordo. Solo per tranquillizzarla, sappi che a Foggia c'è la facoltà di odontoiatria (presso gli ospedali riuniti)dove può rivolgersi per togliersi tutti i dubbi. Cordialmente

Scritto da Dott. Ciriaco Francesco Tufarelli
Foggia (FG)

Cara Lia, concordo con tutti i colleghi che mi hanno preceduto, parlare di ispessimento che può diventare cancro mi sembra inverosimile e ha dell'assurdo, pretenda quanto meno una diagnosi più medica, vada da un odontoiatra serio o in un centro universitario e si faccia controllare, nel frattempo stia tranquilla.

Scritto da Dott. Donatello Castagna
Cori (LT)

Sig.Lia, concordo con il dott.Colla, ritorni dal chirurgo che la visitata e si faccia rilasciare un referto scritto, forse c'è stata qualche incomprensione, non deve abbandonare il problema, ci mantenga sempre aggiornati.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Cara Lia i dottori hanno dato un parere senza cognizione di causa, senza fare biopsia e senza fare radiografie, vada in un centro di chirurgia maxillofacciale o di patologia orale per farsi fare una visita approfondita, distinti saluti,

Scritto da Dott. Domenico Aiello
Catanzaro (CZ)

Cara signora, non ho parole. Sono sconcertato di come si possa parlare tranquillamente di lesione precancerosa ? e poi , dopo aver terrorizzato il paziente , non attivare gli accertamenti di rito che sono la visita presso un centro di Patologia Orale ( Esistono proprio per questo. Teniamo presenti che le patologie orali sono complesse e variegate e spesso non alla portata di un dentista generico che non ha la possibilità di acquisire l'esperienza necessaria. ) che se conferma la lesione, e visti i presupposti sono molto scettico,eseguirà una biopsia escissionale seguita dall'esame istologico.Per cui le posso tranquillamente dire di stare tranquilla fare gli accertamenti dovuti, chieda di mettere per iscritto le considerazioni diagnostiche, verifichi che il suo dentista sia iscritto all'Albo, e si rivolga ad un dentista valido o ad un centro Ospedaliero di Patologia Orale. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Murruni
Giussano (MB)

Forse, signora Lia, tra le tante parole che le sono state dette quella che le è rimasta impressa è quella del cancro. O perlomeno lo spero. Vorrei non credere che un collega chirurgo sia stato così superficiale dal dirglielo in questo modo. Condivido anch'io il pensiero del Dott. Colla, ritorni dal suo di 'fiducia' e si faccia ripetere la visita e refertare ciò che clinicamente è visibile. Rimaniamo in attesa di ulteriori informazioni. Saluti

Scritto da Dott. Sandro Compagni
Latina (LT)

Presumo che il dentista si riferisse ad un fenomeno di ipercheratosi, che, in verità, è piuttosto frequente nella zona retromolare a seguito di estrazione del dente del giudizio. Un ipercheratosi di questo tipo è assolutamente benigna. Si verifica ipercheratosi in quella zona anche in caso di pazienti fumatori: in questo caso la trasformazione maligna è remota, ma possibile. Le ipercheratosi definite pre-cancerosi facoltative del cavo orale assumono l'aspetto di macchie bianche e prende il nome di leucoplachia. Se il suo dentista ha invece rilevato una leucoplachia la lesione va monitorata o eliminata. Ci sono delle strutture di riferimento affiliate al progetto "Oral cancer day" e le può trovare suddivise per provincia in questo link: http://www.fondazioneandi.org/pdf/2010/Centridiriferimento2010.pdf Se vuole un parere può rivolgersi ad uno di questi centri.
CONTINUA A LEGGERE
DSCN2813.JPG

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)

Sullo stesso argomento