Menu

Domanda di Patologia orale

Risposte pubblicate: 13

Mia sorella ha sul labbro inferiore una specie di vescicola

Scritto da elisa / Pubblicato il
Buonasera, scrivo perchè è da più di un mese che mia sorella ha sul labbro inferiore interno, sulla mucosa molle del vestibolo, una specie di vescicola, che sembrerebbe avere le caratteristiche di un'afta, tuttavia si continua a riformare periodicamente e a riempirsi di pus sanguinolento. Ogni volta che si rigonfia lei la schiaccia facendone uscire il contenuto, ma dopo poche settimane si rigonfia. Però questa piccola vescicola non le crea alcun tipo di dolore o fastidio. Si è già rivolta al medico di base, che le ha consigliato (più di un mese fa) un farmaco da mettere sullo spazzolino insieme al dentifricio, ma con scarsi (o nulli) risultati. A chi dovremmo rivolgerci? Alla clinica odontoiatrica? o dovremmo andare da uno specialista di chirurgia orale??? Grazie per l'attenzione, Elisa
Sig. Elisa, deve rivolgersi a un ambulatorio di medicina e patologia orale, dove sarà eseguita una diagnosi ed eventuali interventi chirurgici. Non trascuri assolutamente il problema.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Cara Signora Elisa....difficile fare diagnosi senza vederla clinicamente, in ogni caso l'Herpes è dolorosissimo ed ha un alone infiammatorio che circonda la vescicola ... che, una volta aperta fa uscire siero e non sangue... poi non dura un mese ... dura meno... quindi la farei vedere da un Dentista esperto in stomatologia = le malattie delle mucose della bocca (di regola qualsiasi dentista con un minimo di esperienza sa valutare queste patologie) ...o da un Dermatologo..... la cosa che non deve fare è "scoppiare da sola la lesione bollosa".................Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE
scoppiabolla.JPG

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Cara Elisa, le patologie del cavo orale sono molteplici e di varia eziologia.Non potendo aiutarla non avendo dati oggettivi le consiglio di rivolgersi ad uno studio o ambulatorio o una clinica per lo studio delle patologie orali. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)

Signora Elisa il fatto che si riempia periodicamente di pus sanguinolento indica un'infezione cronica.Ora siccome poi della bocca stiamo parlando,prima di gettarci in articolate congetture riguardo la natura di sifatta lesione perchè non fa un salto dal dentista?

Scritto da Dott. Orazio Ischia
Lipari (ME)

Gentile Sig.ra Elisa, fra le tante ipotesi circa l'etiologia della lesione non escluderei quella che possa trattarsi di una ghiandola salivare minore che si sia incistata. Le consiglio di rivolgersi presso un centro di patologia orale. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)

Una struttura che curi le patologie orali.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)

Premesso che è impossibile fare diagnosi senza poter visitare sua sorella e vedere la lesione di persona, la descrizione farebbe pensare a un mucocele da stravaso; come le ha già detto il Dott. Santomauro, il labbro è ricco di ghiandole salivari minori... traumatismi ripetuti sulla mucosa (morsicazione, ecc...) possono esitare nella rottura del dotto salivare, con raccolta di mucina sottomucosa. La tendenza alla recidiva è un aspetto tipico di questo tipo di lesioni, perchè allo svuotamento "meccanico" fa seguito una nuova raccolta di materiale prodotto dalla ghiandola. In ogni caso è assolutamente raccomandato fare una visita in una struttura di Patologia Orale, dove uno specialista potrà eventualmente confermare il sospetto diagnostico o fare diagnosi differenziale sulla lesione Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Andrea Balocco
Paruzzaro (NO)

Prima di rivolgersi affrettatamente ad un chirurgo consigli prima a sua sorella di sottoporsi ad una visita accurata da un patologo orale. Cordialmente

Scritto da Dott. Livio Germano
Verbania (VB)

Sig. Elisa faccia visitare Sua sorella da un Dentista che valuterà  al meglio la situazione. Cordiali Saluti

Scritto da Dott. Angelo Raffaele Izzi
Lainate (MI)

Sig.Elisa concordo col dott. Ruffoni deve rivolgersi a un ambulatorio di medicina e patologia orale. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Marco Pellegrini
Cesano Maderno (MB)

Visita odontoiatrica che poi, eventualmente, potrà indicarle lo specialista o la struttura più idonea. Saluti

Scritto da Dott. Sandro Compagni
Latina (LT)

Cara Elisa, Lei parla di vescicola (=piccola bolla) che poi, però, chiama afta (=piccola/grande ulcera). A titolo puramente informativo, mi pregio di notificarLe che l'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha stilato una serie di linee guida per tutelare la salute pubblica. Nel caso di macchie/placche bianche e/o erosioni/ulcere, la regola è: "Se la lesione non removibile permane per (o peggiora dopo) due settimane, è necessario gestirla secondo un protocollo di screening ben preciso". Ergo, indipendentemente dalla effettiva natura della lesione (il cui riconoscimento parte necessariamente da un "occhio esperto"), se non l'ha già fatto, Le suggerisco di prenotare repentinamente una visita specialistica per Sua sorella c/o una struttura (pubblica o privata è irrilevante) in cui operi un Odontoiatra Esperto in Patologia Orale. Se lo ritiene, ci contatti pure (o ci mandi almeno una foto digitale in macro). Con l'augurio di una pronta diagnosi, terapia e guarigione; Antonio Scala, Brescia.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Antonio Scala
Brescia (BS)

Sullo stesso argomento