Menu

Domanda di ortodonzia

Risposte pubblicate: 2

Seguito domanda del 18/12/2008: Soluzioni per un problema di terza classe

Scritto da LAURO / Pubblicato il

Buongiorno, vorrei ringraziarvi di cuore per la gentilezza, e tenpestività delle vostre risposte. Vorrei aggiungere alcune precisazioni: - ho piena fiducia nel mio ortodonzista, ma ho sempre paura di non fare abbastanza per mia figlia; - la mancata crescita deriva da un''anomalia di Binder, con assenza di spina nasale, un solo incisivo centrale. Se qualcuno ha avuto patologie simili, o visto studi su tale situazione o ha qualche suggerimento, è sempre gradito. Grazie a tutti voi.

 

Domanda a cui fa seguito la presente:

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/ortodonzia/679_soluzioni-per-un-problema-di-terza-classe.html

Sig. Lauro, i suoi ringraziamenti sono sempre graditi, personalmente non ho mai visitato pazienti con questa sindrome, che si manifesta con displasia maxillonasale e grave retrusione del terzo medio facciale. La piena fiducia nell’ortodonzista, il periodo di crescita di sua figlia ancora sfruttabile e la vostra assidua collaborazione, porteranno a dei risultati che, sicuramente, renderanno meno invasivo un eventuale intervento chirurgico. In letteratura è visionabile il seguente articolo :"team editoriale di Orphanet (Gennaio 2006)".
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Beh, ma questo cambia moltissimo tutto. Secondo me queste situazioni le possono affrontare solo dei centri specializzati universitari, e non noi comuni dentisti mortali.. Sono patologie molto particolari, e richiedono spesso un approccio multidisciplinare ed una esperienza che nessun ortodontista, per quanto preparato può avere in uno studio privato.. Solo un centro universitario, dove normalmente convergono i casi come quelli della piccina, può aver visto prima un caso simile. Se fosse arrivato da me, lo avrei inviato all'università..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)