Menu

Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 5

Ho finalmente deciso di ricorrere alla terapia ortodontica per risolvere il mio problema estetico

Scritto da Laura / Pubblicato il
Buongiorno, ho 37 anni e ho finalmente deciso di ricorrere alla terapia ortodontica per risolvere il mio problema estetico. Il mio canino destro si trova in posizione ectopica a causa di un palato stretto e conseguente sovraffollamento; inoltre ho subito l'estrazione del 35 più di 10 anni fa, cosa che ha peggiorato il danno estetico, al punto da causare un importante disallineamento tra l'arcata superiore e quella inferiore (pari alla larghezza di un incisivo). Mi sono rivolta a un ortodontista che ha valutato il mio caso e mi ha proposto un piano terapeutico di 2 anni che prevederebbe l'estrazione del 24. Questo si rende necessario per creare lo spazio sufficiente per il canino (attualmente non c'è proprio spazio) e fare in modo che l'arcata superiore si sposti a sinistra verso la mediana. La cosa mi spaventa non poco perché a quel punto la parte sinistra si ritroverebbe con due denti in meno (il 24 da estrarre e il 35 già estratto) rispetto alla destra. Ho paura che questa nuova asimmetria possa creare nuovi problemi. Potete farmi sapere cosa ne pensate? Sarebbe meglio ricorrere a più estrazioni? Grazie mille in anticipo

Gentile Signora Laura, buongiorno. Devo ripetere per l'ennesima volta questo concetto: la diagnosi Ortodontica è cosa seria e dipende da una infinità di problemi da valutare con accurato check up ortodontico e cefalometria che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere; è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni, numeri e dati e, chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia, sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta. Vede, siamo entrati in concetti complessi! Come posso risponderle, Professionalmente, quindi?

Le consiglio, per un consulto sapiente, visto che è palese purtroppo la sua sfiducia nel Suo Dentista Curante, cosa disdicevole ma visto che chiede, devo rispondere al meglio, di rivolgersi al Dott. Edmondo Spagnoli, Illustre Ortodontista di grande Notorietà che ha lo Studio a Lecco ma mi sembra, se non sbaglio, che ne abbia anche uno a Milano. E', come me, Consulente Scientifico di Dentisti-Italia. Le saprà dare consigli e risposte corrette e colte.
Cari Saluti

CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Sig. Laura, effettivamente il suo appunto ha qualche fondamento, infatti di norma si procede all'avulsione di 4 premolari uno per emiarcata. Ora noi non conosciamo lo studio del caso e il parere del collega, per cui una risposta più corretta la si potrebbe avere con la presentazione dello studio del caso con la relazione del collega.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Purtroppo, come sempre rispondiamo su questo portale, non per inezia o scarsa volontà, la diagnostica ortodontica online è estremamente limitata e incompleta. Una diagnosi ortodontica chiara ed esauriente, soprattutto per casi che sembrano piuttosto complessi come il suo (ortodonzia correttiva nell'adulto), richiede una serie di elementi (visita clinica, radiografie, impronte, masticazione etc etc) che ci impediscono di darle una risposta davvero di aiuto.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)

Si tratta di una specie di scorciatoia alquanto discutibile: il centro sarebbe forse riconquistato, ma sarebbe del tutto spostato verso sinistra, come nell'arcata inferiore...!! Questo aggiungerebbe un inestetismo veramente inaccettabile, tutte le arcate spostate, superiore ed inferiore a sinistra della linea mediana. Io ragiono per immaginazione stando a quello che lei riferisce. Lo spazio va analizzato bene con modelli, rx e cefalometrie e se la causa della carenza di spazio sopra è il palato stretto, con conseguente (presumo) inversione del morso da un lato o forse da entrambe (ovvero che i denti superiori stanno troppo dentro rispetto agli inferiori), bisogna vedere se si può creare spazio allargando il palato, cioè se questo è ancora possibile... In ogni caso, a parte l'estetica, c'è da vedere come ottenere (se ancora possibile alla sua età) una vera funzione occlusale, cioè il corretto combaciamento di tutti i denti sopra con sotto e viceversa..!! L'estetica sarà una conseguenza immediata della corretta occlusione. In altre parole la bocca ha una sua forma ideale ed è questa che bisogna tentare di conseguire con un trattamento ortodontico: non solo risultati parziali ed a metà. O sbagliati!! Tenga presente che le malocclusioni spessissimo hanno una componente basale, ossea, strutturale, e visto che una ragazza diventa adulta a 13 anni più o meno (dal punto di vista ortodontico) c'è da valutare SE la correzione è possibile oppure no, perchè se c'è di mezzo la struttura ossea, questa difficilmente migliora dopo i 13 anni... Come dicevo prima, l'unico vero risultato della ortodonzia deve essere la perfezione. Oltretutto i risultati parziali, espongono, perchè instabili, non essendoci la perfezione o quasi, a recidiva, cioè che tolto l'apparecchio i denti si spostano quasi come erano prima.. In altre parole ancora non è detto che si risolva, va studiato bene PRIMA di mettere qualsiasi apparecchio, e non fare tentativi ingenui o peggio, dannosi. Come dice il collega dr. Ruffoni, in genere i denti se veramente vanno estratti per creare spazio, sono o 4 o nessuno!!! Cioè destra e sinistra e sopra e sotto devono andare d'accordo e combaciare. Non so se mandando foto assai ben fatte e rx, saremmo noi, qui, a distanza web, in grado di dirle di più.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

Mi spiace ma è proprio impossibile consigliare qualcosa con la scarsità di indicazioni, soprattutto in casi estrattivi.
Deve proprio affidarsi con fiducia.
 

Scritto da Dott. Costantino Volpe
Salerno (SA)