Menu

Domanda di ortodonzia

Risposte pubblicate: 5

Cosa possono avermi causato queste strisce sbiancanti?

Scritto da Sonia / Pubblicato il
Gentili dottori, Spiego brevemente cosa mi è successo: Ho sempre avuto gli incisivi superiori lievemente indietro rispetto a quelli laterali ma in maniera impercettibile. Un giorno ho acquistato delle strisce sbiancanti naturali (contenenti carbone attivo, glicerina, sorbitolo) e le ho tenute in posa il tempo indicato sulla confezione. Appena tolte ho subito avvertito un senso di fastidio. Guardandomi allo specchio ho notato crepe e microfratture sugli incisivi che prima non avevo. Purtroppo non è tutto.. Ho cominciato a sentire la bocca quasi anestetizzata e vedevo gli incisivi superiori centrali indietreggiare sempre di più fino a toccarsi ormai con gli inferiori. Ho un morso profondo e gli incisivi continuano a muoversi indietro oltre che a sfaldarsi sotto. Il mio dentista parla solo di malocclusione e di erosione dentale proponendo un apparecchio ortodontico che vorrei mettere. Ma cosa possono avermi causato queste strisce? È da quel giorno che ho cominciato ad avere problemi.. Non credo sia un caso. Grazie
Il fai da te in questi casi non va bene.
Pubblicità, internet, e cosi dicendo tutti fanno tutto.
Non funziona così.
La sensibilità che ha avvertito è normale, il suo dentista glielo avrebbe detto sicuramente.
Le microfratture e "crepe" che ora vede c'erano anche prima , solo che non si vedevano.
Il prodotto sbiancante che ha usato ha solo "pulito il dente" ingannando l'occhio.
Non può aver provocato arretramento dei suoi incisivi a meno che lei abbia portato la mascherina una settimana di fila senza toglierla.
Mi scusi.. ma queste cose perchè non le chiede al suo dentista di fiducia? continua nel suo atteggiamento del "fai da te".
Abbia fiducia nel professionista al quale si affiderà e smetta di leggere internet. Tutto si può risolvere nel giusto tempo con i giusti costi.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Studio Dentistico Fiori
Castelnuovo di Garfagnana (LU)

Gentile Sig.ra Sonia, il sistema sbiancante che ha acquistato in effetti non è molto efficace, molto blando. Pertanto quello che le è capitato non si spiega. Molto più verosimile è che la causa dei suoi problemi sia dato dal morso profondo. Cordiali salutui

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)

Cara Sonia quello che le è capitato si può riscontrare nella sindrome di Antani un fenomeno molto raro ma non impossibile, strano che il suo dentista non lo ha riconosciuto ci sono cose strane che avvengono in particolari condizioni astrali specialmente nei giorni dispari.

Scritto da Dott. Gianfranco Tortora
Brescia (BS)

Cara Signora Sonia, buongiorno. Ma perché ha fatto da solo, dando retta probabilmente al "Signor Internet"!!! Il carbone attivo assorbe sì le macchie dello smalto, almeno in linea generale ma deve sapere che può rovinare lo smalto, come è successo a Lei. Infatti è molto "abrasivo" non solo per lo smalto in cui ne frantuma e danneggia in particolare la membrana di Nasmyth (o cuticola esterna dello smalto che riveste per intero, come fosse un "cappotto" che lo protegge) e che essa deriva nell'embriogenesi dall'Epitelio Pavimentoso Esterno dell'Organo dello Smalto e tralascio il resto dell'embriogenesi e dei tre strati di cellule del Sacco Follicolare e che formano i cementoblasti e l'apice radicolare dissolvendo la Guaina Epiteliale dell'Hertwig importante perché i suoi residui possono innescare la formazione di cisti apicali e formano l'altra il ligamento alveolo dentale e la terza la corticale ossea alveolare (cemento radicolare, ligamento alveolo dentale e corticale e teca ossea costituiscono il Parodonto: un po' di "Cultura" non fa mai male :) ed ecco che si potrebbe avere una osteolisi di tale origine, anche! Non solo ma danneggia anche il connettivo e l'epitelio gengivale (parodontale) e l'attacco epiteliale al dente, della gengiva libera, aprendo tasche parodontali che approfondendosi 'per l'interazione de sistema immunitario con ni batteri, causa la formazione di difetti ossei a più pareti complesse (Parodontite, per intenderci, volgarmente "Piorrea")! Il morso profondo e lo spostamento palatale degli incisivi, invece non sono certo influenzati dal carbone attivo, direttamente, magari, indirettamente, se avessero causato la formazione di tasche parodontalòi che andrebbero curate prima dell'ortodonzia, durante l'ortodonzia e dopo l'ortodonzia! In conclusione le consiglio di farsi visitare da un bravo Parodontologo e solo se fosse tutto Ok, il suo Dentis ta potrebbe procedere con l'Ortodonzia, dopo Cefalometria completa! Cari saluti e si rivolga sempre al Suo Medico e mai più faccia di "testa sua"! Ok? Ora stia su perché si risolverà tutto in mani buone ovviamente! Vede quanti parametri Diagnostici Differenziali bisogna valutare in una Visita Clinica Odontoiatrica? Si fanno le Diagnosi Differenziali con l'ausilio della Semeiotica Medica e la Parodontologia, la Gnatolgia etc!

Come vede Una visita Odontoiatrica è un atto medico importante e colto che richiede almeno un'oretta oltre un'altra mezzoretta per informare il paziente (consenso informato). Mi scuso coi Colleghi di Dentisti Italia se mi sono ripetuto per l'ennesima volta ma questo comportamento "che purtroppo è figlio di questi nostri tempi malsani e di questa nostra Società decadente" deve cessare! Io faccio il possibile. Una Visita Odontoiatrica è la massima espressione Culturale e di conoscenza Medico-Odontoiatrica e, se fatta come si deve , impegna il Cervello del Dentista per un'ora circa più una mezzora per le informazioni doverose di "consenso informato"!
Legga come faccio io una Visita leggendo sul mio Profilo "VISITA PARODONTALE", ma vale come visita Odontoiatrica generale, perché la visita che si fa nel mio studio, a prescindere dal motivo per cui è venuto il paziente, è questa e stia certo che tutte le patologie "saltano fuori"! Non è Lei che deve "capire" è il Dentista! E non troverà certo il Dentista da chi fa le Visite Gratis come nelle Low Cost ma purtroppo anche presso Dentisti Privati con pochi scrupoli ed affamati di pazienti, tanto da sottovalutasre l'importanza di una visita Clinica Semeiologica completa, il cui Onorario è doveroso far saldare dal Paziente! Non esiste Odontoiatria di qualità altrimenti! Spero che molti pazienti leggano e meditino su quanto è scritto invece di lasciarsi "abbindolare" da cosiddette "Cliniche" di cosiddetti "Medici" senza scrupoli!!! Intervengo io, nel mio piccolo e come posso, a cercare d i tutela re Voi pazienti, per la latitanza dell'Ordine dei Medici ed Odontoiatri e delle Associazioni Odontoiatriche che dovrebbero tutelare Noi e Voi Pazienti!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Sig. Sonia, chiaramente è sempre meglio avere un parere di un odontoiatra prima di applicare dei prodotti sui denti, ma che queste strisce abbiano causato tutto quello che racconta mi sembra improbabile. Avverta immediatamente la farmacia o il negozio che ha venduto le strisce e scriva alla casa produttrice dando la sua disponibilità a sottoporsi a visita. I consigli del suo odontoiatra devono essere presi in considerazione.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)