Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 7

Sedazione cosciente inalatoria Napoli e provincia

Scritto da DOMENICO / Pubblicato il
Salve, mio figlio di 11 anni necessita' di chirurgia e ortodonzia essendo un fifone impaurito non collaborante non si farebbe fare la siringa per anestesia locale o altre manovre mini-chirurgiche. Ho letto che la sedazione cosciente con ossigeno e protossido d'azoto tramite mascherina è una tecnica di analgesia sedativa ideale nell' odontoiatria pediatrica volevo sapere se tra Napoli e provincia e Caserta e provincia c'era e conoscevate un esperto e specializzato in Ortodonzia con queste caratteristiche. Grazie a tutti e buon lavoro
Il problema è che i pazienti fobici sono diffidenti di tutto e spesso rifiutano anche di indossare la mascherina nasale...-------------------------------------------------

Scritto da Dott. Paolo Gaetani
Lecce (LE)

Se nessuno le risponde qui in questo sito, lei mi contatti in privato che glielo trovo io. Ho un contatto con molti sedazionisti in tutta italia. Mi scriva pure. La mascherina risolverà la situazione del figliolo impaurito

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Salve, mi contatti per una prima visita. Nel nostro studio pratichiamo la sedazione cosciente con protossido d azoto e ci occupiamo di Ortodonzia. Le auguro una buona giornata a lei è suo figlio.
 

Scritto da Dott. Flavio Esposito
Napoli (NA)

Su Focus c'è l'elenco dei medici dentisti che hanno in studio questo tipo di analgesico. Cordialmente...........................................................................................................

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Signor Domenico, buongiorno. Contatti il Dottor Passaretti, Noto Professionista Colto e che pratica e si occupa di sedazione cosciente o il Dottor esposito di Napoli che è a Lei "vicino" ed è anche Egli un Professionista molto Preparato in particolare in Pedodonzia (Odontoiatria Infantile). Ciò detto e confermato, Personalmente devo dirle che in tanti anni di Professione ho curato pazienti grandi e piccoli "non collaboranti" per varie patologie, tra cui diversi bambini Autistici e sono sempre riuscito a curarli conquistando psicologicamente la loro "Fiducia"! Per fare l'Odontoiatra occorre "polso" (polso che dipende dall'autorevolezza ed autorevolezza che dipende dalla Cultura, Preparazione, Professionalità). "Polso" e "Dolcezza"! Personalmente useremmo, mia figlia che esercita anche la Pedodonzia ed io, solo un approccio giusto, calmo, affabile con lui e riusciremmo a curarle il dente in modo tradizionale. In tanti anni di Onorata Professione non ho mai avuto bisogno di sedare un paziente anche il più "difficile", basta saperlo "prendere, per così dire"! In ogni caso esiste sempre la Sedazione Cosciente che è un grane ausilio se occorresse, come detto! Se la paura fosse reale come sembrerebbe, dato che sarebbe apparentemente "immotivata", le consiglio di parlarne con uno Psicologo o meglio con uno Psicoanalista perchè queste "fobie" possono essere "banali" ma sempre bisognose di un sostegno psicologico, ma possono essere anche la manifestazione di un disturbo dell'inconscio più ancestrale e profondo, spia di possibili patologie dell'Io più intimistico che solo uno Psicoanalista può portare alla "luce"! Questo come consiglio Medico.Prenda però in considerazione quanto Le ho detto in veste di Medico: 11 anni sono molti per avere queste "fobie apparentemente irrazionali" e sarebbe saggio capire il perché come Le ho spiegoto sopra. :) Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Personalmente pratico l'analgesia sedativa da molti anni, ed anche l'ortodonzia.
Credo però che Sapri sia troppo distante per Lei.
il presente mess. a titolo informativo.
Cordialmente
 

Scritto da Dott. Gustavo De Felice
Sapri (SA)

Sig. Domenico, se suo figlio è sano, non disabile con patologie particolari, non vedo grandi problemi; spesso il problema non sono i bimbi, ma i genitori, provi lasciare il ragazzino solo con l'odontoiatra, senza compromessi, forse sarà la volta buona che suo figlio poi si comporterà come un ragazzino normale di quella età, affrontando con semplicità e minor rischio le cure odontoiatriche.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)