Menu

Domanda di ortodonzia

Risposte pubblicate: 10

Posso mettere l'apparecchio fisso trasparente?

Scritto da Francesco / Pubblicato il
Salve vorrei mostrarVi il mio caso, a 23 anni vorrei mettere l'apparecchio fisso trasparente/ceramica almeno sugli incisivi e i due canini, questo modello fa al caso mio? oppure sono obbligato a mettere le stelline? Vorrei anche avere un immagine astratta dei possibili risultati, e soprattutto capire se ho un palato stretto oppure no. Inutile dirVi i motivi perchè mi rivolgo a Voi dopo aver ascoltato varie campane molto diverse. Spero di non essere stato sgarbato e rimango veramente in ansia per l'attesa, buon lavoro ..
Sembra che ci sia anche un'agenesia dell'incisivo laterale sup. di sinistra da gestire. Da una semplice panoramica ed una foto è impossibile dire se può fare quello che chiede. Il mio consiglio è di rivolgersi ad un dentista preparato ed esperto in ortodonzia che, dopo averla accuratamente visitata, le consiglierà la strada migliore per ottenere un risultato perfetto.
Cordiali saluti

Scritto da Dott. Paolo Gaetani
Lecce (LE)

Ma, andare da un ortodonzista, fare una visita con esame obiettivo relativa diagnosi progetto e terapia, le sembra una cosa tanto strana?? vuole una diagnosi via internet??' Immagine astratta dei possibili risultati? francamente non riesco a capire, le sue domande

Scritto da Dott. Alessandro Sanna
Lucca (LU)

Una bellissima idea sarebbe andare da un Ortodontista, che, solitamente facendosi pagare il piano di trattamento, le illustrerà le possibili opzioni e risultati fra mascherine trasparenti tipo Invisalign ed Ortodonzia tradizionale.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)

analisi-gnatologica-dr-g.petti-cagliari-711.jpg
Caro Signor Francesco della meravigliosa perla che è Lecce, buongiorno. Lei ha deciso da solo che ha bisogno dell'apparecchio fisso trasparente/ceramica almeno sugli incisivi e i due canini! Incredibile! Allora si curi da solo! Parte all'ironie e non se la prenda se l'ho fatta ma, a volte è veramente "sbalorditivo" apprendere che il paziente sceglie il tipo di terapia e addirittura il materiale da usare! Dice bene il Dottor Sanna ed aggiungo: Lei, come è ovvio e come è giusto che sia ha le idee confuse non essendo un Laureato in Odontoiatria e Protesi Dentaria! Incominciamo dall'Ortodonzia: la diagnosi Ortodontica è cosa seria e dipende da una infinità di problemi da valutare con accurato check up ortodontico e cefalometria che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere; è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati e, chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia, sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta. Vede, siamo entrati in concetti complessi! Bisogna poi valutare bene la Gnatologia e la Clinica del Suo apparato stomatognatico. Gnatologicamente gli incisivi danno la Guida Incisiva in protrusiva che disclude tutti i denti posteriori e il Canino invece realizza la guida canina in lateralità che disclude TUTTI gli altri denti! Disclude significa "stacca"! In Relazione Centrica (con l'occlusione massimamente retrusa che realizza movimento di apertura e chiusura dei denti su un asse che si chiama cerniera e che unisce idealmente le teste dei due condili mandibolari) i denti frontali non devono avere precontatti e devono avere un La visita ovviamente, come detto, deve essere totale e quindi anche Gnatologica per rilevare precontatti e valutare la Classe Canina e molare, le Disclusioni Laterali e Frontali ed in Relazione Centrica ed il Piano Occlusale con la Curva di Spee, di Wilson e Monsen, le Tre Curve cosiddette di Compensazione ed ancora l'Over-Jet (sovraggetto ossia di quanto i denti superiori sopravanzino gli inferiori) e L'Over Bite (di quanto i superiori coprano gli inferiori) e il Movimento di Bennet a livello della Testa del Condilo!!! Legga nel mio profilo "Visita Parodontale", Le sarà molto utile! Come vede i "problemi sono più complessi di quanto possa immaginare! La Terapia dipende da tutte qyueste valutazioni e da tanto altro! Le lascio un Poster dimostrativo di una analisi podometrica statica, di un arco facciale con articolatore a valore medio e di diversi tipi di bite in uno studio Gnatologico come conduco di solito nel mio Studio! Ripeto, come vede fare il Dentista è molto più "complesso" di quanto si possa immaginare! Lei pretenderebbe una Diagnosi e piano di cura postando on line due OPT ed una foto fatta, così, "a caso"!!! :) o dovrei scrivere :( Come posso risponderle, Professionalmente, quindi? Vada dal Dentista che farà una visita completa, anche Gnatologica e Parodontale oltre che conservativa e stomatologica e la invierà poi da un Ortodontista di Sua Fiducia, se non facesse Egli Stesso Ortodonzia e quindi Cefalometria come spiegato! Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Sig. Francesco, le spiego perchè lei possiede molte campane diverse, semplicemente perchè molti colleghi pubblicizzano la visita odontoiatrica gratuita, che alla fine è poco visita e tanto preventivo. Le consiglio di ricercare un odontoiatra che le faccia pagare la visita, poi gli farà pagare lo studio del caso e alla fine le farà il preventivo, qui ci sarà un unica corretta campana che le dirà come deve essere trattato il suo caso.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Prima di tutto l'ortodonzia invisibile non è ortodonzia con ceramica. Strano che chi le ha richiesto la panoramica non l'ha vista perché il dente laterale superiore a sinistra è di latte, quindi c'è un'agenesia del permanente, facilmente visibile. Le meccaniche possibili sono tante ed efficaci. Si rivolga ad un ortodontista che le spiegherà il da farsi. Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)

Buongiorno Francesco,
comprendo le sue domande e le risposte dei colleghi.
Molto probabilmente il suo caso si gioverebbe di un trattamento ortodontico. Questo non dovrà avere "solo" una finalità estetica ma anche funzionali.
Come le è stato già scritto dai colleghi, per effettuare una diagnosi corretta e un successivo piano di trattamento sono necessari un esame obiettivo e tutti gli accertamenti strumentali e non del caso: è quindi necessario effettuare almeno una visita specialistica e uno studio del caso ortognatodontico.
Come le è stato fatto notare l'incisivo laterale di sinistra (probabilmente dente da latte) ha una radice riassorbita quasi completamente ed è altamente probabile che non durerà ancora per molto nella sua bocca.
Dalla radiografia che lei ha inviato si evidenzia anche che il condilo articolare di dx si sta rimodellando e le linee interincisive non sono coincidenti (la linea interincisiva inferiore sembra spostata a destra di diversi millimetri.
Probabilmente lei mastica prevalentemente a destra o lo ha fatto per molto tempo determinando quanto sopra...
Cerchi nella sua zona un bravo odontoiatra (che magari sia anche specialista in ortognatodonzia) e vedrà che sarà in grado di soddisfare le sue richieste.
Cordialità
 
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Leonardo Bergo
Torino (TO)

Nella foto si vede l'affollamento delle due arcate, ma non si vede come combaciano fra loro perchè sta a bocca aperta. Quello che bisogna valutare è l'occlusione nel suo insieme, per mille motivi, per primo il rischio di recidiva, cioè che smesso l'apparecchio torna come prima o quasi. E ovviamente una analisi degli spazi perchè raddrizzarli non è difficile, ma c'è lo spazio? O si risposteranno? Bisogna fare una analisi completa della bocca, ed uno studio preliminare, con modelli ed altre rx se necessarie per fare una cafalometria etc. Questo perchè un trattamento ortodontico non deve procedere per tentativi, ma ha come unico possibile risultato la perfezione, che dà stabilità nel tempo dei risultati etc etc. Ovviamente si deve affidare ad un ortodontista di valore. Scelga quello che non dice subito la soluzione dopo una visita di 5 minuti, ma quello che le prende impronte e studia il caso, se necessario con una analisi cefalometrica etc. C'è la agenesia e la microdonzia del 12 che vanno considerate in tutta l'equazione, che peraltro, stia tranquillo, potrebbe essere di semplice risoluzione. ma bisogna sapere ciò che si fa. Quanto agli apparecchi, lei parla di mascherine trasparenti: queste potrebbero risolvere, sempre tenendo conto prima di tutto ciò che le ho fatto notare. Poi parla di ceramica: si tratta di attacchi trasparenti che sono molto più estetici di quelli metallici ed altrettanto efficaci. Vedrà bene col dr. che sceglierà. Non in una clinica low cost, dove l'unico interesse che hanno è far quadrare il bilancio...
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

Gentile Sig. Francesco, dalla panoramica che posta si vede l'agenesia del 22. Si è recato da molti colleghi che le hanno proposto varie soluzioni che hanno aumentato la sua confusione. Ma è stato fatto uno studio del caso o si è limitati a guardare la panoramica? Se non si fà lo studio del caso non si possono dare soluzioni serie. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)

Gentile Francesco, è dimostrato che in età adulta gli spostamenti (ortodontici) dentali indipendentemente dalla tecnica eseguita danno luogo a recidiva perché l'osso che ha ormai completato lo sviluppo non si rimodella, inoltre vedo che spazio per muovere i denti nelle sue arcate non ce ne è. Quindi se il problema che avverte è solo di natura estetica per l'affollamento non le consiglierei di affrontare un trattamento ortodontico-chirurgico che le comporterebbe tempi lunghi e un impegno gravoso sotto diversi punti di vista. Faccia invece le periodiche visite di controllo presso il suo dentista di fiducia che si regolerà qualora sia il caso di un approfondimento specialistico ortodontico. Dalle immagini che ha prodotto non si può dire con certezza se c'è discrepanza dei mascellari e nulla ci dicono riguardo al tipo di occlusione. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Claudio Piraccini
Massa (MS)