Menu

Domanda di ortodonzia

Risposte pubblicate: 7

Per poter inserire l'impianto è necessario togliere l'apparecchio oppure è necessario tenerlo ancora un pó?

Scritto da Flavia / Pubblicato il
Salve! Nel maggio del 2016 ho inserito un apparecchio fisso nell'arcata superiore dovendo allargare uno spazio creatosi tra il canino e l'incisivo centrale per poter mettere un impianto una volta creatosi lo spazio. Tutto questo poichè sono nata con un dente in meno, ovvero l'incisivo laterale che dovrò impiantare. Ad oggi, passato più di un anno lo spazio creatosi è idoneo per poter inserire l'impianto (circa 7millimetri). La mia domanda è: per poter inserire l'impianto è necessario togliere l'apparecchio oppure è necessario tenerlo ancora un pó? E se si, per quanto tempo? Grazie per le risposte!
La valutazione sulla durata del trattamento Ortodontico deve essere definita dall'Ortodontista, che comunque, anche a rimozione dell'apparecchio fisso, solitamente lascia una contenzione o rigida o mobile. Da lì, in accordo con l'implantologo ed il protesista, credo che l'impianto dentale potrà essere inserito senza alcun problema.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)

Questo lo dovrebbe chiedere al suo dentista per vedere come si regola lui... Dipende da alcuni fattori. Potrebbe non essere il tempo di toglierlo, o forse si, sufficiente. Cioè già abbastanza stabile come correzione. Tenga presente che tolto l'apparecchio fisso, normalmente si deve portare qualche altro tipo di apparecchio, magari di notte, allo scopo di stabilizzare ulteriormente i risultati raggiunti..

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

Cara Signora Flavia, buongiorno. I miei Cari Colleghi le hanno già risposto. Quello che non capisco e mi lascia non solo perplesso ma con "dell'amaro in bocca" è il fatto che non abbia chiesto questo al Suo Dentista! Che rapporto può mai esserci tra Voi se non ha Fiducia e Stima in Lui? Dispiace vedere quanto sia facile perdere la Stima e la Fiducia nel Proprio Dentista! Si rivolga quindi a Lui invece di usargli questa "scorrettezza" a mio avviso imperdonabile, di andare a chiedere conferme sul suo "lavoro", ad altri! Che pessima abitudine ed "ineducazione" nei suoi confronti! Gli chieda scusa per questo! Non si fa così. Non si fa valutare da estranei e neanche non estranei il lavoro del proprio Dentista. Il rapporto di Stima e Fiducia Reciproca Medico-Paziente è Fondamentale, dovrebbe capirlo e se io sapessi che un mio paziente va a cercare risposte altrove e addirittura sul Web a terapie già spiegate da me, beh, io quel paziente lo "caccerei" dal mio studio e non lo curerei più perché indegno delle mie attenzioni Cliniche terapeutiche e della mia Cultura e del mio tempo che dedicherei invece a chi sa apprezzarmi! Rifletta su quanto le dico! Vedrà le cose in un'altra prospettiva più utile a Lei! Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Sig. Flavia, mi firma che lei è stata informata sulle cure e mi fa queste domande in internet? al prossimo controllo non esiti a chiedere..............................

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Gentile Sig.ra Flavia, tutto questo le dovrebbe essere stato spiegato quando ha deciso di intraprendere la riabilitazione. Se non lo ricorda lo chieda alla prossima visita. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)

Ottenuto lo spazio idoneo si posiziona l'impianto e l'apparecchio va mantenuto sino a quando l'occlusione non è corretta, e questo l'ortodonzista lo sa.
Se si crea uno spazio si modifica l'occlusione e come tale va raggiunta l'occlusione ideale lavorando sulle arcate.
Noi non possiamo sapere a che punto sia la sua occlusione
Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Treviso (TV)

Sig.ra Flavia sicuramente la risposta al suo quesito sarà contenuta nel piano di trattamento che le sarà stato illustrato e che avrà firmato prima dell'inizio del trattamento. Per rispondere alla sua domanda alla fine del trattamento quando lo spazio sarà sufficiente per posizionare la protesi il collega provvederà a mantenere lo spazio utilizzando una contenzione fino alla completa riabilitazione. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Gianluca La Scala
Firenze (FI)