Menu

Domanda di odontoiatria

Risposte pubblicate: 13

Mi è stata diagnosticata in bocca, lato gengivale una espansione ossea.

Scritto da matteo / Pubblicato il
Buongiorno a tutti, mi è stata diagnosticata in bocca, lato gengivale una espansione ossea. Voi vedendo la foto che ne pensate (a sx della lingua). E' vero o è qualcos'altro? Vi ringrazio di cuore. Saluti Villa
Mi è stata diagnosticata in bocca, lato gengivale una espansione ossea.
Caro Signor Matteo, stia tranquillo, dovrebbe trattarsi solo di una semplicissima e comunissima "esostosi", protuberanza ossea tondeggiante, liscia, non dolente che non ha nessun significato patologico. Chi l'avesse diagnosticata avrebbe dovuto dirglielo ed in ogni caso avrebbe dovuto confermare la diagnosi eventualmente con una semplicissima OPT o nel caso una Cone Beam Tomography. Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Infatti, come dice sapientemente il dr. Petti, è una esostosi, ovvero un pezzettino di osso che è cresciuto in quel modo.. comunissimo e frequentissimo, ce l'ho pure io bilaterale..

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

Esostosi linguale. Nulla di patologico. Saluti.

Scritto da Dott. Vincenzo Carpentiere
Barletta (BT)

Gentile Sig. Matteo, sembra una semplice esostosi. E’ presente in molte persone. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)

Confermo pienamente quello che è stato detto dal collega G. Petti, cioè trattasi di una caratteristica anatomica congenita del tessuto osseo, scevra di qualsiasi rivelanza clinica e/o patologica. Cordialmente dottor Luigi Sacco

Scritto da Dott. Luigi Massimo Sacco
Fonte Nuova (RM)

E' una esostosi, senza alcun significato, tra l'altro di frequente osservazione. Cordialmente Gustavo De Felice

Scritto da Dott. Gustavo De Felice
Sapri (SA)

Carissimo sig. Matteo, si tratta di un "toro" linguale. Vale a dire di una neo formazione ossea benigna verosimilmente provocata dalla forza applicata dai muscoli che si inseriscono sulla mandibola sul lato linguale. Unico problema che potrebbe provocare è la scarsa stabilità di una protesi totale inferiore (leggi dentiera) che, almeno per il momento, non è un problema rilevante per Lei. I migliori auguri

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

Gentile Matteo, si tratta di una esostosi senza nessun significato patologico. Lei non lo ha detto, ma dovrebbe averne un'altra simile nella zona opposta della mandibola. Cordialità.

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)

Gentile Matteo, da quanto tempo ha questa esostosi? Se n'è accorto solo ora o solo adesso lo ha fatto vedere al suo dentista? Cordialità

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)

Gentile Matteo, sembra sia una esostosi, chiamata "toro mandibolare". E' abbastanza frequente, e spesso appare bilateralmente. Non ha nessun significato patologico. Potrebbe dare problemi sol in caso di futura protesi totale mobile (cioè la dentiera). Qualche dubbio potrebbe esserci se è venuta a formarsi in un lasso di tempo relativamente breve, nel qual caso è opportuno un approfondimento diagnostico radiologico, prima tra tutte una ortopantomografia. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alessandro Francini
Messina (ME)

E' un "torus mandibularis", niente di grave, magari l'ha sempre avuto e non se n'era mai accorto. Può tranquillamente lasciarlo dov'è.

Scritto da Dott. Paolo Gaetani
Lecce (LE)

Gentile sig. Matteo, a guardarla così sembra un toro mandibolare, che di solito si presenta doppio, uno a destra e uno a sinistra. Altrimenti, a gengiva integra potrebbe essere una esostosi mandibolare. Se dovesse avere altri dubbi, e in mancanza di altri sintomi, la invito a cercare il consulto di un reparto di patologia orale odontostomatologica. Cordiali saluti

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)

Sig. Matteo, se la diagnosi è stata emessa da un odontoiatra dopo accertamenti diagnostici e messa per iscritto, può stare tranquillo.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)