Menu

Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 14

A che età si deve intervenire per correggere un morso inverso?

Scritto da concetta / Pubblicato il
Salve, volevo sapere a che età si deve intervenire per correggere un morso inverso. La mia bambina ha solo 15 mesi e 4 dentini 2 di sotto e due di sopra che stanno ancora ultimando la crescita, ma credo abbia già un morso inverso perchè fin dalla nascita si notava il labbro superiore leggermente più piccolino e ora noto che i dentini le chiudono al contrario, sono sicura che abbia questo problema perchè lo avrà ereditato da me, anch'io da bambina avevo il morso inverso poi risolto con l'apparecchietto. Vorrei sapere se è possibile intervenire presto o comunque prima possibile per eliminare il problema già sul nascere. vi ringrazio anticipatamente per le vostre risposte.
Il morso inverso dovrebbe essere corretto il più presto possibile. Vero è che è necessario un ancoraggio e quindi la presenza di elementi dentari. Lo si fa se vi è una " lassità" articolare ed è quindi possibile ridurre il morso crociato manualmente con delle "docce occlusali di terza classe" Ovviamente devo essere generico nella spiegazione, in quanto molti sono i parametri che influenzano la necessità e la possibilità di effettuare una terapia. Si affidi ad un bravo collega specialista in ortodonzia che possa consigliarla al meglio. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Treviso (TV)

Gentile Concetta, è vero che bisogna intervenire prima possibile per correggere qualsiasi disgnazia, ma, sua figlia ad appena 15 mesi, è ancora troppo piccola per qualsiasi intervento. Faccia seguire l'evoluzione della dentizione dal suo dentista con competenza ortodontica ad intervalli regolari. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)

Ci sono scuole con pensieri differenti, ma ora si tende a cominciare presto, attorno ai 4 anni. Prima si iniziava in 2 elementare.. D'altronde si capisce bene che trattandosi di una mal posizione della struttura ossea, prima si raddrizza e più è facile..

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

Cara signora Concetta, premesso che un bimbo, anche il più sano, deve sempre fare nei primi mesi o nei primi anni una visitina dal Dentista Pedodontista-Ortodontista per scoprire anomalie dento scheletriche importanti, perchè molte terapie si devono iniziare proprio intorno se non prima del 5 anni, come le disgnazie di terza classe scheletrica, terapia ortopedica di avanzamento del mascellare è molto più efficace prima che avvenga la "saldatura" delle suture ossee pterigo-mascellari processo che avviene intorno ai 7 anni circa e anche prima, quindi un progenismo va corretto di regola prima dei 5 anni. In un certo altro senso a seconda della reale patologia di terza classe che dipende da una infinità di problemi da valutare con accurato ceck up ortodontico; in un certo altro senso dicevo ci sono anche possibilità di intervenire solo ortodonticamente per esempio con la maschera di Delaire con cui si ottiene un avanzamento del mascellare superiore con trazioni elastiche posizionate tra un arco intraorale ed una apparecchiatura extraorale o con le SIM (Elastii interni tra arcate dentarie) ma stiamo "filosofeggiando", bisogna solo visitare la piccina per rispondere adeguatamente!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Esiste anche la possibilità di un trattamento espansivo osteopatico. Può consultarne uno specializzato in trattamenti per la prima infanzia.

Scritto da Dott. Lorenzo Alberti
Roma (RM)

Prima si inizia e meglio è

Scritto da Dott. Alessio Battistini
La Spezia (SP)

Gentile Sig.ra Concetta, bisogna intervenire il prima possibile. Siccome è importante in pedodonzia effettuare visite di controllo ogni sei mesi, le suggerisco di affidarsi ad un bravo pedodonzista. Sarà lui a decidere il momento più opportuno. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)

E' opportuno intervenitre subito per intercettare lo sviluppoinverso, probabilmente genetico. La correzione del morso inverso in dentatura decidua può contrastare la crescita anomala della mandibola, anche se l'evoluzione genetica condizionerà tale crescita. Tutti i tentativi di intercettazione sono senz'altro utili per migliorare la situazione ed eventualmente evitare l'indicazione per un intervento chirurgico in età adulta prof.Giuliano Falcolini, già docente ordinario di Pedodonzia presso l'Università di Sassari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Giuliano Falcolini
Roma (RM)

Sig. Concetta, qui leggo che alcuni colleghi ritengono corretto intervenire il prima possibile, ma probabilmente non intenderanno domani; infatti, i bimbi con denti decidui in fase di crescita non hanno un’occlusione stabile, cioè assumono spesso posizioni diverse incontrollate, non avendo una e propria guida dentale. Verso i tre anni occorrerà una visita odontoiatrica, dove potrà anche essere diagnosticato un morso inverso e stabilite le corrette cure.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Gentile sig.ra Concetta, ovviamente adesso non può e non deve fare niente!! verso i 2-4 anni si lasci seguire da un bravo pedodonzista che sicuramente saprà individuare il periodo giusto per iniziare l'ortodonzia cosiddetta "intercettiva". Buonasera

Scritto da Dott. Antimo Perfetto
Sant'Antimo (NA)

Nelle anomalie scheletrice di terza classe vige l'imperativo di intervenire quanto prima, ma sinceramente a 15 mesi, con solo i due elementi anteriori, mi sembra di esagerare troppo. Non ci sarebbe tra l'altro la possibilità di ancorare adeguatamente qualsiasi tipo di apparecchio miofunzionale per mancanza ancora di altri elementi dentari, senza contare l'inutile trauma psicologico che subirebbe una bambina di quella età compromettendo le eventuali future terapie. La faccia controllare periodicamente dal suo dentista e quando avrà completato l'eruzione di tutti i denti decidui (a circa due anni di età)valuterà se è il caso di intervenire con apparecchi miofunzionali per correggere la postura della mandibola. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Cerbone
Afragola (NA)

Gentile sigra, per trattamento precoce, a seconda della gravità, si intende dai 4 agli 8 anni, periodo in cui è più facile intervenire sulla mascella. Nel frattempo, la cosa più importante è una corretta respirazione nasale, che oltre a umidificare, riscaldare e filtrare l'aria, non fa peggiorare la situazione. Lo stesso vale per la deglutizione corretta. Cordiali saluti, Dr A. Beghini, Cassano D'Adda MI

Scritto da Dott. Angelo Beghini
Cassano d'Adda (MI)

Gentile Signora, la terapia precoce è cosa ormai più che acclarata e con risultati più che soddisfacenti. Un buon apparecchio funzionale, in mani esperte da risultati eccellenti. Di norma va visitato il piccolo Paziente già ad un paio d'anni e lo si tiene sotto controllo per poter intervenire nel periodo più opportuno e questo dipende dal caso e dalla sua maggiore o minore gravità. Cordialmente gustavo de felice sapri sa.

Scritto da Dott. Gustavo De Felice
Sapri (SA)

Cara mamma, prima si interviene meglio è, anche perchè la mandibola in questa situazione di morso inverso cresce liberamente. Ci sono poi altri fattori anche ereditari come la postura linguale (impossibile rieducarla ma si può bloccare la sua spinta in basso) e l' eventuale iposviluppo del mascellare superiore che si può correggere anche a quest'età con risultati straordinari in pochi mesi (3-4). Sarà una buona cefalometria che ci aiuterà molto nella definizione dei problemi. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)