Menu

Domanda di odontoiatria

Risposte pubblicate: 16

La mia bimba di 10 anni pattinando si è rotta un piccolo angolino di incisivo.

Scritto da Francesca / Pubblicato il
Sono molto preoccupata per la mia bimba di 10 anni che lunedì pattinando si è rotta un piccolo angolino di incisivo. Sono andata da due dentisti ma non ho ben capito qual'è la soluzione migliore, l'unica cosa che ho capito che nel corso della sua vita Laura dovrà procedere alla ricostruzione più e più volte.. Mi piacerebbe capire come avviene la ricostruzione perchè a dire il vero le spiegazioni dei due dentisti si sono dimostrate leggermente diverse. Il primo dentista voleva procedere immediatamente alla ricostruzione in composito del pezzettino, secondo lui in mezz'ora il lavoro sarebbe stato fatto e mi spiegava che visto il piccolo pezzetto da ricostruire non sarebbe stata necessaria nessuna anestesia. Inoltre mi suggeriva di non far mangiare cibi colorati (sughi, ghiaccioli ecc.) nelle successive 24/48 ore per non inficiare il colore del composito. Il secondo dentista mi suggeriva di attendere una decina di giorni prima di procedere alla ricostruzione per capire come reagiva il dente. Spiegandomi poi, che avrebbe trapanato leggermente il dentino per poi inserire il composito. Alla mia domanda "Dobbiamo poi stare attenti all'assunzione di cibi "colorati" nei gg successivi" il dentista ha risposto che non c'era nessuna particolare attenzione da adottare. Ora io mi chiedo perchè è necessario trapanare? Nella mia totale ignoranza pensavo fosse sufficiente aggiungere il composito e poi eventualmente limarlo.. Mettendo in conto che il pezzetto ricostruito si staccherà più e più volte si dovrà procedere ogni volta alla trapanatura? Il primo dentista non mi aveva accennato alla necessità di trapanare il dente ma suppongo che l'avermi detto "Probabilmente non sarà necessaria l'anestesia" mi lascia intendere che anche lui la prevedeva... Attualmente la bimba non ha nessun problema al dente, li lava normalmente senza sentire dolore e quando i dentisti le hanno spruzzato l'aria fredda non ha sentito particolari fastidi, volevo sapere se è meglio procedere alla ricostruzione subito o si può comunque attendere un po' di tempo. La soluzione proposta è la migliore? Ci sono altre soluzioni? Come procederanno i dentisti nella ricostruzione? La prego mi dia un consiglio, le scrivo da Genova. Una mamma in ansia
La mia bimba di 10 anni pattinando si è rotta un piccolo angolino di incisivo.
Gentile Sig.ra Francesca, la sua preoccupazione è legittima e giustificata dal fatto che tutto ciò che accade ai nostri figli viene amplificato all'ennesima potenza; cmq, guardando attentamente la foto, non mi pare che poi il danno sia notevole perchè si tratta di una infrazione a livello dello smalto ed i suggerimenti dei due dentisti che ha consultato in linea di massima sono concordi. La leggera "trapanatura" (come Lei la chiama) è necessaria per far sì che il composito aderisca per bene al dente ed evitare ricostruzioni dello stesso in tempi molto ravvicinati. Un consiglio che posso darle è di richiedere che per la ricostruzione del margine dell'incisivo superiore dx venga eseguita sotto diga e l'anestesia ritengo che non sia necessaria semmai potrà essere usata l'analgesia sedativa per tranquillizzare la sua figliola. Cordialmente.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)

Signora Francesca...chiederebbe ad un Cardiochirurgo perchè è necessario fare una incisione ed aprire il torace per fare chirurgia cardiaca?...ed allora lasci lavorare in santa pace il suo Dentista senza porsi tante domande inutili...scusi...capisco la sua apprensione ma venire a chiedere di spiegarle come si fa una otturazione...via...un pò di buon senso da parte sua...e dovrebbe capire che è una domanda .... ?..... Stia tranquilla non è assolutamente niente...bisogna solo valutare la vitalità del dente, palpare l'alveolo che lo contiene, valutare bene la feritina al labbro inferiore e ricostruire la parte fratturata dell'incisivo con materiale estetico...poi tenere sotto controllo il dente prima con visite più frequenti e poi più rade...ed è tutto qui...UNA BANALITA'!!!! OK? E' più tranquilla e serena?...scusi ancora se mi sono lasciato trasportare..ma quando è troppo, è troppo veramente!...........................Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Corrette entrambe le diagnosi e corretta la considerazione fatta dal dott. Petti. L'unica attenzione che sua figlia dovrà avere sarà nell'incidere e strappare con l'incisivo danneggiato (gesto abituale quando si spezza qualcosa con i denti) perchè questo potrebbe, vista l'esiguità del danno staccare la ricostruzione. Per il resto dorma sonni tranquilli. Cordialmente

Scritto da Dott. Bruno Cirotti
Roma (RM)

Sig. Francesca, probabilmente i 2 professionisti arrivano allo stesso risultato con 2 metodiche diverse, uno preferisce sfruttare solo dei sistemi adesivi l'atro integra al sistema adesivo un sistema meccanico. Di estrema importanza è la vitalità del dente, che deve essere controllata nel tempo anche dopo la ricostruzione.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

odont.jpg
sono concorde con il dott Santomauro,a giudicare da quel poco che si vede nella foto,si tratta di una semplice frattura come noi chiamiamo non complicata cioè che interessa solo lo smalto, per cui una semplice ricostruzione è sufficiente ( è necessario fare una piccola preparazione con il trapano(turbina)assolutamente indolore,per collocare in maniera ottimale il materiale da ricostruzione (composito),tuttavia è anche necessario tenere sotto controllo il dente non tanto per la paura che si stacchi la ricostruzione, quella si rifà,ma per valutare se il trauma non abbia provocato danni alla polpa e questo si può solo valutare nel tempo. Resti comunque tranquilla, questi traumi sono frequenti e spesso non comportano consegenze importanti. Distinti saluti Dott. Raffaele Evangelisti Firenze
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Raffaele Evangelisti
Firenze (FI)

Signora posso comprendere il suo stato emotivo, ma da quello che si vede fortunatamente si tratta di dover ricostruire una piccola parte dell'incisivo,utili controlli periodici per valutare la vitalità del dente.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)

Aspetti qualche giorno per far guarire i tessuti molli e poi si affidi ad un dentista che usi la diga di gomma. Stia tranquilla perchè ricostruire un angolino, in mani esperte, è una banalità, potrebbe durare anche molti anni. Non si preoccupi dei cibi colorati o non colorati, sono aspetti marginali della questione.

Scritto da Dott. Paolo Gaetani
Lecce (LE)

gentile Francesca, una piccola frattura è facilmente riparabile. se avesse recuperato il frammento si sarebbe addirittura potuto reincollarlo. è importante valutare il mantenimento della vitalità del dente e tenerla controllata nel tempo. per ottenere una buona adesione è importante effettuare la ricostruzione sotto diga (veda il mio articolo in proposito su questo portale). pochi mesi orsono ho effettuato una ricostruzione multipla dei 4 incisivi a una bimba che se li era danneggiati prima ancora che nascessero. con i moderni compositi il risultato è ottimo... poi, da grande, se sarà il caso. si potrà fare una faccetta in ceramica. stia tranquilla, se ben curata la sua bambina non avrà conseguenze fastidiose.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Attilio Venerucci
Finale Ligure (SV)

Signora, porti la sua bimba dal dentista e lasci a casa l'ansia. Tra la prima metodica e la seconda non cambia un granché, e ritengo l'operazione giustissima. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)

Cara signora, da quello che dice e dalla foto si evince che la frattura del dente è davvero molto limitata e probabilmnete solo nel contesto dello smalto. Questo vuol dire che è assolutamente ben curabile con le tecniche adesive , che se controllate periodicamente , anche nei bambini specie in sedi anteriori, che sono facili da mantenere igienicamente puliti , possono durare molto a lungo. Per il resto lasci decidere al suo dentista con quale tecnica e con quali accorgimenti vuole raggiungere un risultato ottimale. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Murruni
Giussano (MB)

Il caso di sua figlia mi sembra abbastanza banale, non ci saranno ripercussioni su quel dente. Sono d'accordo su quanto le ha spiegato il primo collega cui si

Scritto da Dott. Livio Germano
Verbania (VB)

salve Francesca. stia assolutamente tranquilla perchè la lesione è esigua.. visto che l'unico frammento perso è un mammellone, ovvero una piccola porzione di smalto che con l'età si perderà per via dell'abrasione "fisiologica". trovo indispensabile ricostruire il frammento perso per una questione estetica e di eventuale protezione della dentina esposta. faccia fare al suo dentista. cordialmente, gianluigi renda

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

Cara Sigra,non si preoccupi troppo:dalla sua descrizione sembra una frattura superficiale dello smalto,lontano dalla polpa,come dimostra l'insensibilità al freddo.Io l'avrei subito otturata per evitare infiltrazioni batteriche nei tubuli dentinali,ma se si lava bene il rischio è minimo.Purtroppo bene hanno detto i colleghi circa il rifacimento ogni tanto,perchè il bordo incisale viene usato per afferrare, tagliare,mordere,strappare i cibi di diversa consistenza e pertanto si può rompere o usurare:niente è per sempre! Quando sarà più avanzata negli anni,se la recidiva sarà frequente,potrà fare una faccetta di resina o porcellana o zirconia. Cordiali saluti Dr Angelo Beghini Cassano D'Adda MI e Comazzo LO
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo Beghini
Cassano d'Adda (MI)

Intanto si deve considerare che la frattura dell'incisivo riguarda solo "un angolino": il dente non è sensibile al freddo, il che conferma che la lesone è modesta e non interessa in profondità la dentina. In tali condizioni il problema è solo estetico. Sarebbe stato meglio ritrovare il frammento: la ricostruzione sarebbe stata perfetta anche per il colore. La ricostruzione in composito è ora la soluzione migliore e può essere fatta subito per le considerazioni precedenti. L'eventuale uso del trapano può essere utile per aumentare la superficie di attacco del composito: si tratta comunque di una manovra assolutamente innocua e leggerissima. Per successivi rifacimenti non sarà più necessario usare il trapano perché il distacco non sarà mai completo, ma resterà l composito infiltrato nello smalto, ed il nuovo composito aderirà a quello precedente. Quanto al colore: il composito è leggermente poroso, e può assorbire i colori. E' quindi necessario lucidarlo bene e ricoprirlo poi la porzione più liquida iniziale Prof.Giuliano Falcolini, già ordinario di Pedodonzia all'Università di Sassari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Giuliano Falcolini
Roma (RM)

cara Francesca, in seguito a trauma l'incisivo può andare incontro a una necrosi asettica, quindi è sempre meglio tenere sotto controllo l'elemento prima di ricostruirlo. Per quello che riguarda la procedura di ricostruzione purtroppo questa zona è molto soggetta alle forze masticatorie, e il composito è attaccato ad un'unica parete, per cui tenderà sempre a distaccarsi. Per quello che riguarda la tecnica di ricostruzione, viene fatta con o senza anestesia, a discrezione del clinico, tramite un leggero fresaggio della zona interessata al fine di dargli una regolarità e una zona d'adesione ottimale per il composito. Successivamente viene eseguita la mordenzatura con acido ortofosforico al 37% per creare delle microporosità e favorire la adesione. In seguito viene posizionato l'adesivo che serve per l'unione tra il composito e lo smalto dentario. Infine viene ricostruita la parte mancante con il composito di colore più adatto e modellato. Per quanto mi riguarda le consiglio di eseguire tale procedura fino all'età di 18-20 anni, e successivamente provvedere alla creazione di una faccetta estetica in ceramica, che una volt posizionata non sarà soggetta a distacco come la ricostruzione. Distinti Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Domenico Aiello
Catanzaro (CZ)

Una frattura del genere (I classe di Ellis) si risolve facilmente con una piccola aggiunta di composito, magari levigando appena i bordi della frattura. La ricostruzione è sicuramente da riprendere nel tempo, ma si tratterà sempre di piccoli interventi. Sarà da verificare il mantenimento della vitalità nel tempo.

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)