Menu

Domanda di invisalign

Risposte pubblicate: 17

Spaziatura tra i denti incisivi superiori

Scritto da giovanna / Pubblicato il
Gent.le Dott. ho 22anni e ho un problema di spaziatura tra i denti soprattutto tra gli incisivi superiori. Dopo aver consultato vari specialisti mi è stata consigliata la seguente lunga terapia: bite superiore piatto da portare sempre, allineamento dell'arcata inferiore con lingualizzazione del 36. Estrazione ottavi inferiori, intrusione frontali inferiori, completata arcata inferiore; ricostruzione occlusale del 26, anc. mx post.  superiore,intrusione e retrazione frontali superiori,  frenulectomia superiore, coronoplastica dei 12-22, -contenzione con ferula metallica per tutta la vita. Vorrei sapere se nel mio caso, sicuramente  complesso,  è possibile l'utilizzo di un apparecchio invisibile visto che quello fisso mi risulterebbe molto antiestetico. Spero che possiare essermi d'aiuto, cordiali saluti
Gentile Giovanna purtroppo come lei dovrebbe sapere, le diagnosi in medicina, come in odontoiatria, e specialmente in ortodonzia per essere formulate correttamente vanno corredate di una serie di esami ed analisi che evidentemente nel suo caso noi non possiamo disporre . Per cui premetto che questa mia è solo una risposta meramente orientativa e di massima. Penso che il suo caso possa essere trattato con una ortodonzia "invisibile" che comunque prevede la massima collaborazione da parte sua ( le mascherine vanno portate sempre tranne che ai pasti e per effettuare l'igiene quotidiana ). Inoltre in generale si fa un abuso delle frenulectomie... Solo in rari casi è il frenulo la causa del diastema ( spazio tra i denti). Sono personalmente riluttante ai metodi di contenzione fissa " a vita" che le sono stati proposti. La migliore contenzione è l'equilibrio neuro-muscolare del sistema stomatognatico che andrebbe ricercato ed ottenuto in ogni tipo di ribilitazione orale! Ritengo che per avere un parere serio dovrebbe inevitabilmente consultare uno o più ortodonzisti con un materiale diagnostico adatto e cioè: si faccia fare un esame completo con modelli lastre (tele e opt e tracciato con foto ecc.. ) lo paghi una volta al professionista che glielo produrrà e se questo non dovesse essere quello che effettuerà la terapia, porti con se il corredo diagnostico predetto alla sua prossima visita con il nuovo ortodonzista in modo da non essere costretta a ripagare il tutto e rallentare la risposta sul piano di trattamento. Cordialità
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alessandro Palumbo
Pescara (PE)

Chiaramente non siamo in grado di elaborare un piano di trattamento in questa sede. Tuttavia certamente l'apparecchio invisibile non è assolutamente in grado di effettuare i movimenti che sono stati pianificati dal collega che l'ha visitata. Dalla descrizione sembra che lei abbia oltre alla spaziatura anche un morso profondo. Questo non è correggibile con l'apparecchio invisibile

Scritto da Dott. Dario Spinelli
Bari (BA)

No, cara Signora, non è possibile. Si fidi del suo dentista che, mi pare, abbia stilato un piano di trattamento molto oculato. Cordialmente

Scritto da Dott. Tullio Toti
Verona (VR)

Mi trovo daccordo con i colleghi, per fare una corretta diagnosi bisogna avere maggiori informazioni, ma credo che il collega che la segue abbia bene inquadrato il problema... e credo la soluzione. Distinti saluti

Scritto da Dott. Gerardo Cafaro
Campagna (SA)

Il piano di trattamento è veramente troppo complesso. Niente ortodonzia invisibile in questo caso.

Scritto da Dott. Sergio Formentelli
Mondovì (CN)

Da come lei racconta il caso, sembrerebbe possibile - a mio avviso - intervenire anche con allineatori invisibili, eventualmente associandoli ad altri presidi (come viti di ancoraggio). Comunque non è possibile esprimere un giudizio sicuro sul caso senza poter analizzare almeno foto, modelli di studio, radiogrammi.

Scritto da Dott. Francesco Pradella
Padova (PD)

Sig. Giovanna l' apparecchio invisibile non è adatto al suo caso, segua i consigli del suo dentista.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

E' difficile che si possa fare perchè sembra un trattamento abbastanza complesso. In ogni caso manca una diagnosi per cui nessuno di noi può prospettare un piano di trattamento.

Scritto da Dott. Francesco Saverio Tipo
Torre del Greco (NA)

Cara amica, la sua situazione non sembra possa essere affrontata con il trattamento invisibile, ma per poter essere chiari ed esatti e' indispensabile una visita approfondita ed un esame dei referti radiografici. Tenga comunque presente che il trattamento fisso oggi e' possibile effettuarlo con brackets estetici ceramici bianchi che, Le assicuro, sono veramente molto gradevoli. Addirittura si utilizza il filo ortodontico rivestito bianco che minimizza ulteriormente l'impatto visivo. Se vuole puo' contattarmi in studio per ulteriori chiarimenti in merito, mi faccia sapere. Cordialita'
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Francesco Sacco
Salerno (SA)

L'apparechio invisibile e' il meno indicato ad effettuare i movimenti di intrusione. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Riccardo Della Ciana
Civitanova Marche (MC)

Gentile signorina, credo che il suo caso, come da lei esposto, possa essere validamente trattato con l'"ortodontia invisibile", anche per quanto riguarda le intrusioni dentali. Qualche anno fa, senza l'esperienza che ho adesso con la metodica "invisalign", mi sarei anch'io unito al coro. Adesso, insieme al solo dott. Palumbo, mi sento di consigliarle di rivolgersi con fiducia ad un bravo ortodontista che utilizza la metodica "invisalign"!

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)

Gentile Sig.ra, tra le tecniche invisibili l'Invisalign non è forse la migliore per effettuare intrusione e chiusura diastemi. Certo il suo caso sembra complesso, ma andrebbe valutato con attenzione per stabilire il piano terapeutico. In molti casi di eccesso di spazio in arcata con paziente che desidera un apparecchio invisibile io preferisco praticare la tecnica linguale più che l'invisalign. Cordiali saluti (Dott. Paolo Manzo - www.dentista-napoli.it - Frattamaggiore NA)

Scritto da Dott. Paolo Manzo
Frattamaggiore (NA)

Cara Giovanna, le consiglio di effettuare una visita da un ortodontista esperto della tecnica Invisalign; cerchi sul sito www. invisalign.com. In questo modo comunque potrà avere un altro parere.

Scritto da Dott.ssa Laura Marchione
L'Aquila (AQ)

Gentile signora, le spaziature, come lei definisce il suo problema, è un'indicazione del trattamento Invisalign, mentre l'intrusione degli incisivi non lo è. Si può usare in tal caso, se veramente necessario, un periodo di intrusione con microimpianti (per 2-4 mesi) prima dell'invisalign. Per l'estrazione degli ottavi, bisogna ragionare caso per caso. A lei danno disturbo? Per la frenulectomia superiore avrei molti dubbi. In generale non è necessaria. Cordialità
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)

Ritengo che l'apparechio invisibile non sia in grado di eseguire trattamenti complessi (e che anche su quelli piu' semplici andrebbe effettuata una attenta selezione del caso ). Per il resto non posso fare valutazioni senza opportune informazioni . Cordialmente

Scritto da Dott. Costantino Volpe
Salerno (SA)

Gentile Giovanna, i diastemi, cioè gli spazi tra i denti sono comuni in poche circostanze. A volte c'è da prendere in considerazione la presenza di un frenulo labiale superiore, ma quasi mai è la causa vera del problema. (potrebbe fare la prova di tirare il alto il labbro superiore e solo se si noterà uno sbiancamento della papilla che si trova dietro gli incisivi superiori ( si dice ischemia ) potrà pensare a una partecipazione del frenulo nel creare o mantenere il suo problema. Per un fatto puramente meccanico gli incisivi superiori si allargano se ricevono una spinta dall'interno verso l'esterno. La copertura del morso che lei lascia intendere e quanto altro ha scirtto portano a pensare alla presenza di una spinta linguale con contemporanea intromissione della lingua tra i denti in deglutizione. A distanza non si può dire nulla di preciso, ma se è presente un problema del genere probabilmente ha un atteggiamento della cervicale protesa in avanti, forse un appoggio plantare alterato (con carico sulla pianta eccessivo) potrebbe soffrire di fastidi alla colonna vertebrale o di cefalea e probabilemente anche di qualche problema digestivo (dalla aerofagia alla colite) potrebbe infine avere qualche problema di ciclo (soprattutto ciclo in ritardo o doloroso). Come vede il modo di capirci qualcosa di più c'è. Per quanto riguarda il bite superiore bisogna stare molto attenti perchè, in caso di necessità di un movimento cranico ampio, l'apparecchio ppotrebbe inibirlo e poi darebbe un grande ostacolo al posizionamento della lingua contro il palato dove è presente il più importante interruttore posturale dell'organismo. Mi scusi la prolissità saluti Prof Antonio Ferrante , Cava de Tirreni mi scusi per i titoli, ma voglio far capire che ho i motivi per affermare quanto detto sopra e non sono matto. docente nel master di posturologia Univ. Sapienza di Roma docente corso di Spec in Ortognatodonzia Univ. Chieti cordinatore scientifico Master in rieducazione miofunzionale univ. Sapienza, Roma
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Antonio Ferrante
Nocera Inferiore (SA)

Mi unisco ai colleghi ribadendo che è necessario avere una documentazione maggiore per poterle confermare l'adeguatezza del piano di trattamento. Comunque, dall' accurata descrizione del suo piano di trattamento mi sento di suggerirle di fidarsi del collega che l'ha visitata! La saluto

Scritto da Dott.ssa Assunta Voria
Agropoli (SA)