Menu

Domanda di implantologia

Risposte pubblicate: 15

Devo rassegnarmi alla dentiera?

Scritto da francesco / Pubblicato il
BUONGIORNO. Portatore di protesi totale superiore da moltissimi anni ed interessato ad efettuare interventi per protesi fissa, ho effettuato la dental scan dalla quale risulta " NON LESIONI OSSEE FOCALI. ARCATE EDENDULE. ESTREMO RIASSORBIMENTO DELLA CRESTA ALVEOLARE. ISPESSIMENTO DELLA MUCOSA DEL SENO MASCELLARE D'AMBO I LATI." Il referto è stato visionato da un dentista implantologo, che ha definito la situazione "PESSIMA", consigliando, se proprio, un intervento di ricostruzione, che effettua anche il servizio sanitario nazionale. Di che si trata, visto che non sembra essere stato già trattato l'argomento, mi sembra però di aver capito che debbo rassegnarmi alla dentiera. Grazie e buona giornata Ps Ho 59 anni
Sig. Francesco, l'osso manca e potrebbe essere ricostruito con molti sistemi. Ritorni dal suo odontoiatra che le indicherà la struttura cui rivolgersi.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Gentile Francesco,l'osso può essere rigenerato in molti casi(da valutare attentamente caso per caso)con varie tecniche se le condizioni generali e locali lo consentono oppure se queste non lo consentono le protesi possono spesso essere stabilizzate con dei mini impianti con un maggior confort da parte sei pazienti.Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)

Villafrencafra.jpg
Caro Signor Francesco, la quantità di osso e di gengiva si può aumentare con interventi di chirurgia parodontale preimplantologica. La qualità dell'osso non si può migliorare, sempre. Bisognerebbe solo visitarla per valutare quale sia l'approccio migliore per i suoi problemi. ......................Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Da quanto posso capire sembrerebbe che il suo sia un caso limite, ciò non toglie che l'osso si può rigenerare ed aumentare di volume. Forse non riuscirà ad ottenere volumetrie atte ad inserire impianti in numero sufficienti per ottenere una protesi fissa, ma magari potrebbe riuscire a stabilizzare la protesi rendendola più confortevole. Le procedure sono generalmente complesse, lunghe e non esenti da insuccesso. Si faccia spiegare da chi intende eseguire l'intervento tutti i pro e i contro, e poi decidete insieme. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)

Salve sig. Francesco. Mi associo alle risposte che le hanno dato i colleghi. Oggi in odontoiatria si può fare tanto. Basta relazionare i rischi con i benefici e voilà. Se il problema (come credo che sia) è riferito ai seni mascellari, valuti bene i rischi di un rialzo in relazione all'ispessimento della membrana e/o la situazione di salute generale. personalmente perdo molto tempo coi miei pazienti, per spiegare come e perchè un intervento è auspicabile oppure no. Cordialmente, Gianluigi Renda.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

Gentile Sig. Francesco, il fatto che Lei è portatore di protesi totale da parecchi anni ha contribuito notevolmente al riassorbimento dell'osso alveolare e alla pneumatizzazione dei seni mascellari e, pertanto, sarebbero necessari interventi di rigenerazione ossea verticali ed orizzontali oltre che del sollevamento dei pavimento dei seni mascellari per potersi permettere una protesi fissa su impianti. Oggi in odontoiatria tutto o quasi tutto è possibile affidandosi comunque ad esperti del settore ed in particolare ad implantologi ed a chirurghi maxillo-facciali. Un'alternativa valida potrebbe essere una overdenture stabilizzata da quattro o sei impianti inseriti nell'osso in zona pre-maxillare ed utilizzando magari la sua vecchia protesi. Valuti attentamente e bene la situazione con il suo dentista/implantologo facendosi spiegare il tutto nei dettagli. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)

Sig. Francesco, probabilmente dovrà rassegnarsi alla protesi mobile che però potrebbe essere maggiormente stabilizzata con qualche impianto.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)

Gentile paziente se la situazione richiede innesti ossei importanti allora è opportuno rivolgersi ad un'ospedale. Dalle sue parti c'è Castel Franco Veneto dove opera il prof.Maurizio Franco. Lì si effettuano interventi con osso di banca, riducendo in modo notevole la morbidità. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Orazio Ischia
Lipari (ME)

foto-zigomatici.jpg
Caro Sig Francesco, per poter valutare il suo caso sicuramente è necessaria una visita ed uno studio della Tac. Le posso dire che oggi si è sviluppata una tecnica denominata All on four che ha lo scopo di riabilitare le arcate edentule con una dentatura fissa evitando gli innesti ossei. Questo protocollo è applicabile circa nel 98% dei casi nella mandibola e nel 85% dei casi nel mascellare superiore. Qualora nel mascellare superiore questa non fosse attuabile si può ricorrere ad All on 4 ibrido (consiste in due impianti tradizionali e due zigomatici) o al doppio Zigomatico. La caratteristica di tutte e tre le riabilitazioni (messe a punto dal Dr Paulo Malo' di Lisbona) è il carico immediato e l'assenza di innesti ossei. rimanendo a disposizione per ulteriori chiarimenti le porgo i più cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Maurizio Ciatti
Varese (VA)

Non è detto. Oggi vi sono alcuni tipi di implantologia (monofasica a carico immediato ) che permettono l'inserimento dell'impianto anche dove vi è poco osso. Ma CMQ anche se non vi è la possibilità di avere dei denti totalmente fissi , una valida alternativa potrebbe essere una Over-Denture (una dentiera di dimensioni ridotte , con ancoraggio su 4-6 impianti, in modo da avere una maggiore stabilità della protesi oltre ad avere una riduzione della dimensione della protesi . ): Se vuole puo' inviarmi una OPT e la Dental Scan in modo da visualizzare la sua situazione e se vi è possibilità fare un preventivo gratuito. Inviami tutto a centromareschi@live.it
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Walter Ciardi
San Valentino Torio (SA)

La scarsità di osso a volte è un vero problema, oggi esistono sistemi che permettono di stabilizzare una protesi e anche di realizzare una protesi fissa su impianti. Si va dagli impianti corti alla chirurgia guidata ( computer assistita), passando attraverso la rigenerazione ossea in alcuni casi. Le consiglio di rivolgersi al suo dentista visto che con le nostre risposte si è fatto un pò di cultura in merito e dialoghi con lui sicuramente insieme si troverà una soluzione accettabile.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Massimo Orefice
Triggiano (BA)
Massafra (TA)

la sua domanda e' spesso fatta anche nei nostri studi, da persone che dopo anni di protesi totale vogliono fare quello che io definisco un salto di qualità. La prima cosa che chiedo ai miei pazienti e' la motivazione e quanto sono spinti a questo trattamento. Perché chiedo questo? perché dico loro che in odontoiatria quasi tutto e' fattibile ma i viaggi per arrivare alla meta sono lunghi e tortuosi ed affrontarli significa sottoporsi spesso a sacrifici pazienza e tempi lunghi, se lei e' fortemente motivato penso che la soluzione al suo problema esiste ed e' praticabile con buon margine di comfort funzionale ed estetico. Non conoscendo il suo caso specifico le consiglio di recarsi dal suo dentista e farsi spiegare le varie tipologie di progetto e farsi consigliare in base alle sue esigenze ed aspettative quale lavoro può fare. Buon viaggio
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alessandro Sanna
Lucca (LU)

Faccia al suo dentista tutte le domande che vuole per dirimere i suoi dubbi. La sua situazione va valutata con attenzione. In presenza di grosse atrofie si può ricorrere ad interventi di ricostruzione dell'osso con prelievi intraorali o extraorali. Cordialmente

Scritto da Dott. Livio Germano
Verbania (VB)

Caro Francesco Purtroppo la sua edentulia prolungata ha portato un importante riassorbimento osseo che non consente l'inserimento di impianti perciò si dovrà procedere con un rialzo di seno mascellare(cavità pneumatica fisiologica del cranio) , nel suo caso probabilmente un grande rialzo di seno che consiste nell'aprire un lembo divaricando tutti i tessuti molli presenti dalla cresta alveolare al naso la creazione di 2 botole e l'inserimento di biomateriale nei seni mascellari e quindi la suturazione, valutando periodicamente la quantità e la qualità dell'osso che si viene a formare, e infine procedere all'implantologia vera e propria. io sinceramente, data la sua età le consiglio di vedere se è possibile fare dei piccoli rialzi di seno con degli innesti per l'inserzione di soli 4 impianti e fare una protesi denominata overdenture, che è mobile ma con aggancio su impianti che favorisce un'ottima stabilità, un minore riassorbimento osseo col tempo e un ottimo rapporto qualità-prezzo. mio padre stesso ha questa soluzione e si trova molto bene. distinti saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Domenico Aiello
Catanzaro (CZ)

24.jpg
Buon giorno, prima di ricorrere ad innesti provi a chiedere qualche consulto a Odontoiatri in grado di consigliarle, qualora si potesse, un trattamento All-on-4 con NobelGuide. Ponti fissi posizionati su 4 impianti applicabili in giornata in circa 2 ore di intervento. Saluti Dott. Alberto Pitino

Scritto da Dott. Alberto Pitino
Torino (TO)