Menu

Domanda di endodonzia

Risposte pubblicate: 18

Granuloma in un dente incapsulato e con viti

Scritto da Luigi / Pubblicato il
Nella foto che allego mi è stata diagnosticata la presenza di un granuloma e la presenza di viti sotto la capsula complica le cose. Due dentisti che operano con microscopio elettronico mi hanno detto che le viti si posso togliere con gli ultrasuoni e si può provare a ritrattare il dente. Un terzo dentista, a cui ho chiesto, mi ha subito, invece, detto che tra le due capsule la macchia nera evidenzia una frattura della radice per cui, vista anche la presenza del seno mascellare, farebbe estrazione e poi un ponte (i due denti vicini sono anch'essi devitalizzati e incapsulati). A chi credere tra le due versioni? Io vorrei credere ai primi due, ma secondo voi c'è una così evidente frattura della radice o vedete solo il granuloma? Grazie e buone vacanze.
Granuloma in un dente incapsulato e con viti
Gent.le Signor. Luigi, tra le due capsule la lastra non evidenzia fratture, (la lastra non è ben evidenziata) a maggior conforto di cio' la lesione non e'generata da una frattura in quella sede, (nella zona approssimale alle due corone), ma sembra generata da una sofferenza nella biforcazione delle due radici. Proverei a fare il ritrattamento con la riserva eventuale dell'estrazione. Non la prenda come un'accanimento alla terapia, ma la possibilità di non avere dubbi sulla decisone presa. Ci faccia sapere. Distinti Saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo Raffaele Izzi
Lainate (MI)

Anche secondo me, Sig. Luigi, non vi sono fratture, quindi concordo perfettamente con il collega Izzi sia per la terapia che per le motivazioni. Cari saluti

Scritto da Dott. Vittorio Migliavada
Desio (MB)

La definizione e la qualità dell'immaggine non permettono una diagnosi corretta. Sembra verosimile la possibilità di un granuloma che potrebbe avere origine dalla radice mesiale e/o palatina. Purtroppo la radiografia presenta delle ombre comuni anche al resto della pellicola. In ogni caso, secondo me, il migliore approccio è visivo: rimuovere la protesi ed i perni, che peraltro appaiono sottodimensionati. Si tratta di perni-moncone, la cui funzione di sostegno è quantomeno insufficiente. Rimosso il manufatto, si può mettere l'occhio (anche di un microscopio) per valutare clinicamente la situazione. Non mi occupo volentieri di endodonzia, ma ritengo comunque arduo un recupero dell'elemento, anche in considerazione dei probblemi paradontali che sicuramente affliggono le radici. Come disse l'oratore, concludendo: rimozione del manufatto, se possibile, visualizzazione del residuo, che potrebbe essere infiltrato e cariato, decisione terapeutica. A proposito: perchè un ponte e non ricorrere alla implantologia? (si vede che mi occupo di questa branca? :-) Buone vacanza a lei, visto che io non ci andrò, almeno in questo periodo.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Scandale
Roseto degli Abruzzi (TE)

Direi che fà bene a seguire il suo istinto a ad optare per la scelta dei colleghi che le hanno proposto il ritrattamento dei canali. Deve inoltre considerare che nel momento in cui verrà fatto l'accesso ai canali per l'esecuzione della terapia sarà possibile individuare anche eventuali fratture e solo a quel punto eseguire l'estrazione, a togliere si fà sempre in tempo. Cordiali saluti Dr. Andrea Pennacchietti a.pennacchietti@libero.it

Scritto da Dott. Andrea Pennacchietti
Viterbo (VT)

Sig. Luigi, la radiografia che Lei ci invia non permette una valutazione di scelta delle due opzioni a lei proposte. Sicuramente la cura conservativa, in caso di non successo, evolverà in avulsione e potrà sempre realizzare le cure del terzo dentista. Consiglio di valutare, se occorre, anche il lato economico. Dott. Ruffoni Diego.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Gentile Luigi, non mi sembra presente nessuna frattura, il ritrattamento canalare è la prima cosa da fare. Cordialmente Dott. Cristian Romano.

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)

Gentile sig. Luigi anche se la foto che vedo non è ottimale non credo che vi sia una frattura della corona dentale. Comunque sia sono del parere che valga la pena tentare la rimozione dei perni e il ritrattamento del dente. Ad estrarlo si fa sempre in tempo!

Scritto da Dott. Michele Giudice
Salerno (SA)

Si vede solo il granuloma. La frattura, se c'è, non si apprezza in questa foto della rx. Si faccia ritrattare il dente prima di partire per le vacanze. Dott. Angelo de Fazio

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)

Sig.Luigi, è presente una lesione apicale insieme ad una zona di "sofferenza" parodontale tra le due capsule; anch'io la frattura non la vedo. Si sottoponga al ritrattamento, il suo dente è comunque e sempre da provare a salvare, l'estrazione, dato il periodo, è l'ultima spiaggia! Cordialmente. Dr. Cristoforo DelDeo

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)

Il dentista munito di microscopio sicuramente vedra` se ci sono fratture od impedimenti al ritrattamento, ci vada serena

Scritto da Dott. Orio Bandera
Brescia (BS)

Sig. Luigi, francamente la frattura non si apprezza in questa radiografia, però potrebbe esserci, io proverei a ritrattare i canali, ma se non si dovesse avere una guarigione, allora opterei non per un ponte tradizionale, ma per un impianto. Dott. Maurizio Serafini

Scritto da Dott. Maurizio Serafini
Chieti (CH)

Gentile Luigi, fratture non se ne vedono. Direi che i Colleghi endodontisti, anche con l'aiuto del microscopio, avranno vita difficile, perchè non è facile far guarire il granuloma di questo dente. E' comunque vero che l'estrazione è da procrastinare ed accettare solo dopo il falimento del tentativo di recupero. Cordilità. Dr Michele Caruso

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)

concordo con l'ipotesi di rimuovere la corona e i perni , sotto microscopio, valutare se sono presenti infiltrazioni cariose o fratture iniziali (dalla lastra non sembrerebbe). Un sondaggio parodontale può aiutare nella diagnosi (il dente fratturato presenta una sondabilità tipica, profonda in corrispondenza della frattura, normale nel resto della circonferenza del dente). effettuato l'eventuale ritrattamento è corretto ricostruire il dente ed applicare una corona provvisoria, per passare alla definitiva solo quando vi siano evidenti segni di miglioramento.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Attilio Venerucci
Finale Ligure (SV)

gentile Luigi, mi stupisco di come qualche collega riesca a vedere in questa rx una frattura , si fà fatica a volte a vederle con immaggini decisamente migliori. Comunque concordo con un primo tentativo di ritrattamento asportando le viti , in caso di esito negativo non ha alternativa ,deve estrarlo. non farei comunque un ponte bensì un impianto. saluti Dr Casella Franco (Torino)

Scritto da Dott. Franco Massimo Casella
Torino (TO)

La foto da lei allegata purtroppo non è di buona qualità, per cui, per quanto possiamo vedere dalla nostra postazione "computerizzata" la frattura non si vede CHIARAMENTE ma è verosimile che ci sia, vista l'importanza della rarefazione ossea. Un endodonzista esperto ed attrezzato, riaprendo il dente le saprà dare una risposta.

Scritto da Dott. Alberto Ricciardi
Trebisacce (CS)

Gentile Luigi, togliere il dente si fa sempre in tempo! Cmq la lesione c'e' la frattura probabilmente non si vede ( ma anche l'immagine non e' chiara). Il trattamento canalare non sembra fatto male, da dove viene questa lesione!? Concordo nel tentare di togliere le viti!!! e verificare!! Purtroppo questo tipo di viti usate in passato avevano un grosso inconveniente-creavano fratture!!! Quindi forse c'e' ma non si vede!!! Bisogna aprire e controllare e poi decidere!! Le dico solo che non serve una grossa frattura per dare una lesione, soprattutto perche' il trattamento canalare mi sembra congruo!! Un saluto Dr. Iancu Potrubacz
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Studio Odontoiatrico Associato Dr. M. Iancu P. e Dott.ssa L. Marchione
L'Aquila (AQ)

Ritengo che il ritrattamento sia doveroso per cercare di salvare il dente: comunque sia, l'insuccesso del ritrattamento e/o l'evidenziazione di una possibile frattura (non diagnosticabile con questa Rx) sono eventualità da tenere presenti. Togliere il dente è una possibile scorciatoia, se uno non desidera incertezze. Dr. Andrea Lorini

Scritto da Dott. Andrea Lorini
Firenze (FI)

Caro Luigi, non credo ci sia una frattura, o se c'è non è facile individuarla radiograficamente, almeno in questo stadio. Ritengo che il tutto vada smontato, si verifica se c'è o meno una frattura e in caso negativo, si procede con il ritrattamento, meglio se eseguito con microscopio. Distinti saluti Dr Gerardo Cafaro

Scritto da Dott. Gerardo Cafaro
Campagna (SA)

Sullo stesso argomento