Menu

Domanda di denti del giudizio

Risposte pubblicate: 13

C'è il rischio di ledere il nervo alveolare inferiore durante l'estrazione?

Scritto da Giuseppe / Pubblicato il
Gentile Staff di Dentisti Italia, sono un uomo di 33 anni e di recente ho effettuato una ortopanoramica che mostra una disodontiasi degli ottavi inferiori e un'inclusione dell'ottavo superiore sinistro. Non si evidenziano lesioni apico nè processi di carie scoperte documentabili. Fino ad oggi non mi hanno procurato alcun fastidio, ma mi sembra evidente dal referto della radiografia che posizionati in quel modo vanno estratti. Vorrei quindi porre i seguenti 2 quesiti: - C'è il rischio di ledere il nervo alveolare inferiore durante l'estrazione? Ho già sofferto a lungo di parestesie per un altro genere di problema e sinceramente la possibilità che possa ripresentarsi un tale rischio po' mi preoccupa. - Può esistere una correlazione tra denti del giudizio mal posizionati e postura? Pongo questa domanda perché mi è stata riscontrata una verticalizzazione della fisiologica lordosi del rachide cervicale, con conseguente dolore al collo e alle spalle. Vorrei capire se i denti del giudizio possono rientrare in una delle tante concause che col tempo hanno accentuato il mio problema al tratto cervicale. Grazie anticipatamente per un eventuale Vostro gentile riscontro. Cordiali Saluti
C'è il rischio di ledere il nervo alveolare inferiore durante l'estrazione?
Gentile Giuseppe, lei pone una serie di domande a cui rispondere non è facile basandosi peraltro solo su di una panoramica dentale. La diagnosi deriva da un atto medico che prevede la visita accurata (INDISPENSABILE) ed analisi delle radiografie che possono essere di diverso livello invece della panoramica come ad esempio nel suo caso. Infatti sarebbe opportuno integrare la visita con una TAC-CBCT che meglio evidenzia i rapporti dei denti del giudizio con il nervo alveolare inferiore. Sicuramente tutte queste informazioni dovrebbe anzi deve darle il dentista che la segue e che le ha prescritto la radiografia da lei postata. Stesso discorso per il problema della colonna cui lei accenna. Non si possono dare risposte certe senza visita accurata anche se in alcuni casi una malocclusione o dei denti "anomali" come un dente del giudizio mal posizionato che crea precontatti possono, in alcuni casi, provocare qualche problema alla colonna soprattutto nel tratto cervicale. Prenda queste ultime parole con molta precauzione poiché ovviamente non conosco minimamente il suo caso clinico. Tutte queste domande ed informazioni sarà il suo dentista a doverle specificare. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)

analisi-gnatologica-dr-g.petti-cagliari-273.jpg
Caro signor Giuseppe, buongiorno. Per quanto riguarda la prima domanda, i denti del giudizio inferiori ed in particolare l'inferiore sinistro che spinge e lede la radice distale del secondo molare a lui mesiale, devono essere avulsi (estratti) ed hanno, sembrerebbe dalla OPT, rapporti stretti con il canale mandibolare e quindi il nervo Alveolare inferiore che vi transita e con il pavimento del seno mascellare sinistro, il dente del giudizio sup. Sin. E' necessaria una corretta valutazione anatomo-chirurgica, come le ha detto il carissimo Dottor Savino, sia Clinica e Semeilogica che strumentale e Radiografica con Rx cone beam 3D! Per la seconda domanda, è impossibile risponderle. Premesso che è difficile che i denti del giudizio spostino gli altri denti, ma non impossibile, sembrerebbe che Lei abbia "disarmonie" occlusali Gnatologiche che, pur non potendole valutare ovviamente da una OPT (panoramica), l'esperienza mi fa vedere che sembrerebbe che ci fosse l'ottavo superiore Dx estruso e così pure i primi molari superiori sin e Dx, con intrusione del secondo molare sup.sin. e mesializzazione del primo premolare inferiore Sin! Occorre ovviamente una conferma clinica Gnatologica!

Per quanto riguarda la Postura, i fattori che determinano la Postura di una persona sia statica che dinamica e quindi anche nella corsa sono diversi, l'apparato Cocleare dell'Orecchio,che determina la capacità di stare in equilibrio, ovviamente in relazione coi rispettivi centri cerebrali.Oltre la Gnatologia di pertinenza del Dentista Gnatologo ma anche dell'Ortodonzista, ci sono sistemi sofisticati per lo studio della postura: La Chinesiologia, la Pedana Baropodometrica dinamica computerizzata (che studia il carico della pianta dei piedi statico e dinamico), il Posturometro per determinare se c'è una asimmetria tra le due metà del dorso. Tutto questo fanno gli studiosi della Postura tra cui gli Gnatologi, gli ortodontisti, gli Ortopedici, gli Ortopedici del Rachide. Una visita osteopatica e fisiatrica alla muscolatura del bacino in particolare del M.Psoas sarebbe molto utile,perché è uno dei primi muscoli a "saltare" in una patologia lombosacrale in cui sia coinvolta la postura,sia che essa sia discendente ,ossia a partenza da una malocclusione ,sia che essa sia ascendente,ossia a partenza dagli arti inferiori, appoggio della pianta dei piedi, anche o colonna lombo sacrale. ha Bisogno di UN ECCELLENTE GNATOLOGO. Il trattamento delle disfunzioni masticatorie sia come concetto statico che soprattutto dinamico necessita un approccio diagnostico differente nelle varie patologie che ne possono essere causa! Il discorso è molto "sottile" sfuma nella filosofia delle disfunzioni neuro muscolari , occlusali e della Articolazione Temporo Mandibolare e non lo si può spiegare in due parole, tra l'altro consigliandola su cosa sia meglio, senza averla visitata clinicamente ...studiandone il caso di persona. A volte bisogna ricorrere all'uso di un arco facciale di trasferimento, essenziale per rilevare i rapporti spaziali delle sue arcate con la base cranica e per il montaggio dei suoi modelli di studio su un articolatore a valore medio per studiare la gnatologia della sua bocca e la sua clinica e le sue articolazioni con angoli di spostamenti come l'angolo o movimento di Bennet tra il piano sagittale ed il movimento del condilo in lateralità della mandibola che è la fotografia reale della sua patologia! Per esempio, maggiore è il movimento di Bennet e minore è l'altezza delle cuspidi e viceversa, quindi l'occlusione e il rapporto delle cuspidi tra antagonisti e tra di loro, incidono sul movimento di bennet e sulla misurazione dell'angolo che forma con le strutture citate ed in ultima analisi con le patologie del lato lavorante e di quello non lavorante della testa dei condili. Questo movimento di bennet può essere immediato o progressivo a seconda delle patologie presenti o non patologie presenti, ovviamente!Il movimento di lateralità è bene studiarlo anche clinicamente con la palpazione perché è determinato dalla contrazione dello pterigoideo esterno del lato opposto a quello verso cui si sposta la mandibola. Un dolore durante questa palpazione indica una contrattura del muscolo e quindi la presenza di una patologia articolare. Palpazione che va fatta non solo in lateralità ma anche in apertura.Solo così si può arrivare ad una corretta DIAGNOSI che porta poi ad una terapia. Ci sarebbe tanto altro da dire ma penso di essere già stato esaustivo per farle avere un'idea di cosa sia la Gnatologia. Le spiego ancora qualcosa o almeno ci provo, perchè l'argomento è complesso per i "non addetti ai lavori": ripeto, devono essere rispettati i concetti basilari della gnatologia: rapporto corretto cuspide-fossa, occlusione reciprocamente protetta, contatto simultaneo massimo tra tutti i punti di centrica in posizione di relazione centrica, una corretta guida incisiva e una sufficiente disclusione canina dei denti posteriori nei movimenti di lateralità. Bisogna valutare se si verificano apnee notturne e "russamento"! La Gnatologia deve sapere inoltre, studia la "complessità dei problemi che stanno dietro la semplice parola "malocclusione", precontatti nelle varie disclusioni delle arcate con conseguenti traumi d'occlusione ed una "malocclusione" ossia ha denti in trauma d'occlusione,(tutte situazioni che possono, deviando la colonna vertebrale, alterare la Postura!!!) Le lascio un poster di foto di parte di una visita Gnatologica con arco Facciale di Trasferimento e stabilometria computerizzata e vari tipi di Bite Plane.
Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Si tratta di tre inclusioni diverse. Libererei il campo da un rapporto tra ottavi inclusi e disturbi posturali. Lascerei gli ottavi dove sono (compreso quello di destra decisamente più semplice da estrarre). Comunque si affidi ad un professionista do alto livello per prendere decisioni così importanti....

Scritto da Dott. Mauro Mazzocco
Roma (RM)

Buona sera,
sono d'accordo con il collega dr.Mazzocco, in assenza di sintomatologia e di evidenti lesioni, lascerei gli ottavi dove sono, anche perché dalla radiografia mi sembra che l'ottavo (38), più che impattare la radice distale del settimo sia anteriore rispetto ad essa. Sul discorso posturale sarei molto cauto nel valutare il nesso di causa tra il problema a livello cervicale e la disodontiasi degli ottavi.

Scritto da Dott. Michele Calavalle
Viadana (MN)

Sig Giuseppe Buongiorno, come le hanno già scritto i miei colleghi il caso non é semplice, comunque l'8 inferiore sx io non lo toccherei troppo vicino al canale mandibolare (primum non nocere) certo con il tempo potrebbe creare lesioni al dente precedente, gli altri tre 8 con le dovute cautele e accertamenti sono estraibili. Con uno gnatologo dopo le estrazioni può sistemare l'occlusione .
Prenda in considerazione che il trattamento non sarà breve. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gianfranco Tortora
Brescia (BS)

Secondo me le indicazioni per la estrazione dei due denti del giudizio inferiori ci sono: si vede presenza del sacco pericoronale che potrebbe infiammarsi con facilità, e quindi dare, ad un certo punto dolore (e queste non sono certo, come lei ha intuito, estrazioni da fare in situazione di emergenza, ma vanno pianificate con calma e preveggenza). E poi spingono direi minacciosamente sulle radici dei settimi, e a lungo andare possono forse danneggiarle o danneggiarne il parodonto, l'osso.. Quanto alla indicazione riguardante il rapporto posturale, ci può anche questa essere: in molti casi di disturbi posturali, ho avuto modo di osservare in tanti anni, dei netti miglioramenti dopo le estrazioni. Quanto ai rischi inerenti la estrazione, ed i rapporti con il nervo, etc, bisogna studiarli con cone beam, ovvero una Tac 3D a basso dosaggio di raggi, che guiderà il chirurgo a effettuare la rimozione del dente senza nessun pericolo. Direi che si può affermare questo: che ci sono veri specialisti in questa chirurgia, che sono in grado di fare questi interventi senza danno alcuno, in una percentuale elevatissima di situazioni: alcuni le diranno che non se la sentono per via dei pericoli. Qualcun altro (pochi) saranno così ben preparati da poterle affermare che lei non avrà conseguenze. Ad esempio, io conosco qui nella mia regione un paio di amici che forse si rifiuterebbero, ed altri due che sarebbero capaci di farlo ad occhi chiusi... Non le dico questo certo perchè la voglio invitare qui da Palermo, ma solo per farle capire che c'è da trovare la persona veramente adatta.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

E' necessario un approfondimento diagnostico radiografico di tipo 3D (Tac Dentale), per capire con precisione i rapporti fra il nai (nervo alveolare inferiore) e ottavi. Dall'OPT è evidente come la posizione degli stessi sia tutt'altro che favorevole ad una estrazione, quindi, prima di procedervi, faccia la Tac ed una relativa valutazione da parte di odontoiatra esperto in chirurgia orale.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)

Gentile Sig. Giuseppe la panoramica evidenzia una vicinanza dei denti del giudizio all'alveolare inferiore, pertanto la possibilità di una lesione esiste. Per quanto riguarda la correlazione con la postura la risposta è positiva, ma è molto rara e in ogni caso è sempre una concausa. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)

Sig. Giuseppe il referto non lo deve interpretare lei, ma il professionista prescrittore, non prenda decisioni senza competenze, ma si affidi alle buone mani di un odontoiatra lasciando a lui carta bianca sul da farsi. I denti inclusi difficilmente sono correlati ai suoi problemi, mentre potrebbe esserlo una malocclusione.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Buongiorno Sig. Giuseppe,
I denti del giudizio possono interferire in senso discendente con l'equilibrio posturale se sono in occlusione (se toccano i denti dell'arcata opposta). Nella sua bocca forse ciò avviene alla sua destra, ma dovrà fare una valutazione gnatologica. Potrebbero essere anche altri i denti che creano una eventuale malocclusione. Per esempio, potrebbe avere un morso profondo o altro a livello dei denti anteriori. Detto questo, i suoi denti del giudizio non pongono particolari rischi chirurgici collegati al nervo sottostante o altro. La valutazione con CBCT altra tomografia è d'obbligo.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Ernesto Bruschi
Frosinone (FR)

Egr. sig. Giuseppe, non mi esprimo sulla opportunità di estrarre i terzi molari inferiori, perché da una ortopantomografia è impossibile vedere la reale posizione dei denti e i rapporti col canale mandibolare quindi concordo con i Colleghi che occorrerebbero altre indagini (TAC CONE BEAM). Aggiungo, inoltre, che secondo le linee guida Ministeriali non ci sono neanche le indicazioni cliniche che giustificano la loro estrazione.
Una risposte al Suo secondo quesito è impossibile e si potrebbero fare solo supposizioni non avendo elementi certi e probanti. E', a mio parere, da escludere alcuna responsabilità del terzo molare inferiore di sinistra(incluso). Il terzo molare inferiore di destra, parzialmente incluso, potrebbe avere determinato dei precontatti che teoricamente poterbbero determinare una alterazione dell'occlusione, ma tutto è solo ipotizzabile non avendo alcun dato clinico. Per tutto ciò che ho detto la invito a dare fiducia al Suo odontoiatra che sicuramente sarà più in grado di me a fare una corretta diagnosi e a proporle la giusta terapia.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Lombardo
Alcamo (TP)

Buonasera, per esperienza e dato che mi occupo da anni di postura posso sicuramente dirle che gli inclusi possono influenzare la postura, non posso certo diagnosticare per internet il suo caso comunque si possono associarsi a disturbi posturali. Qualsiasi dente incluso con gli opportuni accertamenti diagnostici e buone ed esperte mani può essere estratto.
Trovi il giusto professionista e si attenga con fiducia a quanto le dirà.
Si ricordi che ..mille dentisti..mille modi di pensare diverso.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Studio Dentistico Fiori
Castelnuovo di Garfagnana (LU)

Caro Signor Giuseppe, i suoi denti del giudizio devono essere estratti previa ulteriori indagini radiografiche che un esperto operatore le indicherà pre correttamente pianificare l'intervento. La presenza dei denti del giudizio inclusi non agisce su eventuali squilibri posturali di natura occlusale poiché la motivazione va ricercata nel rapporto cranio mandibolare attraverso indagini strumentali neuromuscolari e occorre tenere presente l'intera architettura dentale della bocca .
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)