Domanda di Denti del giudizio

Risposte pubblicate: 6

Questa bollicina può essere una conseguenza della forte infezione che ho avuto?

Scritto da Silvia / Pubblicato il
Buongiorno, vi scrivo perché vorrei un consiglio. Il giorno venerdì 31 marzo ho iniziato un ciclo da 6 giorni di Augmentin e ho finito di prendere l'ultima pastiglia giovedì 6 aprile mattina. L'antibiotico mi é stato prescritto dal dentista dato che il dente del giudizio inferiore sinistro stava spuntando e mi causava forte dolore, gonfiore, pus, mal di gola al lato sinistro e linfonodi del collo dolenti a sinistra. Mi ha detto che avevo anche un trisma. Ho anche fatto sciacqui con collutorio clorexidina 0,12%. Oggi sto decisamente meglio, anche se il dente non é uscito del tutto e quindi il dentista mi ha detto che dovrò estrarre il dente il prima possibile per evitare altri problemi. (Dalla lastra é risultato che sta crescendo dritto). Durante i giorni in cui ero infiammata ho però notato una bollicina, di cui vi allego la foto, sul pilastro palatino posteriore sinistro (spero che sia il termine esatto). Non essendomi mai esaminata la bocca con attenzione come in questi giorni, non so se questa bollicina sia li da molto oppure sia spuntata ora. La mia domanda quindi é: a vostro parere questa bollicina di circa 1/1,5 mm può essere una conseguenza della forte infezione che ho avuto da poco? Se così fosse entro quando se ne dovrebbe andare? Altrimenti cosa potrebbe essere se non dovesse scomparire entro qualche giorno? Anche se sto molto meglio é rimasto un leggero dolore a sinistra quando deglutisco...vi ringrazio per la vostra attenzione. Silvia
Cara signora Silvia, Buongiorno. Mi domando e Le domando perché non abbia chiesto al Suo Dentista! Sarebbe stata la cosa più logica! Veda, cara Signora, Non si può fare Diagnosi via web ma la si deve fare con la Clinica, la Semeiotica, l'Anamnesi per valutare la lesione anche in relazione a tutti gli altri organi sistemici, in particolare gli organi sessuali e Genito Urinari ( vedere forme verrucose o papillomatose di HPV Human Papilloma Virus, anche se la più frequente è la forma condilomatosa, tutti trasmissibili sessualmente)basta un piccolo Test, se ci fosse il sospetto diagnostico, io sto parlando solo in senso lato per completezza dato che Lei chiede ed io devo rispondere con scienza e coscienza :)! Bisogna Palparlo, saggiarne la mobilità sui piani sottostanti, la consistenza, la dolorabilità, la presenza di linfonodi satelliti e fare Diagnosi differenziale con le diverse "Patologie" che possono esserne la sua etiopatogenesi (causa, per intenderci)! In ogni caso è bene, se non si arrivasse ad una diagnosi certa, che può essere la più banale, mi creda, ma non la dico perché non sarebbe professionale valutare questa formazione da una foto via web, fare, dicevo, un prelievo bioptico ed una analisi istopatologica! Nella mucosa orale, il papilloma, si manifesta in tre varianti istopatologiche: Squamoso, verruca vulgaris (molto meno frequente) e Condiloma accuminato. Bisogna fare attenti esami sullo stato del suo sistema immunitario e attuare una "sorveglianza" preventiva e diagnostica perchè se ne possono formare altri. Non a caso ho parlato di "Condilomi accuminati" perché le due formazioni indicate da lei come "bolla", hanno quella forma ma ciò è relativo via web, molto relativo! Aggiungo che si possono fare dei tamponi orali per la ricerca del virus HPV! Il tampone lo può fare anche il suo Dentista se è organizzato per farli avere integri ad un laboratorio di istopatologia e virologia!Valutare poi la sua immunità cellulo mediata dai Linfociti T. Ed ancora, dopo l'introduzione della HAART (highly active antiretroviral therapy), si è visto che le lesioni da HPV anziché diminuire, sono aumentate (in sede orale e genitale) ed anche in relazione al calo della viremia a seguito della terapia antivirale. Però stia tranquilla, si risolve tutto e tornerà la normalità, sicuramente e senza problemi, sia quindi molto serena! In ogni caso ho parlato di diverse possibilità diagnostiche che vanno differenziate e confermate, ovviamente. La Diagnosi differenziale è doverosa e non semplice a volte con lesioni traumatiche delle mucose orali, Herpes zoster gengivite necrotica Etc. Coraggio quindi si faccia visitare, incominciando dal suo Dentista. Sono soldi spesi bene, mi creda! Diffidi di chi non fa pagare la Visita!Bisogna valutare poi la sua immunità cellulo mediata dai Linfociti T. Giudicherà il suo Dentista se inviarla da un Dentista Esperto in Patologia Orale! Nella valutazione Anamnestica bisognerebbe sapere anche se il suo Partner ha sintomi e formazioni simili nell'apparato Genitale e se Lei ha avuto rapporti orali! Cari Saluti Ho dovuto rispondere in modo "completo" perché era mio "Dovere Medico" ma stia tranquilla , vedrà che non è niente, magari solo una cistarella superficiale o una piccola esostosi o un piccolissimo Fibroma o altra patologia Gengivale od un iniziale ascesso! Ma Lei ha domandato via Web anziché recarsi dal Dentista ed io, come ho spiegato, ho dovuto Rispondere il più esaurientemente possibile!Le spiegherà il suo Dentista e le spiegherà l'importanza di differenziarlo da una leucoplasia o da altro e preciso che esistono 4 varianti di OLP (Lichen Ruber Planus): reticolare, atrofico, erosivo-bolloso e a placca.La forma erosiva e quella bollosa , evoluzione probabilmente di una forma nell'altra, rappresentano le varianti più sintomatiche e che più spesso si accompagnano o sovrappongono a Gengiviti particolari come quelle descritte,con una compromissione notevole della qualità di vita . Nella diagnostica differenziale di queste forme rientrano i tumori, la stomatite cronica erosiva,il lupus eritematodes ,l'eritema polimorfo, le candidiasi, le reazioni da farmaci . La onde ragion per cui, consiglio uno o più prelievi bioptici ed una diagnosi anche isto-patologica per valutare soprattutto se esistono note di acantosi ,ipercheratosi, ipergranulosi, degenerazioni varie etc e porre così una diagbnosi certa istologica senza cui si andrebbe avanti solo per tentativi! Attenzione al Cortisone! E' ovvio che possa calmare temporaneamente i sintomi ma il suo uso, ripeto deve avvenire solo se è stata fatta una Diagnosi Differenziale Certa perché in alcune di queste patologie può essere addirittura controindicato ed aggravare la patologia! Può essere una semplice Flogosi (infiammazione tra i due pilastri tonsillari) ma quelle due formazioni peduncolate risvegliano semeiologicamente altri sospetti diagnostici (detti e in ogni caso tutti tranquilli, stia serena quindi).Cari Saluti ancora :)
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Secondo me si. Dipende da quello che c'è stato e c'è tuttora sul dente del giudizio.. Infatti il dente del giudizio sembra in preda ad una pericoronite, cioè ad una infezione perchè sta mezzo dentro e mezzo fuori, e la mucosa sopra sembra abbia lesioni da masticazione con il dente antagonista che gli sta sopra. Quindi un quadro che consiglia l'estrazione (dovrebbe essere facile!) di tale giudizio..

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Silvia, se la lesione scompare spontaneamente tra 15 giorni non c'è da preoccuparsi, se permane occorre una visita odontoiatrica con accertamenti diagnostici.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Sig.ra Silvia, come è possibile fare una diagnosi da una semplice fotografia. Comunque ogni lesione che non scompare dopo 15 giorni va indagata a fondo. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Buonasera sig.ra Silvia, la zona cerchiata è di pertinenza dell'otorinolaringoiatra e non di un dentista, in quanto riguarda un pilastro tonsillare. A mio avviso comunque quella piccola lesione non c'entra nulla con l'eruzione del dente in questione. Dalla fotografia non si riesce a vedere bene, potrebbe chiedere al suo medico curante e farsi inviare ad uno specialista. Saluti

Scritto da Dott. Maurizio Icardi
Vicoforte (CN)

Tutt fa propendere verso una causa da ricercare nel suo dente del giudizio, in stadio di pericoronite, gestibile, come sta facendo, con i farmaci. È comunque opportuna una visita di controllo dal suo dentista, ed una eventuale pianificazione dell'estrasione dello stesso qualora i sintomi non regredissero complessivamente e/o si ripresentassero.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia