Menu

Domanda di conservativa

Risposte pubblicate: 16

E' di prassi devitalizzare un dente con otturazione profonda ad un ragazzo di 19 anni?

Scritto da enrico / Pubblicato il
Salve, vorrei solamente sapere se è di prassi devitalizzare un dente con otturazione profonda ad un ragazzo di 19 anni senza provare prima una normale otturazione o un incappucciamento. Il dente era completamente asintomatico e quindi in teoria la polpa era ancora intoccata. Lo chiedo per orientarmi meglio le prossime volte. Grazie a chi risponderà :)
Caro Signor Enrico, non può dire se il dente fosse vivo e vitale e senza patologie pulpari solo perche è stato asintomatico! Ci sono patologie pulpari come l'iperemia passiva, la necrosi parziale, la necrosi totale pulpare avvenuta cronicamente ed asetticamente per esempio, uno tra i tanti, per sofferenza del peduncolo vascolare per un qualsiasi motivo che non sto a descrivere, che richiedono la cura canalare del dente! Quindi non si tratta di prassi o di non prassi ma di aver fatto una Diagnosi di una patologia che richiedeva la terapia endocanalare! "azzardato" il Dentista a non averle spiegato tutti i perchè e percome ed "azzardato" Lei a non averglieli chiesti! In ogni caso questa "brutta abitudine" di voler essere Medici di se stessi e magari anche degli altri, senza esserlo è veramente un atteggiamento da abbandonare, caro Paziente di 19 anni per giunta!Sia più rispettoso di questa Professione4 Meravigliosa e Complessa che è L'Odontoiatria, glielo dico con "affetto" paterno!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia,Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Caro Enrico, e' difficile rispondere senza lastre; se ti e' stato proposto questo e il dentista e' iscritto all'ordine credo che la chiave sia la fiducia. L'incappuciamento diretto a 19 anni ha i suoi rischi e dipende dalla quantita' di polpa esposta.

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Difficile dirlo. Se era asintomatico, probabilmente come dici tu poteva non essere devitalizzato..!! Ma se la apertura della camera pulpare (una volta rimossa la carie) era un gran cratere (impossibile tentare l'incappucciamento), invece di una penetrazione minimale puntiforme (condizione in cui si tenta l'incappucciamento) allora forse solo il laser avrebbe potuto evitare la devitalizzazione.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

Gentile Enrico, che la polpa sia asintomatica, come lei asserisce, non significa che essa non abbia alcuna patologia. Ci sono infatti molti casi di necrosi che non hanno dato alcun sintomo ma che ad esempio si scoprono solo casualmente ad esempio con una radiografia occasionale della zona. Se il suo dentista le ha proposto la devitalizzazione sicuramente avrà effettuato tutte le indagine opportune per decidere in tal senso. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)

E' molto difficile fare diagnosi a distanza senza nemmeno la visita. Spesso (molto spesso) la polpa dentaria "muore" senza dare grosse avvisaglie di ciò che sta succedendo, altre si assiste a fenomeni ascessuali imponenti che giustificano la terapia che ha subito. Ancora una volta però veniamo chiamati in causa per chiedere informazioni sull'operato di un professionista che, se abilitato dalla coscienza e dalla legge, dovrebbe decidere in scienza in coscienza una terapia. Ma non è nostro compito e non rientra nei criteri per cui questo portale è stato inventato giudicare l'operato di un collega. Preferirei che fosse fatta chiarezza con un sereno colloquio tra lei e il medico. Possibilmente prima di eseguire la terapia programmata. Buon Natale e felice anno nuovo.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)

Gentile Sig. Enrico, che il dente sia asintomatico non vuol dire che la polpa sia vitale e integra. Questa deve essere una valutazione che fà il dentista. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)

Premesso che non abbiamo nessun elemento per fare diagnosi, credo che il suo dentista abbia fatto la scelta più giusta, ma è evidente che sia mancata una comunicazione tra voi che le ha lasciato queste perplessità...

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)

Caro Enrico, parli di carie profonda, e questo non dice molto sullo stato della carie..a volte una otturazione profonda può esitare in mal di denti, perché la dentina residua è troppo poca per garantire una salute normale del dente. In questi casi si preferisce -a volte- non ritardare la devitalizzazione, per evitare quindi un mal di denti al paziente. Bada però che ogni dente ha una storia personale, quindi non è detto che tutte le carie profonde siano seguite da devitalizzazione. Per la mia esperienza ho infatti visto che mediante una prassi accorta- detergere bene la cavità, togliere la carie molle, non toccare la cavità con le turbine che creano onde che si ripercuotono nei canalicoli dentinali -, la devitalizzazione si può evitare. Si può fare una prova con una otturazione di prova, se poi va bene si chiude in composito. Per quanto riguarda invece l'incappucciamento, questa è una storia che va bene con i bambini, non con un ragazzo della tua età, quindi un adulto. Si incappuccia un dente se la polpa o il nervo è evidente. Ripeto, ci sono casi e casi. In ogni caso, invece, affidati ad un collega prudente e di coscienza, perché la devitalizzazione è un atto definitivo..insomma,pensarci un pò di più non è male. Auguri di Buone Feste
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)

Sono valutazioni che solo il dentista che ha visitato il ragazzo può fare sulla base di vari aspetti diagnostici, non esiste una regola generale.

Scritto da Dott. Paolo Gaetani
Lecce (LE)

Gentile paziente, non è una cosa che si fa di prassi, ma bisognerebbe capire cosa ha trovato il collega sotto la sua vecchia otturazione, magari della carie e rimuovendola è stato esposto una parte del nervo!!! in tal caso non c'è incappucciamento che tenga per una dente come il suo. Cordialmente

Scritto da Dott. Gerardo Cafaro
Campagna (SA)

Tra le condizioni di sano e di malato c'è un'area grigia difficile da definire. Quasi sicuramente la polpa del suo dente stava nel limbo dell'incertezza. Quando avevo i capelli nerissimi e una folla di pazienti in attesa usavo toni decisi. Siamo in una situazione limite. Ora io isolerò la polpa e chiuderò. Se non andrà bene, non ho nessuna paura di una "caduta d'immagine", e farò - per prova provata e con rincrescimento - l'inevitabile devitalizzazione. La prossima volta si cerchi un dentista che mostri il suo entusiasmo professionale, che ami la sfida, e sia tanto ambizione da non avere patemi per la sua reputazione. Si cerchi un dentista che si annoia a fare cose facili e consideri se stesso come studente a vita. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)

Gentile Paziente, i colleghi le hanno dato esaurienti risposte. Aggiungerei che sarebbe utile una radiografia endorale eseguita prima della cura per avere almeno un "orientamento" sul probabile tipo di trattamento da farsi e di conseguenza un colloquio approfondito e senza fretta sulle possibili alternative terapeutiche. Così da parte sua non ci sarebbero stati dubbi. Sappia però che può capitare di non poter prevedere tutte le possibili situazioni che si creano in una macchina complessa come il corpo umano. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo De Carli
Majano (UD)

Gentile paziente senza nessun elemento è difficile fare una diagnosi, si deve fidare del medico il quale agisce secondo scienza e coscienza. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Stefano Salaris
Roma (RM)

Sig. Enrico, questa è la sua versione, per risponderle occorrerebbe anche quella del collega, provi a ritornare dal professionista e chieda il perché della devitalizzazione.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Non esiste un'età più idonea di un'altra per eseguire una devitalizzazione, quanto piuttosto una necessità clinico-diagnostica. Al massimo possiamo dire che se uno non vuole affrontare un certo percorso terapeutico, posto che il diritto-dovere all'informativa venga esaurito, esponga il proprio parere ricevendone in risposta pro e contro. Questo mi sembra IL TUO VERO PROBLEMA. Comunque ho DOVUTO devitalizzare denti anche a bambini con la metà dei tuoi anni. Sono ancora in bocca a uomini ormai fatti. Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Massimo Scaramelli
Pisa (PI)

Egr. Sig. Enrico, i colleghi che mi hanno preceduto si sono prodigati giustamente in consigli assolutamente condivisibili, e anche se non tutti perfettamente "allineati", hanno reso molto bene l'idea e cioè di affidarsi ad un buon professionista e di avere fiducia in Lui. Io, qui, poichè ho lavorato nel Fliulano per un certo periodo di tempo, Le posso solo consigliare di stare molto attento a "quegli studi" (e non aggiungo altro) che fanno del prezzo e della pubblicità il loro cavallo di battaglia. Distinti saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sandro Lazzeri
Castelnuovo di Garfagnana (LU)