Menu

Domanda di conservativa

Risposte pubblicate: 15

Un paio di settimane fà ho subito un trauma all'incisivo superiore sinistro

Scritto da Giambattista / Pubblicato il
Salve, mi chiamo Giambattista ho 31 anni e un paio di settimane fà ho subito un trauma all'incisivo superiore sinistro. Recandomi dal dentista, mi ha dato una cura antibiotica per 3 giorni dopo i quali sono ritornato per una radiografia, dalla quale è emerso l'assenza di fratture della radice e che quindi dovevo spettare che il trauma si riassorbisse. Però a distanza di 2 settimane l'incisivo è diventato scuro nella metà superiore, di un colore quasi rosso. Vi contatto per avere dei chiarimenti in quanto ho letto che dovrebbe essere necessaria una devitalizzazione e potrei risolvere con uno sbiancamento interno del dente, ma il mio dentista mi ha parlato solamente di devitalizzare e incapsulare l'incisivo.quale sarebbe secondo voi la scelta migliore per ripristinare al meglio sia la funzionalità che l'estetica del mio sorriso? sorrido molto spesso e non vorrei privarmi di questa cosa perchè per me sorridere è importantissimo!!!!! ultima domanda: nel caso ci fosse bisogno di incapsulare l'incisivo, che materiale sarebbe più simile al dente naturale? e in ogni caso si vedrebbe la differenza con l'altro incisivo? vi ringrazio anticipatamente per l'aiuto che mi darete.
Corretta la gestione iniziale (radiografie di controllo e attesa che il post - trauma immediato si risolva). Corretta ed inevitabile, vista l'emorragia pulpare, la terapia canalare. Successivamente, può eseguire o meno uno sbiancamento interno a seconda del livello discromico del dente, dato che comunque il suo incisivo (anche se appunto sbiancato internamente) rimarrà con ogni probabilità più scuro rispetto al controlaterale (quindi in zona estetica molto evidente), una soluzione logica e non molto invasiva (se la sua occlusione lo consente, ma solitamente non ci sono problemi a riguardo) è una faccetta estetica in ceramica feldspatica - disilicato di litio - composito (la scelta viene effettuata dal clinico): viene limata pochissimo la superficie esterna del dente con un minimo di ritenzione linguale (non consiglierei l'additiva) e si incolla questa guscio sul dente, ottimizzando l'estetica con invasività minima. La corona completa mi sembra eccessiva e troppo demolitiva (per il dente) come approccio al suo caso.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)

Buongiorno Giambattista, è indispensabile provvedere con urgenza alla devitalizzazione perché l'emoglobina macchierà in maniera probabilmente indelebile il dente. Come ha detto il Collega si potrà provare a ridurre l'effetto dello travaso di sangue con lo sbancamento, ma non è detto che lei sarà soddisfatto del risultato. La necessità di realizzare una nuova corona per correggere il colore è legata alla sua aspettativa estetica.

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

Il sanguinamento pulpare conseguente al trauma rende necessaria la devitalizzazione del suo incisivo. Già in seguito al trattamento canalare il dente dovrebbe diventare meno discromico. Per ripristinare un'estetica ottimale si può tentare con uno sbiancamento interno che però va eseguito correttamente perché potrebbe provocare riassorbimenti radicolari. La capsula è un trattamento efficace ma biologicamente molto aggressivo. Più conservativa è la realizzazione di una faccetta in ceramica che prevede una preparazione solamente della superficie esterna del dente.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Fulgenzi
Pescara (PE)

Buongiorno Giambattista. Tutto corretto, ma io sbiancherei a prescindere che l'elemento venga incapsulato o meno. Questo perchè il moncone comunque avrà un colore fisiologico e non patologico, e i prodotti di ossidazione dello stravaso ematico verranno rimossi. Quanto al materiale da usare è più corretto che chieda le varie opzioni al suo dentista. Personalmente se il trauma non ha distrutto la parete in maniera massiccia, io opterei inizialmente per un restauro estetico.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Vanessa Ciaschetti
Marostica (VI)

Concordo con il collega è stata corretta la gestione iniziale con radiografie di controllo e attesa. E' inevitabile la terapia canalare a cui è proferibile far seguire uno sbiancamento interno. La corona completa è auspicabile in caso di frattura coronale o elevata discromia residua ma un'altra soluzione poco invasiva sarebbe una faccetta estetica in ceramica che mediante le moderne tecniche adesive viene incollata al dente in maniera sicura e definitiva. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Antonella Scorca
Bari (BA)

Direi che dopo avere eseguito la terapia canalare si puo' provare con lo sbiancamento; se il risultato e' buono puo' essere terminata la terapia (tenendo presente che potra' cambiare colore con il tempo). Se il risultato non e' buono si puo' applicare una faccetta o una corona, tenendo presente che la faccetta e' sostenuta dal dente mentre la corona, in un certo senso sostiene il dente, come diceva sempre il mio compianto maestro di protesi Samuele Valerio.

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Gentile Sig. Giambattista, il suo dente ha subito una emorragia pulpare e deve essere devitalizzato al più presto. Il colorito è dato dal sangue, se la camera pulpare viene svuotata in tempi brevi può darsi che non riesca a penetrare nella dentina e il colorito dovrebbe tornare normale. Se non accade la via più corretta è quella di uno sbiancamento. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)

Cominciamo dall'ultima delle sue domande. La differenza si vede sempre, perché la capsula è una imitazione della natura, e non può riprodurre il colore naturale dei denti sotto ogni condizione di luce. Nelle arti dello spettacolo il problema è cruciale, perché abbiamo la luce televisiva a dominante azzurra e la luce teatrale a dominante rossa. Nel film "La ciociara" una giovanissima Sofia Loren parla ad un bambino in molte sequenze in primo piano, e il risultato è che la mamma ciociara ha denti dalla dominante azzurra, mentre il bambino (con la circolazione del sangue in una polpa dentale molto grande) ha denti molto più scuri della mamma, il che stona con l'esperienza di tutti. I vecchi hanno denti più scuri dei giovani, sempre. Per sobrietà di parole, lascio l'argomento. Dalla foto selfie si vede chiaramente uno stravaso di sangue. Mani espertissime posso aprire il canale solo quanto basta, senza anestesia (ci vuole un'anestesia per un taglio di capelli?) e poi lavare con la conegrina, otturare il canale sigillando l'apice, e poi sbiancare con gli ossidanti, e poi sigillare in modo magistrale. Costo. Nella miseria dei tempi attuale prevale la qualità peggiore, e mettendo la sua salute all'asta avrà il servizio peggiore. Se acconsentirà, farà una capsula a basso prezzo, che durerà 2 anni, poi la rifarà 3 volte nei successivi dieci anni, poi farà un impianto glorioso e poi si accontenterà dello sfregio finale. Metta da parte quindicimila euro. Se vuole risparmiare sulla sua salute, si cechi un dentista che le farà spendere anche mille euro per una cura canalare perfetta, e non farà una capsula inutile per sempre. Se non conosce nessuno, vada sul sito SIE, portale per il pubblico, e si faccia segnalare il socio attivo più vicino a casa sua. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)

Caro Signor Giambattista, buongiorno. Scusi l'ironia, forse impropria ma era proprio il caso di "informare il mondo intero" di tutto quello che ha fatto o non fatto il Suo Dentista? Non sarebbe bastato parlarne con Lui? No, dentro di Lei c'è la Sfiducia, una caduta della Stima, nel suo Dentista Storico. Inconcepibile, scorretto nei confronti di un Medico che si prende cura dei suoi "mali". Bel modo di ringraziarlo! Ma perché , mi chiedo e le chiedo, basta così "poco" per "puntare il dito accusatore"? Se proprio non si fida e non ha Stima nel suo Dentista, vada da un altro a chiedere, pagando la Visita, un Suo Consulto Clinico. Questo è serio, il resto no! Ciò detto, si affidi al Suo Dentista. Questo è il mio "spassionato" consiglio e mi creda è un buon consiglio. Lo segua! Non c'è motivo per non farlo. Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Sig. Giambattista, se chi opera su di lei è iscritto all'ordine dei medici, segua tranquillamente le sue indicazioni, se non lo trova iscritto i suoi dubbi sono leciti.,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Dopo la terapia canalare conclusa, è necessario lo sbiancamento interno. Si procede con una otturazione con perno in fibra di vetro. A distanza di circa un mese si può notare se il risultato estetico è accettabile. Se non lo è, l'unica soluzione è la corona protesica, e il miglior materiale è il disilicato di litio, in seconda scelta la zirconia con stratificazione, in terza scelta la classica ceramica su metallo. anche quest'ultima scelta, se eseguita con calma da buoni risultati. Non suggerisco le faccette perchè il dente è devitalizzato. L'opinione del medico che la segue è sicuramente più adeguata al suo caso, le mie sono considerazioni di carattere generali.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Abdallah Kabakebbji
Milano (MI)

Sig. Giambattista, il suo incisivo deve essere devitalizzato in quanto il trauma ha danneggiato il fascio vascolo nervoso determinando emorragia e conseguente discromia. Dopo la terapia endodontica sarà da valutare l'estetica che potrà essere corretta con uno sbiancamento interno. Se anche con lo sbiancamento non si ottiene una buona estetica le soluzioni possono essere la faccetta o la corona protesica.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)

La devitalizzazione e lo sbiancamento interno se l'elemento è recuperabile è il punto di partenza. 
Ovviamente un perno endocanalare sarà indispensabile.
Ha parlato di frattura e questo è sicuramente il problema principale, ma senza radiografie e clinica non possiamo dire di più.
Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Treviso (TV)

Giambattista, inizierei subito con una terapia canalare, procedendo con lo sbiancamento interno e successivamente esterno. Se il risultato non sarà soddisfacente (... e probabilmente il dente rimarrà un poco scuro) si applicherà una faccetta estetica in disilicato di litio, una corona completa la trovo troppo demolitiva. Cordiali saluti 

Scritto da Dott.ssa Michela Meloni
Castel del Piano (PG)

Gentile paziente, provveda alla devitalizzazione del dente e difficilmente con un uno sbiancamento interno il dente ritornerà del colore iniziale naturale, per cui il collega cui si è rivolto giustamente a pensato ad un corona o se la struttura non è troppo indebolita ad una faccetta in ceramica integrale

Scritto da Dott. Giuseppe Guiducci
Pescara (PE)