Menu

SARS-COV-2 Protocollo Studio per i pazienti

LINEE GUIDA MESSE IN ATTO NELLO STUDIO PETTI PER RISCHIO BILOGICO SARS-COV-2

by Dott. Gustavo Petti 27-01-2021 428 visualizzazioni

SARS-COV-2 "Protocollo studio" per i pazienti LINEE GUIDA MESSE IN ATTO NELLO STUDIO PETTI PER RISCHIO BILOGICO SARS-COV-2

L’obiettivo è trattare solo pazienti apparentemente sani e che non sono venuti a contatto con pazienti malati o potenzialmente tali.

Il medico Dentista od Odontoiatra e Suo Staff Odontoiatrico hanno una matrice di rischio elaborata sulla base dati O’NET del Bureau of Labor of Statistics statunitense (fonte O*NET 24.2 Database, U.S. Department of Labor, Employment and Training Administration) integrando i dati del contesto lavorativo italiano delle indagini INAIL e ISTAT (fonti Indagine INSuLa 2 e ISTAT).

Il rischio è 4 (probabilità alta), per:

  • esposizione;
  • prossimità;
  • aggregazione.

E’ necessario considerare ogni paziente come potenzialmente portatore di una malattia infettiva trasmissibile

DPR Elaborato da integrazione di INDICAZIONI del Ministero Salute OPERATIVE PER L’ATTIVITA’ ODONTOIATRICA DURANTE LA FASE 2 DELLA PANDEMIA COVID-19, Rapporto ISS Covid-19 n. 2/2020 “Indicazioni ad interim per un utilizzo razionale delle protezioni per infezioni da SARS-COV-2 nelle attività sanitarie e socio sanitarie (assistenza a soggetti affetti da COVID-19) nell’attuale scenario emergenziale SARS-COV-2”- Indicazioni INAIL 2020 “COVID-19 e protezione degli operatori sanitari” – Linee Guida Ministeriali Fase 2 -Raccomandazione (UE) 2020/403.

Le Linee Guida messe in atto da questo studio valgono oltre che per i pazienti anche per chiunque entri in Studio (odontotecnico, tecnico riparatore, rappresentanti prodotti medicali ed odontoiatrici, consegna pacchi e qualsiasi altra persona a qualsiasi titolo venisse e sempre previo appuntamento!)


Dispositivi di protezione individuali (DPI)

Foto 1:
Maschera a pieno facciale con casco e respiratore
Maschera Facciale con tubo respiratorio per SISTEMA ELETTROVENTILATO
con tuta Biohazard di III categoria per rischio Biologico durante produzione di altissime e prolungate quantità di Aerosol con droplets Goccioline di Flügge

Foto 2:
Respiratore Filtrante semifacciale FFP3
Maschere respiratorie FFP3
Durante produzione di Aerosol con droplets Goccioline di Flügge (Turbina, micromotore ed Igiene Orale)

Foto 3:
Respiratore Filtrante semifacciale FFP2
Maschere respiratorie FFP2
Durante terapie senza produzione di Aereosol con droplets Goccioline di Flügge (tipo Visite)

Foto 4:
Mascherina chirurgica
Mascherine chirurgiche
Da dare al paziente insieme a cuffia, copricalzari e guanti, dopo igienizzazione mani ed eliminazione dei suoi guanti e mascherine che vengono usate dal personale di Studio fuori dai Locali Operativi

  • Cuffie,
  • Schermi facciali e occhiali protettivi sigillanti,
  • Copri calzari
  • Sovra Camici monouso e/o tute con cappuccio
  • Gambali
  • Copri avambraccia
  • Guanti in Lattice e/o Nitrile, doppi
  • Guanti Chirurgici doppi
  • Protezione Riuniti Operativi


Protocollo dopo triage telefonico

Dopo Triage telefonico da ripetere il giorno prima dell’appuntamento:

  1. Al momento è affetto, o sospetta di essere affetto da COVID-19
  2. E’ stato, che lei sappia, affetto da COVID-19? Se si, e stato dichiarato guarito clinicamente o con tampone?
  3. Ha avuto contatti stretti con soggetti COVID-19 positivi nelle ultime quattro settimane?
  4. E’ stato in altri paesi internazionali ed in quali e in altre regioni italiane ed in quali, nell'ultimo mese? Se si, ha fatto quarantena? Dove?
  5. Ha frequentato una struttura sanitaria
  6. Ha o ha avuto presenti qualcuno di questi sintomi negli ultimi due mesi:
    • Febbre
    • Tosse
    • Difficoltà respiratoria (Dispnea)
    • Congiuntivite
    • Diarrea
    • Raffreddore
    • Secrezione che fluisce dal naso verso l’esterno o la gola (rinorrea)
    • Mal di gola
    • Alterazione del gusto
    • Alterazione dell’olfatto
    • Spossatezza
    • Cefalea
    • Eruzioni cutanee (bambini, adolescenti)
    • Dolori muscolari diffusi
    • Sintomi simili influenzali
  7. Ha avuto contatti con pazienti in quarantena, sia auto imposta, che stabilita dalle autorità sanitarie nelle ultime 4 settimane?
  8. Ha avuto contatti stretti con pazienti COVID-19 in ambito professionale?


Prima dell'arrivo in studio

Vestizione completa degli Operatori Odontoiatrici:

  1. Dopo avere riposto in apposito contenitore, non esposto a contaminazione, gli effetti personali (anelli, bracciali, orologi …) che possano compro-mettere l’efficacia dei DPI procedere con un cor-retto lavaggio delle mani. E rimanere con il camice da lavoro, e idonee calzature, utilizzate solo all’in-terno dello studio odontoiatrico.
  2. Indossare la cuffia in TNT f
  3. Indossare i copri calzari e le mascherine la cui sanificazione superficiale esterna deve essere man-tenuta il più possibile.
  4. Indossare il camice monouso (facendosi aiutare da una seconda persona)
  5. Indossa il facciale filtrante FFP3 o FFP2 cercando di non toccare la parte anteriore ma solo gli elastici ed il bordo:
    • Espirare profondamente.
    • Appoggiare le mani sui bordi del facciale e inspira. Se dovessi avvertire fuoriuscite di aria rimodellarlo al tuo volto. Vista la carenza di questo tipo di mascherine, per salvaguardare la loro integrità, è possibile sovrapporre una mascherina chirurgica.
  6. Indossa gli occhiali o lo schermo facciale.
  7. Verificare l’integrità del primo paio di guanti e calzare i secondi di taglia ade-guata sino a coprire il polsino della tuta


Arrivo del paziente in studio

  • Arriva solo senza accompagnatore, con guanti e mascherina chirurgica ed altro kit di guanti e mascherina chirurgica nuovi per quando esce.
  • Si ferma sulla soglia e gli viene misurata la temperatura della fronte con puntatore a raggi infrarossi: se la temperatura è maggiore di 37,2 viene indirizzato al suo Medico di Base e non entra in Studio.
  • Si fanno togliere i sovra indumenti su apposito attaccapanni igienizzato ed “eliminare” in apposito contenitore nell'atrio guanti e mascherina.
  • Alla colonnina con dispenser automatico (nell'atrio) si fanno igienizzare le mani e gli si consegnano nuova mascherina chirurgica, guanti e sovra calzari.
  • Gli si spiega e raccomanda di non toccare niente nello studio ed in particolare occhi e bocca
  • Non lo si fa accomodare in Sala d’Attesa che non usiamo più ed è chiusa a chiave e lo si fa passare direttamente in zona Terapia sul Riunito preparato con esecuzione anche del flushing degli strumenti che generano acqua e aria prima delle procedure odontoiatriche per circa venti secondi e Utilizzare manipoli dotati di dispositivi anti-reflusso per evitare di contaminare i cordoni del riunito etc.
  • Odontoiatriche per circa venti secondi e con il personale con tutti i DPI idonei e su ripiano igienizzato come tutto il resto, la sua cartella clinica, Rx, impronte etc
  • Qui firma con penna igienizzata:
  • il QUESTIONARIO triage telefonico da remoto
    • il QUESTIONARIO triage telefonico ripetuto in Studio
    • Modulo di “INFORMAZIONE e CONSENSO” Sul Sars-CoV-2 e Covid-19


Si prepara il paziente alla terapia

  • Lo si istruisce che non deve toccare niente né occhi e bocca e naso.
  • Gli si spiega che non deve fare niente di sua iniziativa ma solo su istruzione e comando del dentista e/o dell’assistente.
  • Non deve sciacquarsi e/o sputare nel lavello del riunito ma solo nell'apparato del sistema di aspirazione chirurgica che gli viene porto dall'assistente.
  • Si fanno eseguire due sciacqui al paziente:
  1. Primo sciacquo con una soluzione all'1% di Perossido di idrogeno (una parte di acqua ossigenata a 10 volumi/3% e due parti di acqua) o con Iod-opovidone 0,2% betadine effettuando gargarismi per 30 secondi o con CPC (cetilpiridinio cloruro) allo 0,05-0,1% per un minuto (Li ZY and Meng L, 2020)
  2. Secondo sciacquo con collutorio alla Clorexidina Curasept 0.2-0.3% per 1 minuto.
  • Al termine della procedura odontoiatrica invitare il paziente ad indossare la sua seconda nuova mascherina ed i suoi secondi guanti.
  • Il saldo della prestazione con fattura cartacea di cortesia ( poi con Sistema TS) viene attuato, per motivi igienici, prima dell’ingresso in sala operativa o con Bonifico bancario successivamente o prima della prestazione.


Dopo dimissione del paziente

Svestizione completa degli operatori sanitari

  1. Prima di iniziare la rimozione dei DPI l’operatore, eventualmente con l’aiuto di un osservatore, controlla l’integrità di tutti i dispositivi (assenza di tagli, strappi, lacerazioni o contamina-zioni visibili). Se non lo sono disinfettare le aree contaminate con salvietta disinfettante o spray. Se necessario, è consigliabile, disinfettare l’esterno del primo paio di guanti.
  2. Rimuovere il primo paio di guanti.
  3. Rimuovere lo schermo o gli occhiali. Afferrare la fasci elastica posteriore
  4. Rimuovere il camice monouso tenendo presente che è sicuramente un dispositivo conta-minato, in particolare se la prestazione ha compor-tato un’importante aerosol. Si toglie delicatamente arrotolandolo su se stesso e verso il basso.
  5. Cambiare i guanti e rimuovere la mascherina afferrando prima il laccio inferiore e successivamente il superiore. Sfilarla abbassando la testa in avanti facendo attenzione a non toccare la superficie anteriore.
  6. Rimuovere i copri calzari senza toccare la parte rivolta verso l’esterno arrotolandoli su loro stessi.
  7. Rimuovere la cuffia prendendola dall’alto
  8. Rimuovere i guanti.
  9. Sanificazione Occhiali e Visiera con soluzione alcolica al 70%. Gli indumenti monouso si eliminano


Sanificazione studio operativo e resto dello studio e bagni:

  • Sistema di sanificazione per superfici ed aria mediante nebulizzazione con speciale ugello a rapida erogazione della soluzione sanificante che eroga grandi quantità di micro particelle aumentando la superficie di contatto e ampliando l'effetto disinfezione.
  • Disinfezione delle impronte con le consuete metodiche
  • PULIZIA, Rimozione meccanica dello sporco con acqua, con o senza detergente.
  • SANIFICAZIONE, Metodica che si avvale dell’uso programmato di detergenti, per ridurre il numero di contaminanti entro livelli di sicurezza.
  • SANITIZZAZIONE Metodica che si avvale dell’uso di disinfettanti per mantenere il livello di sicurezza.
  • Le superfici che possono contaminarsi con agenti infettivi devono essere sottoposte, oltre alla detersione (sanificazione), a un processo di disinfezione (sanitizzazione).

Cagliari 27 01 2021, Gustavo Petti

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)