Menu

Cosa sapere prima di poter mettere gli impianti dentali?

Alcune note sullo stato di salute per poter pensare ad una terapia impiantare

by  Studio Dentistico Dr. Fidecicchi Dr. David 01-03-2020 215 visualizzazioni

Un'accurata visita dal vostro dentista di fiducia è il primo passo per capire se siete dei candidati ideali alla terapia implantare.

Nel corso di questa visita verrà fatta una accurata anamnesi cioè una dettagliata raccolta degli aspetti importanti della vostra storia clinica prendendo in considerazione le malattie e le terapie in corso o pregresse. Portate quindi con voi eventuali cartelle di ricovero ospedaliero e le medicine che prendete.

A questa farà seguito un esame obiettivo della vostra bocca per poter valutare le indicazioni per gli impianti e le eventuali alternative possibili.

Infatti la prima cosa che deve essere valutata è l'eventualità di malattie sistemiche, malattie gengivali e/o dei tessuti di sostegno del dente come gengivite e paradontite.

Nel caso in cui tali malattie fossero presenti, vanno trattate preliminarmente. E’ bene sottolinearlo, dato che molte delle cause che portano malattie all’apparato stomatognatico con conseguente perdita dei denti possono concorrere a determinare un prematuro fallimento degli impianti.

La seconda, importante valutazione riguarda le sedi anatomiche di interesse, è necessario disporre di una adeguata quantità e qualità di tessuto osseo e gengiva per avere la sufficiente stabilità. Qualora l'osso dovesse risultare insufficiente si può ricorrere a tecniche di rigenerazione.

Anche le malattie autoimmuni o i disturbi ormonali possono contrindicare l'inserimento di impianti dentari sia per i possibili disturbi nella guarigione dell'osso causati dalla malattia sia per gli stessi disturbi causati dalle terapie indispensabili per la loro cura.

Ad esempio, una terapia con bifosfonati per osteoporosi pone un grosso problema alla chirurgia orale di qualsiasi tipo.

Anche il fumo limita le possibilità implantari. Noi suggeriamo ad esempio di interrompere il fumo per tutta la durata della guarigione o di passare alle sigarette elettroniche.

Sarà quindi sempre necessaria una piena fiducia nel vostro dentista che dovrà valutare il vostro profilo clinico guidandovi nelle scelte.

Scritto da Studio Dentistico Dr. Fidecicchi Dr. David
Ancona (AN)
Montecosaro (MC)

TAG: prima della terapia implantare