Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 9

Ho un ascesso legato ad una ciste apicale o ad una radice rimasta nella gengiva

Scritto da Anna / Pubblicato il
Salve dottori..ho 35 anni e molti problemi legati ai denti a causa della mia paura del dentista e conseguente trascuratezza.. Ho un ascesso legato credo ad una ciste apicale o ad una radice rimasta nella gengiva..o forse al dente del giudizio che è rotto, mobile e cariato..non so darvi indicazioni più precise perche il mio dentista senza nemmeno vedermi mi ha detto di fare un tac e di andare all'ospedale perché secondo lui con l'ascesso non si scherza e si muore..io ovviamente terrorizzata ho contattato un altro dantista che mi aspetta tra 3 giorni e mi ha chiesto solo una semplice panoramica.. Stamattina andrò dal medico di famiglia a farmi segnare l'antibiotico perche sono 3 giorni che ho il viso gonfio e un bozzo duro.. Sono davvero in pericolo? Ho tantissima paura..ho due bambini piccoli..sono terrorizzata a tal punto che non mangio e non bevo..mi si è chiuso lo stomaco per l ansia..allego la mia tremenda e disastrosa panoramica..i problemi più seri sono lato sinistro inferiore. Grazie

Gentile Signora Anna, buongiorno. Ha diversi osteolisi periapicali ed una situazione apparentemente molto "trascurata" come Lei  stessa ammette! Non si può certo fare Diagnosi via Web! Per quanto rigiarda l'ascesso, non è attraverso una foto che si può valutare clinicamente e semeiologicamente la sua patologia etiopatogenetica e la attuale pericolisità! Certo, se l'ascesso evolvesse in Flemmone, sarebbe pericoloso anche per la salute sistemica con rischi anche molto seri. Il "Flemmone" è un ascesso il cui pus prende la via delle guaine muscolari facendosi strada all'esterno ed è pericoloso, nell'arcata inferiore, per Angina di Ludwig fino all'Edema della Glottide pericolosa per una insufficienza Respiratiria Acuta anche che per reazioni anafilattiche gravi! Bisogna valutare Clinicamente anche la mobilità della lingua e del pavimento della bocca, constatando se ci fosse un senso di soffocamento o no! Per non parlare rischi di setticemie e/o di malattie Focali di organi importanti a distanza!

Se la causa fosse nella arcata Superiore, un Flemmone, ossia una raccolta di pus che si fa strada tra le fasce muscolari e nell'arcata superiore è pericolosissimo perché dalla zona infra e para - orbitale può raggiungere la Rocca Petrosa, formazione tra l'orecchio interno ed il Cervello che possono essere raggiunti quindi dall'infezione!

Non bisogna mai trascurare e prendere con superficialità un ascesso Dentale! In entrambe le situazione occorre farsi vedere con estrema urgenza da un dentista che se non capisce che deve dare un appuntamento d'urgenza anche solo per fare una diagnosi differenziale immediata tra ascesso e flemmone, non so che dirle, vada da un altro Dentista che la visiti subito o vada in Divisione di Odontostomatologia e Chirirgia Maxillo - Facciale in Ospedale, dove le faranno una Diagnosi certa e le prescriveranno antibiotici idonei per evitare complicanze, non certo per terapia della causa dell'ascesso o del Flemmone che fosse, causa che deve essere Diagnosticata con calma anche tra qualche giorno e curata dal Suo Dentista. In altre parole è necessaria ora solo una diagnosi differenziale certa e la terapia del Flemmone, subito, se ci fosse. Il resto lo farà il suo Dentista con calma! Questo se il suo Dentista non potesse riceverla subito. Lo richiami e glielo spieghi! Cari saluti ed in bocca al lupo. Dalla fotografia tra l'altro non si vede il lato controlaterale per avere un metro di giudizio e paragone, di più o azzardare Diagnosi non posso fare :)

CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Mamma mia Anna che peccato. Troppa trascuratezza. Devi vincere le paure e curarti bene. Cerca un dentista che usi bene il protossido per una sedazione cosciente innocua e sicura. Con questo forse supererai le paure. Leggi in questo sito i miei articoli su questo argomento. Detto ciò, le infezioni orali non sono una bella cosa, ma con gli antibiotici si tengono a freno. Poi c'è da togliere due denti da quel lato del gonfiore, senza più paure. Ma dalla (pessima ) rx si vedono altre infezioni in agguato... Tutte da risolvere!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Anna, dalla panoramica si vede più denti con problemi endodontici. Una TAC mi sembra una esagerazione, la panoramica poco precisa. Molto meglio una serie di radiografie endorali per scoprire i vari problemi e risolverli. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Senza drammatizzare perchè non è in pericolo di vita, si faccia fare delle belle radiografie endorali e sicuramente un dentista della sua zona le risolverà senza difficoltà i suoi problemi e ansie.  Buona fortuna

Scritto da Dott. Luigi Malavasi
Castiglione delle Stiviere (MN)

Sicuramente il dente del giudizio in basso alla sua sinistra è da estrarre, ma ci sono tante tante altre "situazioni" da gestire nella sua bocca, purtroppo si è davvero trascurata. Non si muore per carità, ma cosî giovane essere già destinata a rimaner senza denti (se non segue le cure giuste), non deve permetterlo. Trovi un bravo e disponibile collega che la possa trattare, e per iniziare la panoramica è sufficiente.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Anna, basta curarsi che i due bimbi non rimangono orfani di madre! Stia tranquilla che verrà curata al meglio.........................................

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Quante risposte!!!!! Ho timore di complicarle solo la vita. Il problema primario non è l'ascesso ma l'odontofobia. Prenda l'antibiotico (si faccia consigliare dal medico curante.... e poi scelga un dentista che sappia affrontare le odontofobie.....

Scritto da Dott. Mauro Mazzocco
Roma (RM)

Cara signora, certo la sua è una bocca da bonificare, è arrivata ad un punto dove la paura non può più aiutarla nello stare lontano dal dentista, si fidi del professionista che sceglierà e vedrà che andrà tutto bene!

Scritto da Dott. Michele Calavalle
Viadana (MN)

Sig.ra Anna Buongiorno
Stia tranquilla e cominci a fare una cura antibiotica per risolvere la fase acuta dell'accesso. A mio avviso non necessita di Tac ma di un bravo collega abituato come me a trattare i pazienti odontofobici con l'utilizzo della sedazione con protossido d'azoto. Non indugi oltre e a maggior ragione considerando la sua giovane età si curi.
Cordiali saluti
 

Scritto da Dott.ssa Marina Fiocca
Cremella (LC)
Renate (MB)