Menu

Domanda di implantologia

Risposte pubblicate: 14

Ho 39 anni e una situazione dentale disastrata

Scritto da Giuseppe / Pubblicato il
Salve a tutti, ho 39 anni e una situazione dentale disastrata, scaturita con ogni probabilita' dal fenomeno del c.d. ''bruxismo'', che anno dopo anno ha fatto si' che i miei denti si siano consumati a tal punto da giungere in alcuni casi al livello della polpa, in assenza quindi dello strato di smalto esterno. Da tempo porto un bite durante la notte, ma questo purtroppo non mi ha permesso di prolungare piu' di tanto la durata residua dei miei denti, in quanto gia' molto compromessi. Ad oggi mi ritrovo con tre molari mancanti (estratti in quanto ormai distrutti) e tre premolari che non mi consentono di masticare in quanto ipersensibili e costantemente doloranti a causa dello sfaldamento pressoche' totale dello smalto, che tra l'altro presentano delle lesioni in superficie che mi hanno causato il formarsi di ascessi in corrispondenza di ognuno di essi. Vi chiedo gentilmente di darmi qualche consiglio su come intervenire, perche' ho sentito opinioni diverse e poco convincenti e mi sono ridotto in questo stato proprio perche' non vorrei sbagliare e non so ancora come procedere. Grazie a tutti coloro che vorranno aiutarmi.
Gentile Giuseppe, l'aiuto se lo deve dare Lei stesso affidandosi alle cure di un Collega con competenza gnatologica e seguire pedissequamente i controlli periodici.

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)

Caro sig Giuseppe, la sua è una situazione classica che si vede spesso. Se non ci sono problemi articolari (e di solito e' così ) e se la lunghezza dei denti lo consente (se sono troppo corti va fatto un intervento per allungarli perché usare troppi perni in un bruxista e'rischioso), fatte le dovute cure e devitalizzazioni, occorre ricreare la situazione anatomica precedente, quando, cioè, i denti erano integri. E' una cura lunga e costosa ma va fatta senza compromessi. Naturalmente va assolutamente verificata la salute del parodonto prima di ogni terapia.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Lei avrebbe da tempo già dovuto capsulare per proteggerli tutti i denti o quelli coinvolti nella malocclusione e nel bruxismo. Non glielo hanno consigliato?? Possibile, mai?? Alla sua età non sarebbe dovuto arrivare alla perdita di denti e alla devitalizzazione di altri. Comunque ora bisogna curare bene i denti rimasti, vedere se dal punto di vista parodontale sono sani e mettere capsule ovunque.Una bella spesa, ma risultato molto maggiore e spesa molto minore che continuare a perdere denti. Quindi a non farlo: verrà assai di peggio come soldi.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

giuseppe280212.jpg
Caro Signor Giuseppe, quante ne ho viste purtroppo di situazioni patologiche come la sua! Bisogna fare tanta chirurgia Parodontale estetica e chirurgia preprotesica per rendere i denti ormai bassi, aggredibili protesicamente dopo ovviamente accurata visita totale odontoiatrica, protesica, parodontale e gnatologica e nel caso ortodontica; una visita completa insomma ed in mani molto esperte in riabilitazioni totali della bocca! Questo consente di fare una Diagnosi ed impostare una terapia che porta al successo della ricostruzione della sua intera bocca, una volta ritrovata la sua giusta dimensione verticale ed occlusione, oltre che estetica. Le lascio una foto di una riabilitazione orale completa in un caso clinico complesso simile al suo. Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Gentile paziente, la situazione è importante e altrettanto decisa dovrà essere la sua determinazione a risolverla. Non sarà una sciocchezza, ma comunque l'alternativa non è allettante.

Scritto da Dott. Giuseppe Murruni
Giussano (MB)

Gentile paziente, dal bruxismo non si guarisce solo con il bite! da gnatologo posso dirle che è necessaria una visita per capire la gravità del problema. Sicuramente data la sua giovane età il numero e la qualità dei denti è fondamentale per una masticazione funzionale e qualcosa va fatto. Concordo con il collega Passaretti che questi denti andavano sistemati prima e non arrivare alla distruzione. Per ulteriori info non esiti a contattarmi. la saluto Dr. Bennici specialista in ortodonzia e gnatologia
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Orazio Maximilian Bennici
Catania (CT)

Gentile Sig. Giuseppe, deve ristabilire l'esatta altezza dei suoi denti. Questo si può fare solo ricorrendo ad una protesi fissa. E' un lavoro lungo e costoso, ma non vi sono altre alternative. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)

Caro Giuseppe concordo pienamente con il caro collega dott. Bennici con il quale collaboro, è chiaro che bisogna fare una visita accurata prima di formulare una diagnosi per la risoluzione del problema. Si decida, si armi di determinazione ed affronti il problema. Per info rimango a sua completa disposizione. Dott Angelo Di Mauro 

Scritto da Dott. Angelo Di Mauro
Sant'Agata li Battiati (CT)

Gentile Signor Giuseppe, forse è arrivato leggermente in ritardo, ma nulla è perso se trova uno specialista con competenze specifiche. Buona giornata

Scritto da Dott. Giancarlo Dettori
Sassari (SS)

Gentile sig. Giuseppe, è possibile una riabilitazione della funzionalità masticatoria, il procedimento è impegnativo, è importante che lei sia paziente.

Scritto da Dott.ssa Barbara Boniello
Ciampino (RM)

MI RIFERISCO SOLO ALLE PAROLE SCRITTE. La sua età dentale è il doppio della sua età anagrafica. Il suo problema è il più difficile che un dentista debba affrontare, perché bisogna ricomporre il rapporto di combaciamento dei denti in modo armonico, con l'intenzione che (si spera) il bruxismo svanisca come neve al sole, e la sua faccia quadrata si normalizzi. Non ci sono altre scelte se non foderare tutti i denti con capsule di altissima qualità e quindi di alto costo. Il battente dei denti posteriori dovrebbe essere ricoperto in metallo e non in porcellana. Sono sicuro che lei trascurerà questa raccomandazione, e seguirà altri pareri più comodi, ma si ricordi bene del mio nome e cognome. Tempo tre anni mi darà ragione. Il suo problema è trovare un dentista che corra come un cavallo di razza, e dietro di lui ci sia un odontotecnico di alta scuola, che sarebbe oggi una personalità professionale quasi introvabile. Se penso al prezzo mi vengono i brividi. (A me, che dovrò pagare l'odontotecnico.) Non si faccia sedurre dalla facile scorciatoia degli impianti. Nel suo caso, gli impianti sono sconsigliati, perché non reggono alla rabbia continua del muscolo, che dopo avere massacrato i denti, si precipita in discesa a massacrare l'osso attorno agli impianti. Se vuole seguire altri pareri, si accomodi pure, ma si ricordi ancora del mio nome e cognome perché tutto quello che accadrà è già stato scritto. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)

Gentile paziente, la sua parafunzione (o bruxismo) è una cosa seria, bisognerebbe indagare bene, perchè non basta solo ripristinare i denti mancanti o quelli presenti ma ormai mal ridotti, bisogna indagare bene su come ideare un dispositivo di protezione per il suo caso mediante test, esami computerizzati specifici, ecc. Distinti saluti

Scritto da Dott. Gerardo Cafaro
Campagna (SA)

Sig.Giuseppe, lei crede che il bite abbia protetto i suoi denti? in realtà non ha curato le cause del bruxismo, era forse meglio riabilitare i denti mancanti, perchè non è stato fatto? Ora si deve rivedere tutto e lei dovrà capire che l'odontoiatra non può essere abbandonato, ma va a vita frequentato ogni sei mesi.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Gentile Giuseppe, purtroppo per quanto sia impegnativo, nel suo caso credo sia prioritario ristabilire una corretta occlusione anche ricorrendo a corone, impianti e a quanto serva. Ripristinata la corretta occlusione, un bite plane le sarà di aiuto. Cordialità

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)