Menu

Domanda di igiene e prevenzione

Risposte pubblicate: 7

Quanto è importante che in un dentifricio e in un collutorio ci sia il fluoro?

Scritto da Paolo / Pubblicato il
Preg.mi dottori, quanto è importante che in un dentifricio e in un collutorio ci sia il fluoro? Perché alcuni prodotti, anche costosi, anche consigliati dalle Associazioni, vantano di non contenere fluoro né biossido di titanio né Sodium Lauryl fosfato né parabeni? Se si assume il fluoro da uno solo dei due prodotti, è sufficiente? Grazie in anticipo
L'unica cosa veramente importante è avere una buona e costante igiene orale, quindi lavarsi i denti ed utilizzare il filo interdentale, indipendentemente dal tipo di dentifricio preferito (fluoro o non fluoro); il collutorio è utile giusto nel finale per i risciacqui e non molto altro, anche in questo caso (esclusi quelli medicati alla clorexidina), il contenuto di fluoro è irrilevante.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)

La domanda gentile signore la fa per lei o per i bambini?? Credo sia per lei.. Alla sua età il fluoro nei dentifrici o nel colluttorio sono consigliabili per aiutare a prevenire la carie dei denti che ha in bocca. Nei bambini c'è da evitare accumulo o dosi eccessive, ma un adulto, usando coll. e dentifricio non rischia eccesso. Poi ci sono teorie pseudo - olistiche non fondate che girano sul web..

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

Sig.Paolo il fluoro ad alte concentrazioni è tossico, e tra le patologie dentali abbiamo la fluorosi data da eccessi di fluoro. Il fluoro somministrato con giuste dosi durante la fase di crescita del dente trasforma la idrossiapatite in fluoridrossiapatite ottenendo caratteristiche più robuste. Non sappiamo quanto fluoro assume con la sua dieta, ne cosa ha bisogno la sua bocca, non abbiamo la sua anamnesi, come può ricevere una risposta fondata su qualcosa di serio. Oggi il fluoro non lo gestisce la scienza, ma la pubblicità, per cui la sua domanda non meraviglia. Le consiglio un colloquio con un igienista dentale, qui otterrà tutte le corrette istruzioni adatte al suo cavo orale, che è unico come un' impronta digitale.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Gentile Signor Paolo il Fluoro è un oligoelemento, cioè una sostanza costitutiva, presente in tracce nel nostro organismo ma essenziale al suo corretto funzionamento e sviluppo.
Il vero problema è che il limite fisiologico e quello tossico sono molto vicini tra loro e non essendoci un sistema di assorbimento e di eliminazione selettivi per il fluoro è possibile andare in eccedenza per ingestione anche di piccole dosi se prese con regolarità, anche se inavvertitamente. È per questo che i pediatri oggi sono molto più cauti che nel passato sulla supplementazione dietetica nell'infanzia. È vero che, almeno fino a pochi anni fa, si aggiungeva fluoro nelle acque potabili per scopi profilattici, ma visto che oggigiorno tutti quanti beviamo acqua minerale il rischio di overdose di fluoro è francamente remoto.
Assodato però che un minimo apporto di questo ione è auspicabile e visto comunque il suo ruolo protettivo sia per una ottimale dentizione che per la preservazione dell'integrità dentale, oggi i dentisti sono d'accordo nel consigliare dentifrici al fluoro a tutti sia pure con un distinguo sulla sua concentrazione in relazione all'etá.
Si ritiene pertanto utile una concentrazione di 1000 parti per milione di fluoro nel bambino e di 1450 nell'adulto .
Ricordo ai genitori di oggi che almeno da un punto di vista odontoiatrico già a 12 anni si può considerare come adulta una dentizione.
Spero di aver risposto per quanto attiene al fluoro.
In merito alle altre sostanze si tratta di elementi non naturali ( sbiancanti ottici- biossido di titanio- ; schiumogeni - lauril solfato- ; conservanti - parabeni- ) e non strettamente necessari e pertanto potenziali allergizzanti.
D'altronde è quasi sempre presente anche il biossido di silicio come abrasivo, del quale però, e non capisco perché, nessuno si lamenta ma in verità non è del tutto innocuo eppure è immesso nella formulazione anche di certi dentifrici per denti sensibili!
Mi lasci dire che il nostro è un mondo ben strano!
Saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Massimo Scaramelli
Pisa (PI)

Sig.Paolo Buongiorno
Il fluoro è un elemento importante per la prevenzione della carie in quanto rende il dente piu' resistente all'aggressione da parte dei batteri cariogeni. E' importante assumere una giusta quantità di fluoro quotidiana e non eccedere.Secondo le linee guida piu' recenti del ministero della salute è più importante l'azione topica e quindi locale del fluoro, più che quella sistemica, ovvero assumendo il fluoro per bocca.Infatti negli ultimi anni si tende a non dare, a meno di indicazioni particolari, il fluoro integrativo per bocca ai bimbi tramite gocce o pastiglie.Quindi e' importante usare un dentifricio fluorato quotidianamente e almeno due volte al giorno.Nel caso di bimbi va usato un dentifricio con quantitativo di fluoro adeguato all'età. Il colluttorio può anche esser privo di fluoro, ma non è comunque un problema dal momento che ha un'azione locale e non è consigliabile nei bimbi piccoli. Dentifrici senza fluoro andrebbero usati solo su indicazioni particolari ed in genere vengono utilizzati da chi assume prodotti omeopatici.
Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Marina Fiocca
Cremella (LC)
Renate (MB)

Caro Signor Paolo, buongiorno. Attenzione al Fluoro, utilissimo certamente nei denti decidui, che sono in grado di assorbirlo e nei quali l'idrossiapatite dello smalto si trasforma in fluoroapatite che è di moltissime volte più resistente all'attacco degli agenti cariogeni ma il fluoro va dosato bene in rapporto a quello che assume con l'acqua, il latte e gli alimenti in generale se no corre il rischio di sovradosaggi che possono portare alla Fluorosi, nociva per i denti. Questo nei denti decidui. I denti Permanenti dell'adulto invece non sono in grado di "assorbire" il Fluoro. Non si ha il legame del Fluoro Ione (cosiddetto attivo)come invece avviene nei denti decidui dei bambini! Quindi il Fluoro in un adulto non serve a niente. Chiaro? Quindi decide il Dentista l'uso e dosaggio del Fluoro, eventualmente! Per quanto riguarda il Dentifricio cosiddetto al Fluoro, vale lo stesso discorso! Sappia inoltre che il Dentifricio ha solo la funzione di rendere più gradevole l'igiene orale, più "scivoloso" lo spazzolino e rinfrescare l'alito! Per lo Spazzolamento dei denti: non esiste niente di meglio del normalissimo spazzolino manuale, per l'igiene orale, ci sono delle pasticche colorate da sciogliere in bocca che evidenziano col loro colore la placca batterica non rimossa dallo spazzolino, spazzolino che deve essere in setole artificiali, a testa piccola, duro, e usato con la cosiddetta tecnica di Bass modificata, ossia orientato verso le gengive a 45° e usato con movimenti di rotazione, vibrazione e verticali che terminano con un movimento circolare deciso ; è bene usare degli idropulsori che completano l'opera di igiene domiciliare e il filo interdentale, Infine esistono degli scovolini per chi avesse spazi interdentali un po' più larghi e lo spazzolino piatto per pulire il dorso della lingua che è grande ricettacolo di placca batterica e quindi di microbi. Detto questo se poi uno è "diversamente abile" o affetto da pigrizia immane, va bene anche lo spazzolino elettrico usato però come da istruzioni allegate! Non dimentichi poi i controlli periodici dal Dentista la cui frequenza stabilirà Lui e l'Igiene Orale dal Dentista e con periodicità stabilita! Chiaro? Il Fluoro agisce solo fino all'età di 17 anni circa. Bisogna sempre mantenere una dieta equilibrata in apporti di Proteine Animali e Vegetali, Carboidrati, Zuccheri, Vitamine, Sali, Minerali, grassi etc e quindi Pasta, Pane, Carni rosse e bianche, Pesce di mare, verdure, crude e cotte, frutta, acqua! L'importante è non eccedere ma soprattutto attivare una corretta Igiene Orale in Studio Professionale e Domiciliare personale: Bisogna che le parli un po' della Fluoroprofilassi nei bimbi e Adolescenti: la dose totale del fluoro da assumere deve tenere conto delle varie quantità di fluoro presente in liquidi e alimenti assunti dal bimbo e da lei in gravidanza, troppo fluoro fa male perché può innescare patologie come la Fluorosi ,non facili poi da trattare. Importante è anche la fluoroprofilassi topica per ionoforesi da iniziare alla comparsa dei primi denti permanenti a sei anni circa e anche 7 che sono gli incisivi centrali e i primi molari. Sui molari e poi via via tutti i posteriori, se sani, è opportuno fare la fluoroprofilassi topica con sigillatura dei solchi, questo fino all'età di circa 15-17 anni perchè poi lo smalto non è più in grado di trasformare il legame della idrossiapatite in fluoroapatite che è mille volte più resistente agli acidi ed ai batteri e noxe cariogine, Fluoroapatite che invece in adolescenza e nell'età dell' infanzia è molto forte ed utile come ho già più volte sopra spiegato. Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Quando si richiede un trattamento preventivo e chi e' particolarmente soggetto alla carie, nei giovani e una rimineralizzazione dello smalto negli adulti.Valutando poi le eventuali situazioni.

Scritto da Dott. Giovanni D'Onofrio
Spoltore (PE)