Menu

Domanda di Gnatologia

Risposte pubblicate: 5

Questi problemi possono essere il risultato di una mandibola deviata o di un qualche problema alla dentatura?

Scritto da Nicoló / Pubblicato il
Salve, soffro da sempre di dolori cervicali e problemi a volte nel dire lettere dentali  (s,v,f), ed ho un senso di instabilità nell'occlusione, come se cambiasse molte volte anche durante L'arco della giornata è non riuscissi mai a rilassare la mandibola. Da due settimane soffro anche di mal di testa e vertigini, quindi ho deciso di andare da un dentista dato tutti i sintomi che mi fanno pensare ad un qualche problema a livello dentale e scheletrico, ma mi dice solo aprendo e chiudendo la bocca che è tutto a posto( quando ha sforzato manualmente la mandibola ho sentito come un saltello di quest'ultima). Da piccolo ho portato L apparecchio per molti anni (5 o 6) per una seconda classe e un palato stretto, e da sempre nelle foto notò una leggere asimmetria tra il lato destro e sinistro del viso. Tutti questi problemi possono essere il risultato di una mandibola deviata o di un qualche problema alla dentatura? In 5 minuti si può avere una diagnosi corretta come ha fatto quel dentista? (mi ha detto che denti e cervicale non sono correlati perché non ci sono dati scientifici certi)
Caro Signor Nicolò, buongiorno. Bisogna anzitutto valutare con la palpazione della ATM il "Rumore articolare". Il problema è che di rumori ce ne sono diversi con significati diversi! C'è il Click che è un rumore veloce, di ottava musicale alta, peculiare di un dislocamento menisco condilare, rumore presente in apertura e/o in chiusura e che scompare con la protrusiva!
Lo scroscio di sfregamento che invece di essere istantaneo e veloce, è lento e si ha in tutta l'ampiezza del movimento di apertura e/o chiusura delle arcate ed è di ottava musicale bassa e non alta!

Io mi occupo di questo da moltissimi anni. Occorre però una seria e corretta valutazione Clinica Semeiologica con anche sondaggio parodontale oltre che valutazione delle tre curve di compensazione, di Spee e di Wilson per il piano occlusale rispettivamente sagittale e frontale. La terza curva di Compensazione da valutare e quella di Monson che non è altro che una sfera immaginaria che serve per allineare le cuspidi dei denti posteriori con i margini incisali degli incisivi frontali e del movimento condilare di Bennet oltre che le tre disclusioni citate e in Relazione Centrica ed Over-Jet (sovraggetto ossia di quanto i denti superiori sopravanzino gli inferiori) e L'Over Bite (di quanto i superiori coprano gli inferiori) e il Movimento di Bennet a livello della Testa del Condilo!!! Legga nel mio profilo "Visita Parodontale", Le sarà molto utile! Come vede i "problemi sono più complessi di quanto possa immaginare, pur essendo di normalissima Routine Odontoiatrica ma Colta e di Qualità! La Terapia dipende da tutte queste valutazioni e da tanto altro! Sarebbe eventualmente, ma lo deciderebbe solo il Dentista, opportuno anche uno studio con un arco facciale di trasferimento, essenziale per rilevare i rapporti spaziali delle sue arcate con la base cranica e per il montaggio dei suoi modelli di studio su un articolatore a valore medio per studiare la gnatologia della sua bocca e la sua clinica e le sue articolazioni con angoli di spostamenti come l'angolo o movimento di Bennet tra il piano sagittale ed il movimento del condilo in lateralità della mandibola che è la fotografia reale della sua patologia!Seguiranno altre valutazioni come la Stabilometria computerizzata per valutare anche la postura e la Risonanza Magnetica a bocca aperta e chiusa!

La Gnatologia è ben altro che queste semplici nozioni base che devono evidenziare in ogni caso i concetti fondamentali di realizzare la posizione di massima intercuspidazione col contatto cuspide fossa ( ossia cuspide di un dente con la fossa del dente antagonista e viceversa. In particolare la cuspide palatale con il suo rapporto con la fossa antagonista, mantiene la dimensione verticale della bocca, insieme alle altre cuspidi palatali.) Si faccia visitare da un bravo Gnatologo Parodontologo. Le lascio una foto che mostra varie fasi, tra le tante,di una valutazione Gnatologica. E' il Medico Dentista che deve valutare oggettivamente tutto! Come vede io ho cercato doverosamente, dato che ha posto la domanda, di risponderle esaustivamente ma non posso dirle altro!

Occorre poi eventualmente anche una diagnosi Ortodontica che è cosa seria e dipende da una infinità di problemi da valutare con accurato check up ortodontico e cefalometria che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere; è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati e, chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia, sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta.
Cari saluti.
CONTINUA A LEGGERE
gnatologia-dr-g.petti-cagliari-18.jpg

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Se, come sempre, è stato liquidato molto rapidamente dal collega e non le sembra di aver ottenuto una diagnosi corretta, la soluzione migliore è una visita specialistica presso una clinica che abbia un Ortodontista e Gnatologo di riferimento, in modo tale da poter definire il problema e il relativo trattamento.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)

Molto probabilmente l'origine dei suoi problemi risiede nella dinamica della sua muscolatura linguale e quella ad essa correlata; il "palato stretto", la seconda classe, la difficoltà nel pronunciare certi fonemi sono indizi importanti in questo senso, così come i fastidi alla muscolatura cervicale. Si faccia vedere da un odontoiatra che sappia cos'è la Terapia Miofunzionale.

Scritto da Dott. Lorenzo Alberti
Roma (RM)

Non c'è dubbio che una malocclusione (indicative le asimmetrie che lei stesso ha notato) possa procurare disturbi a distanza: postura colonna vertebrale difetti della articolazione temporo mandibolare, vertigini, cefalea tensioni muscolari etc etc. Disturbi alle volte molto fastidiosi.. Va valutata l'occlusione e forse un byte da portare la notte potrà darle sollievo. Un ortodontista-gnatologo lo potrà capire bene. E' possibile che il trattamento ortodontico che lei ha fatto per anni non abbia portato ad una occlusione perfetta e stabile.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

Sig. Nicolò, il suo odontoiatria non ha tutti i torti, anche se la teoria gnatopusturale non è così infondata, per arrivare a una corretta diagnosi con accertamenti diagnostici che possono stabilire se il problema è ascendente o discendente, occorre una visita di un ora e un odontoiatria che si occupa di gnatologia.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Sullo stesso argomento