Menu

Domanda di Gnatologia

Risposte pubblicate: 5

Dolori facciali

Scritto da Giuseppe / Pubblicato il
Salve dottori ho 19 anni e a 15 anni feci una terapia di 2 anni semplicemente per aggiustare i denti e mi ritrovo ora a 19 anni con dolori dei muscoli facciali e un certo disagio quando sto a bocca chiusa che accade molto spesso anche se ci sono momenti di tregua. Allego le foto, è possibile che si sia creata anche una asimmetria facciale dei muscoli? È possibile poi correggerla in tal caso in futuro? Grazie mille. Noto l'asimmetria soprattutto nel lato destro della faccia nella mia prospettiva mentre dalla prospettiva di chi mi guarda il lato sinistro
Dolori facciali Dolori facciali Dolori facciali Dolori facciali
Caro Signor Giuseppe, buongiorno. Premesso che avendo poi 19 anni potrebbe essere necessario confermare l'età scheletrica con una Rx della mano e del polso per visualizzare i nuclei di ossificazione od altri metodi come la Maturazione Vertebrale Cervicale o indici carpali come l'SMS e quelli vertebrali come il CVS, il CVMS e il CS dove quest'ultimo indica il picco di crescita mandibolare!
Ripeterò per l'ennesima volta che non si può fare una Diagnosi da una semplice sua descrizione (L'Anamnesi deve essere guidata dal Medico Dentista e non dal paziente) e da foto postate. Bisogna anzitutto valutare con la palpazione della ATM il "Rumore articolare". Il problema è che di rumori ce ne sono diversi con significati diversi! C'è il Click che è un rumore veloce, di ottava musicale alta, peculiare di un dislocamento menisco condilare, rumore presente in apertura e/o in chiusura e che scompare con la protrusiva!
Lo scroscio di sfregamento che invece di essere istantaneo e veloce, è lento e si ha in tutta l'ampiezza del movimento di apertura e/o chiusura delle arcate ed è di ottava musicale bassa e non alta!

Io mi occupo di questo da moltissimi anni. Occorre però una seria e corretta valutazione Clinica Semeiologica con anche sondaggio parodontale oltre che valutazione delle tre curve di compensazione, di Spee e di Wilson per il piano occlusale rispettivamente sagittale e frontale. La terza curva di Compensazione da valutare e quella di Monson che non è altro che una sfera immaginaria che serve per allineare le cuspidi dei denti posteriori con i margini incisali degli incisivi frontali e del movimento condilare di Bennet oltre che le tre disclusioni citate e in Relazione Centrica ed Over-Jet (sovraggetto ossia di quanto i denti superiori sopravanzino gli inferiori) e L'Over Bite (di quanto i superiori coprano gli inferiori) e il Movimento di Bennet a livello della Testa del Condilo!!! Legga nel mio profilo "Visita Parodontale", Le sarà molto utile! Come vede i "problemi sono più complessi di quanto possa immaginare, pur essendo di normalissima Routine Odontoiatrica ma Colta e di Qualità! La Terapia dipende da tutte queste valutazioni e da tanto altro! Sarebbe eventualmente, ma lo deciderebbe solo il Dentista, opportuno anche uno studio con un arco facciale di trasferimento, essenziale per rilevare i rapporti spaziali delle sue arcate con la base cranica e per il montaggio dei suoi modelli di studio su un articolatore a valore medio per studiare la gnatologia della sua bocca e la sua clinica e le sue articolazioni con angoli di spostamenti come l'angolo o movimento di Bennet tra il piano sagittale ed il movimento del condilo in lateralità della mandibola che è la fotografia reale della sua patologia!Seguiranno altre valutazioni come la Stabilometria computerizzata per valutare anche la postura e la Risonanza Magnetica a bocca aperta e chiusa!

La Gnatologia è ben altro che queste semplici nozioni base che devono evidenziare in ogni caso i concetti fondamentali di realizzare la posizione di massima intercuspidazione col contatto cuspide fossa ( ossia cuspide di un dente con la fossa del dente antagonista e viceversa. In particolare la cuspide palatale con il suo rapporto con la fossa antagonista, mantiene la dimensione verticale della bocca, insieme alle altre cuspidi palatali.) Si faccia visitare da un bravo Gnatologo Parodontologo. Le lascio una foto che mostra varie fasi, tra le tante,di una valutazione Gnatologica. E' il Medico Dentista che deve valutare oggettivamente tutto! Come vede io ho cercato doverosamente, dato che ha posto la domanda, di risponderle esaustivamente ma non posso dirle altro!

Occorre poi eventualmente anche una diagnosi Ortodontica che è cosa seria e dipende da una infinità di problemi da valutare con accurato check up ortodontico e cefalometria che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere; è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati e, chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia, sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta.
Cari saluti.
CONTINUA A LEGGERE
analisi-gnatologica-dr-g.petti-97.jpg

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Caro Giuseppe, le sofferenze della Articolazione Temporomandibolare sono la spia di uno scorretto rapporto Cranio-mandibolare e cioè i denti non occludono in una posizione in grado di soddisfare il complesso neuromuscolare alla guida della postura e della funzione mandibolare. Esistono oggi degli esami che analizzano questa situazione è permettono di impostare una corretta diagnosi ed una efficace terapia. Come in tutti i campi della moderna medicina anche nei confronti di queste patologie non si può prescindere dall'utilizzo di moderne metodiche strumentali.
Tutto il reso rimane nel campo delle ipotesi e può fornire solo un approccio empirico.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)

Non so com'era prima della cura ortodontica ma il risultato è senz'altro molto soddisfacente. Una certa (poca) asimmetria c'è ma non lo si nota. Un grande (Delaire) diceva: "l'asimmetria è la regola nella razza umana" e non trova mai alcuno che non l'abbia. Questa modesta asimmetria non può causare dolori. Se ha qualche dolore facciale la causa è altrove. Bisogna visitarla e trovare ciò che la disturba. Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)

Certamente Giuseppe devi affidarti ad uno gnatologo che ti curi (ti farà portare un byte?) perchè questi disturbi possono essere molto fastidiosi o piu' ancora.. C'è da dire che la presenza del dente da latte presumibilmente un 75, per giunta in infraocclusione, cioè basso basso già rappresenta una certa anomalia dal punto di vista occlusale. Il resto è bene allineato, ma va visto molto meglio che sulle pur ottime foto. C'è biretrusione e un lieve morso profondo che forse può causare il disturbo. C'è da valutare bene quindi (puo esserci una relazione) la postura linguale e la funzione neuromuscolare. Ma si risolverà di sicuro..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

Sig. Giuseppe, dai 17 ai 19 anni dove è stato? La visita semestrale? Ritorni al più presto da questo Odontoiatra e si faccia rivalutare il caso e curare il 35 che è arrivato in questa situazione per probabile sua negligenza che è molto più importante dell'assimetria facciale.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Sullo stesso argomento