Menu

Domanda di gnatologia

Risposte pubblicate: 8

Da circa 7 mesi che ho cominciato ad avere dolori al viso

Scritto da Marta / Pubblicato il
Buongiorno dottori. Sono una ragazza di 27 anni e da circa 7 mesi che ho cominciato ad avere dolori al viso. Mi è stata diagnosticata una disfunzione cranio mandibolare che mi porta ad avere algie facciali pre auricolari e auricolari, bruciori alla guancia e al palato e anche dolori in zona orbitale e alle tempie. Alcune volte mi fa male anche il collo e la cervicale. Sto portando da circa una ventina di giorni un bite di riposizionamento h24 pasti esclusi in quando ho la mandibola un po' deviata sulla sinistra. Volevo chiedere se questa patologia è possibile guarirla in qualche modo e se questo bite può portarmi dei risultati .. sono molto scoraggiata perché non trovò una soluzione a questo problema .. questi dolori sono forti e non mi permettono di vivere bene. Ringrazio anticipatamente per la risposta
Da circa 7 mesi che ho cominciato ad avere dolori al viso
gnatologia-dr-g.petti-cagliari-13.jpg
Cara Signora Marta, buongiorno. La prego di rendersi conto che non è possibile dare risposte Professionalmente corrette a questa domanda postata on line! Parlare così genericamente di disfunzione cranio mandibolare è dire tutto e niente! Bisogna fare una Diagnosi etiopatogenetica che non si fa certamente on line! Le disfunzioni cranio mandibolari coinvolgono diversi organi intracranici a livello intrarticolare delle ATM (articolazioni temporo mandibolari) o extra ATM (neuro-muscolari- disgnatiche-gnatologiche-ossee) e diversi organi extracranici come colonna vertenrale, bacino, piedi, muscoli paravertebrali, intra bacino come il muscolo Ileo Psoas che, in un certosenso, per cairci, potremmo paragonare ai muscoli Pterigoidei a livello intracranico che vanno in contrattura nelle patologie della ATM. Insomma tutto l'elenco di organi fatti extracranici, insieme alla Gnatologia danno quella che si chiama "Postura"! Disfunzioni gnatologiche e quindi anche più in senso lato disfunzioni cranio mandibolari, possono essere primarie o secondarie e ascendenti (se dipendenti da disfunzioni posturali) o discaendenti (se causano disfunzioni posturali secondarie a quelle Gnatologiche e Cranio Mandibolari)! Come vede è tutto molto più complesso di quanto un "profano" potrebbe immaginare ed è per questo che non si può rispondere on line! Occorre una Visita Gnatologica, anzitutto e deve sapere che Sono perplesso sull'uso di un Bite senza una Diagnosi Gnatologica, almeno così sembra da quanto dice! il Bite è un'arma a doppio taglio ed è bene saperlo e ribadirlo perché se ne abusa troppo, purtroppo! Non è il toccasana! Soprattutto lo si deve usare per brevi periodi e nel modo giusto! Il bitePlane in sostanza serve per far dimenticare al cervello la posizione attuale e farlo diventare una "tabula rasa" per ricercare la sua originale posizione ed arrivare così alla terapia vera e propria che può essere con semplice ma fine e complesso allo stesso tempo molaggio selettivo, protesi od ortodonzia a seconda della situazione clinica, magari preceduta da chirurgia parodontale per allungamento delle corone cliniche per intrudere od estrudere chirurgicamente e poi protesicamente i denti non in occlusione ma estrusi o intrusi o mesializzati o distalizazati o vestibolarizzati o lingualizzati, sempre che non si decidesse, per vari motivi, di ricorrere ad un loro riposizionamento Ortodontico. Tutti i bite non sono uguali e soprattutto non tutti i Dentisti sanno come usarli e quindi cosa ottenere con il loro uso! A volte bisogna ricorrere all'uso di un arco facciale di trasferimento, essenziale per rilevare i rapporti spaziali delle sue arcate con la base cranica e per il montaggio dei suoi modelli di studio su un articolatore a valore medio per studiare la gnatologia della sua bocca e la sua clinica e le sue articolazioni con angoli di spostamenti come l'angolo o movimento di Bennet tra il piano sagittale ed il movimento del condilo in lateralità della mandibola che è la fotografia reale della sua patologia! Per esempio, maggiore è il movimento di Bennet e minore è l'altezza delle cuspidi e viceversa, quindi l'occlusione e il rapporto delle cuspidi tra antagonisti e tra di loro, incidono sul movimento di bennet e sulla misurazione dell'angolo che forma con le strutture citate ed in ultima analisi con le patologie del lato lavorante e di quello non lavorante della testa dei condili. Questo movimento di bennet può essere immediato o progressivo a seconda delle patologie presenti o non patologie presenti, ovviamente!Il movimento di lateralità è bene studiarlo anche clinicamente con la palpazione perché è determinato dalla contrazione dello pterigoideo esterno del lato opposto a quello verso cui si sposta la mandibola. Un dolore durante questa palpazione indica una contrattura del muscolo e quindi la presenza di una patologia articolare. Palpazione che va fatta non solo in lateralità ma anche in apertura.Solo così si può arrivare ad una corretta DIAGNOSI che porta poi ad una terapia. Ci sarebbe tanto altro da dire ma penso di essere già stato esaustivo per farle avere un'idea di cosa sia la Gnatologia.

Una visita Odontoiatrica è un atto medico importante e colto che richiede almeno un'oretta oltre un'altra mezzoretta per informare il paziente (consenso informato). Ciò detto mi permetto di sottolineare ancora, per l'ennesima volta l'importanza fondamentale della reciproca Fiducia e Stima tra Medico e Paziente e, ripeto, la Visita Odontoiatrica è la massima espressione Culturale e di conoscenza Medico-Odontoiatrica e che , se fatta come si deve , impegna il Cervello del Dentista per un'ora circa più una mezzora per le informazioni doverose di "consenso informato" e comprende tutte le specialità odontoiatriche gnatologiche parodontali etc e Sistemiche dell'Organismo Generale ed in questo caso con valutazioni della postura! Certamente non ci si può affidare a centri chiamati chissà perché "Cliniche" Low Cost o Private che fossero, dove fanno una visita Gratis, veloce ed incompleta col principale fine di "mercificazione" di una Professione Nobile come la "Nostra Amata Odontoiatria" la cui qualità , in Italia, ci invidiano in tutto il mondo! Capisce che una Visita così importante e complessa e non mi riferisco solo alla sua patologia ma a qualsiasi patologia odontoiatrica perché questa è poi la visita completa Odontoiatrica che mia figlia Claudia ed io facciamo sempre nel nostro Studio per qualsiasi motivo il paziente fosse venuto ed avesse richiesto una visita, non può essere gratuita! Così come il Medico deve visitare tutto il corpo a fronte di una patologia in atto, così il Dentista deve visitare tutta la bocca, sempre e non estrapolandola dal contesto in cui si trova, ossia da tutto l'organismo le cui patologie cliniche sistemiche che possono dare sintomi o manifestazioni orali, devono essere tenute presenti e Differenziate Diagnosticamente con la Semeiotica Medica! Non si trova questo certamente nei Low Cost o in Studi o cosiddette "impropriamente Cliniche" anche Private e/o di Liberi Professionisti che fanno Visite Gratuite con OPT (che non serve in prima visita e spessissimo neanche dopo a meno che non ci fosse già, come spessissimo avviene, lo scopo di estrarre denti per fare impianti per valutare rapporti anatomici pre cone beam 3D) ed addirittura preventivi on line di cui ne è piena Internet e Siti, ahimè, Odontoiatrici che dovrebbero dare servizi realmente utili a Voi Pazienti e diventano solo una "prostituzione Odontoiatrica" con la corsa al prezzo più basso indipendentemente dalla Diagnosi e dalla Situazione Clinica Reale ma anche pubblicità su Quotidiani, cartelloni stradali, Autobus pubblici e Privati, FB ed Altri Social Network (una vera e propria giungla, figlia di questi nostri tempi malsani, che disorienta Voi pazienti attirati dai falsamente (perché non si tratta di terapie di qualità) "bassi prezzi") Scusi ma ritengo utile questa "dissertazione" per il bene della Vostra Salute, cari Pazienti e non per portare "acqua" al mio mulino perché io, anzi, vivo di più circondato da una pessima odontoiatria perché poi i pazienti "distrutti da essa", vengono da me e dagli altri, per fortuna numerosi Colleghi che esercitano la Nostra Professione Meravigliosa con Cultura, Qualità e Passione, per avere le reali Terapie concretamente Risolutive! Ancora Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Si potrebbe valutare dopo visita accurata là possibilità di somministrarle del botox oltre ad altre terapie miorilassanti e valutare il tipo di placca che le è stata realizzata.
Saluti

Scritto da Dott.ssa Gianna Dipalma
Bari (BA)

Cara Marta. Io conosco molto bene i sintomi che stai soffrendo. Normalmente purtroppo vengono sottovalutati da tutti: familiari, medico di famiglia, dentista non gnatologo, etc.. Addirittura si somministrano psicofarmaci per curarli. Qualche blando ansiolitico può andar bene per calmare lo stress causato da tali disturbi, ma non certo per curare i disturbi stessi, perchè non sono affatto.. immaginari, ma molto reali. Tuttavia bisogna essere del tutto certi che non ci siano carie a provocarli. Solo se i denti sono tutti sani, compresi quelli del giudizio, possiamo pensare ai disturbi gnatus. Alla base c'è sempre una malocclusione con o senza parafunzioni (digrignare, serrare), oppure solo queste ultime possono già scatenare i DCM (si chiamano così, disturbi cranio-mandibolari). Il byte spesso risolve, talora no. Qualche volta i miglioramenti sono immediati, in pochi giorni. Ma bisogna aspettare almeno tre mesi prima di trarre la conclusione che non funziona. I bytes vengono costruiti secondo scuole di pensiero in questa materia talora molto diverse. Secondo visioni di teorie che alle volte sono veramente differenti fra loro. In qualche caso, la progettazione può portare non solo ad una mancata risoluzione, ma addirittura ad un lieve peggioramento. Ovviamente non è possibile a distanza dire di più.. senza conoscere la situazione: si affidi al dr. che la segue e si tenga sempre in stretto contatto con lui, esponendo dubbi ed esternando i miglioramenti che le auguro di avere quanto prima.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

Marta Buongiorno
Ovviamente per rispondere alla sua domanda andrebbe fatta un 'accurata visita gnatologica. Quello che posso dirle è che in genere è sempre meglio avere una collaborazione tra l'odontoiatra e per esempio altre figure quali l'osteopata per ottenere un quadro più completo e dei risultati duraturi.In linea di massima una deviazione mandibolare può causare una serie di algie muscolari e il bite è da un punto di vista odontoiatrico il primo strumento da utilizzare..permette di valutare i miglioramenti e confermare o meno la diagnosi ma in genere non è la soluzione definitiva.Lei non accenna se è stata fatta una risonanza dell'Atm..se sono state fatte altri esami(io ad esempio utilizzo un elettromiografo chiamato teethan ). Può esser utile associare dei miorilassanti per breve periodo. E dopo qualche mese si può tirare un po' le somme.Andrebbe escluso anche che non ci sia un 'algia del tegamino.
Cordiali saluti
 
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Marina Fiocca
Cremella (LC)
Renate (MB)

Un buon professionista che si occupa di posturologia e problemi connessi.
Le posso assicurare che è possibile stabilire se il suo problema è di origine "discendente" per capirsi, dalla bocca al corpo o ascendente viceverso.
Molte volte sono connesse problematiche miste, oculari, posturali vestibolari.
Con molta dedizione e giusta diagnosi ne verrà sicuramente a capo.
Le dico questo perchè da 30 anni ci occupiamo di queste sintomatologie.
Buona ricerca, in zona, dato che dovrà vedere spesso il collega che se ne occuperà. Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Studio Dentistico Fiori
Castelnuovo di Garfagnana (LU)

Sig. Marta, con molta probabilità questo bite è da considerarsi anche diagnostico, per cui dobbiamo attendere, per poi rivalutare il tutto e vedere se prendere in considerazione altre discipline.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Gentile sigra, è impossibile fare una diagnosi per telefono nelle patologie da lei descritte. Solo una diagnosi accurata dopo una visita si potrà averla. Vada da un buon medico dentista che si occupa di gnatologia, (in verità tutti dovrebbero occuparsene ma non è così) e si affidi a lui. Come le avrà già detto il dott Petti col bite non si scherza e serve solo per un breve periodo per la diagnosi. Non si cura col bite. Abita troppo lontana da me , ma se la visitassi controllerei anche la funzione linguale, indispensabile nel risolvere queste patologie. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)

Gentile Sig.ra Marta, con il termine disfunzione cranio mandibolare si può scrivere un libro di molte, molte pagine. Pertanto dire se la terapia è corretta e se avrà un futuro migliore mi pare impossibile. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)

Sullo stesso argomento