Menu

Domanda di fratture dei denti

Risposte pubblicate: 13

Mia figlia (5 anni e mezzo) ci ha detto di essersi rotta un dente masticando un pezzo di pane duro.

Scritto da Ireneo / Pubblicato il
Buongiorno. Qualche giorno fa mia figlia (5 anni e mezzo) al ritorno da scuola ci ha detto di essersi rotta un dente (premolare deciduo credo) masticando un pezzo di pane duro. Ho guardato in bocca e ho visto che il dente non aveva pareti taglienti ma era effettivamente più in basso rispetto agli altri (al livello della gengiva). L'ho portata dal dentista che ritiene che in realtà  non si tratta di un dente rotto ma di un dente che non è mai uscito completamente e che potrebbe dare problemi al momento della crescita dei definitivi. La mia impressione, confermata anche dalla pediatra, è che il dente sia rientrato alla base della gengiva a seguito del trauma, ma secondo il dentista questo non è possibile. Successivamente all'episodio, ho l'impressione che gli incisivi inferiori si stiano distanziando tra di loro, ma in realtà  cominciano anche a muoversi perchè prossimi a cadere. Vorrei un vostro parere. Grazie
Mia figlia (5 anni e mezzo) ci ha detto di essersi rotta un dente masticando un pezzo di pane duro.
Caro Signor Ireneo, il Dentista saprà ben diagnosticare una mancata o una ritardata eruzione passiva (la gengiva non scopre il dente interamente) od attiva (il dente non ha completato la sua eruzione) di un molarino deciduo, o una frattura o un trauma! Mentre il Pediatra non ha le cognizioni anatomiche e cliniche odontostomatologiche per fare una simile affermazione. In ogni caso una Rx endorale può dirimere ogni dubbio. Se, come ritengo non fosse erotto completamente come ha diagnosticato il suo Dentista, ha ragione lui nel dire che potrebbe dare problemi al premolare permanente che eromperà all'incirca tra i 10 e gli 11 anni. In ogni caso, sapendolo, ha tutto il tempo per agire terapeuticamente quando lo riterrà opportuno lui, quindi stia tranquillo e sereno!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Lo spazio che si sta creando tra i denti davanti è fisiologico perché l'osso sottostante sta crescendo per prepararsi ad alloggiare i denti permanenti che in questo settore saranno più grandi. Non capisco invece il problema del dente posteriore rotto o infossato: le due eventualità sono entrambi possibili, e la soluzione diagnostica si può risolvere facilmente con una radiografia endorala. A seguito della diagnosi si dovrà orientare la terapia prof Giuliano Falcolini già docente ordinario di Pedodonzia presso l'Università di Sassari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Giuliano Falcolini
Roma (RM)

Egr. signor Ireneo, sono del parere che il suo dentista sia l' unico che possa diagnosticare. Se non è ancora convinto, le faccia fare una rx. Se il trauma masticatorio avesse fatto sprofondare il dente nella gengiva e questo è molto difficile perchè a 5-6 anni i premolarini di latte hanno ancora la radice, sua figlia avrebbe lamentato notevole dolore, sanguinamento, si vedrebbe una gengiva traumatizzata. Quanto agli spazi che si stanno formando tra gli incisivi inferiori, è normale.. la mandibola sta crescendo per accogliere i denti permanenti che sono più grandi di quelli da latte. Crescono le ossa del viso, la statura...è la sua bambina che sta crescendo! Stia di buon animo.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Emma Castagnari
Torino (TO)

Gentile sig. Ireneo, mi sembra importante una radiografia, anche una panoramica inferiore, mediante la quale osservare il danno reale. Se la radiografia non dice nulla di speciale, restiamo in attesa di altri riscontri. Riguardo al distanziamento dei denti anteriori inferiori avrei una cura particolare . Mi faccia sapere. Cordiali saluti

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)

La mia opinione, del tutto personale in assenza di dati certi, è che si tratti di una carie. E' la evenienza più frequente e potrebbe essere stata priva di sintomi finora. Non si vedono quasi mai fratture per trauma nei molaretti da latte, col pane. Invece può essersi sgretolato un pezzo del dentino indebolito dalla carie ed ora è rimasta la corona semidistrutta, al paro della gengiva. Si tratta di un parere del tutto ad intuito perchè se avessimo una foto ben fatta, potremmo dire qualcosa di più a distanza-web..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

Egr Sig.ra Irene, sua figlia all'età di 5 anni quasi 6 può con le opportune protezioni sottoporsi ad una esame radiologico chiamato Ortopantomografia(con le nuove macchine digitali la dose di raggi assorbita è molto bassa), così da poter svelare ogni mistero. In caso di trauma comunque può verificarsi l'intrusione dei denti da latte e a volte capita anche per i denti permanenti come nel caso degli incisivi superiori permanenti sporgenti causa una malocclusione

Scritto da Dott. Marco Pascolini
Gubbio (PG)

Gentile Sig. Ireneo, ha fatto la cosa più saggia nel portare sua figlia da un dentista per una consulenza e se il suo dentista è abilitato ed iscritto all'Ordine dei medici penso che dovrebbe avere tutte le competenze per porre una diagnosi in base all'esame obiettivo ed eventualmente anche con l'ausilio di una Rx endorale, cosa che noi via web non possiamo fare. Per quanto riguarda, invece, lo spazio che nota tra gli incisivi inferiori e fra non molto tempo anche tra quelli superiori è cosa normalissima e ciò perchè mentre le ossa mascellari si accrescono nei tre piani dello spazio lo stesso non avviene per i denti siano essi decidui o permanenti che mantengono le stesse dimensioni sin dalla loro comparsa. Infine, la pediatra se non lo avesse già fatto farebbe cosa giusta se prescrivesse a sua figlia le compressione di fluoro. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)

Mi spiace ma c'è un pò di confusione e quindi una visita da un collega pedodonzista e quindi esperto in bambini è sicuramente consigliabile. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Treviso (TV)

Sig. Ireneo, forse c'è un po' di confusione, ritorni dal suo odontoiatra e si faccia rilasciare una diagnosi scritta del dente che non è mai uscito completamente e che potrebbe dare problemi al momento della crescita dei definitivi, poi ci riscriva che le forniremo delle corrette risposte.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

che un molarino da latte possa subire una lussazione intrusiva per un trauma masticatorio mi pare un'ipotesi molto ma molto fantasiosa, più verosimile è sospettare una carie oppure un'anchilosi del dente come ha suggerito il suo dentista... in ogni caso ci si può levare ogni dubbio con l'esecuzione di un'rx endorale . Meglio comunque che il pediatra diagnostichi le patologie di sua competenza. Cordialmente

Scritto da Dott. Andrea Balocco
Paruzzaro (NO)

Gentile Ireneo, per poter rispondere alla sua domanda è necessario effettuare una visita accurata che la sua bambina può fare in modo del tutto gratuito presso il mio studio di Tivoli. Cordiali saluti. Dott. Gentile Alessandro tel. 3384169353.

Scritto da Dott. Alessandro Gentile
Tivoli (RM)

Il fatto che si stiano aprendo degli spazi tra gli incisivi inferiori non è una anomalia, bensì semplicemente sta crescendo la mandibola e i dentini, che entro breve dovranno cadere, stanno perdendo supporto radicolare, pertanto la lingua inizia a spingerli in avanti determinando l'apertura di questi spazi. In merito al dente reintruso, non credo che sua figlia si sia inventata l'accaduto e probabilmente qualcosa è successo. D'altro canto i traumi intrusivi dei denti richiedono l'applicazione di una forza notevole, determinano sanguinamento e la gengiva appare tumefatta e dolente. Difficilmente tutto ciò accada con il morso ad un pezzo di pane duro, se non altro per un riflesso antalgico che ci fa aprire la bocca se stiamo esagerando con la pressione. Diversamente, in caso di caduta accidentale con urto dei denti contro un corpo rigido, e possibile assistere, talvolta, alla reintrusione dei denti (generalmente anteriori) e non ad una loro frattura. Il consiglio che mi viene più naturale è quello di fare una radiografia per analizzare il caso con maggiori dettagli. Tanto per tranquillità le dico anche che, se di trauma intrusivo si trattasse (cosa che mi sentirei di escludere) la terapia è NON fare nulla, perché il dente reintruso dovrebbe erompere nuovamente e fare la sua permuta naturale. P.S. Dia più fiducia al suo dentista che al suo pediatra. Il suo dentista ha studiato specificatamente per esercitare la sua professione.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)

Caro Ireneo sicuramente si tratta di una anchilosi del dente sicuramente non una intrusione traumatica o una frattura. I pediatri non capiscono pressoché nulla di denti vada da un pedodontista, distinti saluti

Scritto da Dott. Domenico Aiello
Catanzaro (CZ)