Menu

Domanda di devitalizzazione

Risposte pubblicate: 16

Potrebbe essere il dente del giudizio a causare tutto questo?

Scritto da maurizio / Pubblicato il
Buongiorno a tutti, anni fa ho devitalizzato un molare superiore (vicino a quello del giudizio), ma il dolore non e' mai passato completamente. Infatti il dentista non me lo voleva chiudere, ho passato mesi ad eseguire pulizie canalari profonde e lavaggi interni senza successo. La cosa strana e' che sentivo male anche durante queste, pur essendo gia' vuoti i canali. Ho eseguito rx dalle quali non emergeva nulla poi preso dalla disperazione ho chiesto che mi venisse chiuso. Attualmente provo dolore quando ci mastico sopra o provo a toccarlo. Potrebbe essere il dente del giudizio a causare tutto questo? Oppure una infezione gengivale ? Grazie delle risposte.
Gentile Maurizio, non dovrebbe essere difficile stabilire quale è il dente interessato; basta eseguire una visita accurata con percussione dei denti, test di vitalità ed una radiografia mirata per fare una giusta diagnosi. Ma già con la sola pressione o percussione si riesce già a stabilire con esattezza il dente responsabile della dolenzia. Questa potrebbe essere riferibile ad un canale non perfettamente trattato forse per una anatomia difficoltosa del canale o dei canali radicolari oppure a volte ad una frattura ma questo si può stabilire solo dopo attenta analisi. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)

Gentile Sig. Maurizio, personalmente credo che il suo problema sia causato dal dente che è stato devitalizzato. Se sono state eseguite molte radiografie una patologia a carico del dente del giudizio doveva essere scoperta. Non penso neanche che il problema sia causato da un problema gengivale. E' strano comunque che un dente continui a fare male. Se il suo dentista ha proceduto alla devitalizzazione sotto diga, usando abbondanti lavaggi, penso che vi sia un canale accessorio che non viene scoperto. Se non ha usato la diga ….......... beh tutto si spiega! Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)

Dal solo racconto è difficile fare diagnosi differenziale. Il suo dentista con test di percussione, test di masticazione e sondaggio parodontale dovrebbe riuscire a fare una diagnosi corretta.

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)

Caro Signor Maurizio, addolora constatare quanto possa cadere in basso questa meravigliosa specialità che è l'Odontoiatria! Se il dente è stato lasciato in cura mesi per "fare pulizie canalari" è capitato proprio male, dispiace dirlo ma le consiglio di andare da un bravo Dentista più capace nelle cure Endocanalari. Per l'origine del dolore, qualsiasi dentista con un minimo di capacità professionale sa cosa deve fare e stia certo che fa la doverosa DIAGNOSI che non è stata fatta!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Sig. Maurizio, controlli se chi opera su di lei è iscritto all' ordine dei medici, se cosi fosse solo questo professionista potrà darle la corretta risposta.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Credo che il suo molare necessiti di un ritrattamento endodontico.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)

Gentmo sig Maurizio, è difficile fare "da lontano" una diagnosi differenziale, ma penso che i suoi problemi siano causati proprio dal dente in questione. Quasi certamente occorrerà ritrattare il dente. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Cosimo Coscia
Collegno (TO)

Cambi dentista e ne scelga uno bravo

Scritto da Dott. Alessio Battistini
La Spezia (SP)

Gentile sig. Maurizio, il miglior consiglio che posso darle è quello di rivolgersi al suo dentista in modo da poter fare una corretta diagnosi.

Scritto da Dott. Antonino Ruggirello
Palermo (PA)

Gentile Maurizio, per fare diagnosi occorre una valutazione obiettiva e rx endorali che solo il suo dentista può fare in quanto via web, e, senza avere elementi clinici sufficienti, non si tira a sparare diagnosi che non hanno nè capo e nè piedi e questo per deontologia professionale nell'interesse suo e dei pazienti. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)

Gentile Maurizio, le cure canalari non devono essere protratte nel tempo ma concluse in una seduta, massimo due se vi sono le condizioni. Lunghe aperture e chiusure con "medicazioni" non servono che a radicare processi di colonizzazione batterica all'interno dei canali. Lei necessita di una accurata valutazione radiografica e clinica, una corretta diagnosi e una buona terapia canalare. Lasci stare il dente del giudizio. Cordialità.

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)

Gentile sig. Maurizio, da quel poco che si capisce è probabile che il collega, spinto dalle sue pressioni, abbia sbagliato ad accontentarla chiudendo il dente, poichè sicuramente si tratta di un insuccesso endodontico, sempre che il dolore sia effettivamente causato da tale molare,cosa peraltro facilissima da diagnosticare. Quindi si rivolga al suo dentista per rivalutare il tutto. Buonasera

Scritto da Dott. Antimo Perfetto
Sant'Antimo (NA)

Vi possono essere numerose spiegazioni al suo problema, e magari la causa è una combinazione di due o più di esse. Solo chi la sta curando però può avere il polso della situazione. Mi spiace non poter essere di maggior aiuto. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)

Gentile Maurizio, non credo che il dente del giudizio entri qualcosa in questi problemi endodontici, in cui bisogna considerare: a) la presenza di perforazioni del dente, di natura iatrogena; b)canali accessori non sondati o non sondabili c) il IV canale, presente sia nei sesti che nei settimi.d) cambiare metodica di lavoro, abbandonare le punte in acciaio a favore del nichel titanio come metodica non manuale. Il consiglio è di rivolgersi ad un professionista provvisto di MICROSCOPIO utilizzato nella pratica endodontica al fine di salvare il dente che mi sembra alquanto compromesso. Inoltre bisogna considerare: i rapporti con il seno mascellare, e qualora esistessero granulomi ESTRARRE IL DENTE Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)

Da quello che ci racconta sembra essere il molare non trattato correttamente ( questi elementi hanno spesso anatomie difficoltose e canali accessori) il consiglio è di affidarsi ad un bravo endodonzista..... cordiali saluti (www.dentista-legnano.it)

Scritto da Studio dentistico Ciatti
Legnano (MI)

Non è possibile, soltanto sulla base della sua descrizione, fare una diagnosi precisa che possa dirimere i suoi dubbi.Provi a consultare un collega esperto che saprà facilmente comprendere le cause dei suoi fastidi.

Scritto da Prof. Ciro Russo
Frattamaggiore (NA)