Menu

Domanda di denti del giudizio

Risposte pubblicate: 4

Mi è stato riscontrata una carie abbastanza grossa in un dente del giudizio

Scritto da Rosangela / Pubblicato il
Buongiorno, Mi è stato riscontrata una carie abbastanza grossa in un dente del giudizio (già otturato tanti anni fa) dell'arcata inferiore sx, in seguito ad un dolore tipo nevralgico che accusavo. La carie è situata proprio nell'estremità inferiore del dente, alla base del dente ed è vicinissima al nervo. Premetto che sono allergica a praticamente a tutti i tipi di antibiotici,all'anestesia e come analgesico tollero solo l'aspirina che stò prendendo e mi sta aiutando a ridurre il male. Vista la situazione, il mio dentista mi ha pulito un pò manualmente la carie e poi mi ha messo una medicazione per disinfiammare. Mi ha poi passato anche con il laser per dare un'ulteriore aiuto, che mi ha effettivamente dato una mano, anche se in un primo momento, il giorno successivo, mi ha fatto piu male nella prima parte della giornata, forse anche perchè ha dovuto toccare un pò la parte con lo strumento e siccome sono infiammata, si sarà irritata, ma ovviamente il problema rimane. Per ora il mio dentista vuole aspettare ancora un pò per vedere di riuscire a sfiammare il più possibile e poi se mi passa del tutto il male, ha detto che me lo pulisce bene e poi chiude con otturazione perchè mi ha spiegato che devitalizzare un dente del giudizio non è indicato. Volevo capire se, in questo caso davvero non sia possibile devitalizzare, se ci potrebbe essere un'altra soluzione, o qualche altro aiuto per risolvere la mia situazione. Inoltre sarebbe meglio pulire la carie direttamente con il laser piuttosto che con la fresa? che peraltro è molto più fastidiosa e dolorosa! E penso anche che il laser disinfetterebbe di più, se posso dire così, riducendo il rischio di infezione. Grazie della cortese attenzione, in attesa di risposta vi saluto cordialmente.
Cara Signora Rosangela, buongiorno. "Premetto che sono allergica a praticamente a tutti i tipi di antibiotici,all'anestesia e come analgesico tollero solo l'aspirina " Ritengo che sia altamente improbabile : la Diagnosi l'ha fatta un Immunologo o un Allergologo dopo esami e Test? O da dove sarebbe "scaturita?"!!! " dentista vuole aspettare"? Cosa vuole aspettare!? Si deve agire, ossia fare Terapia dopo aver fatto una Diagnosi corretta! Lasci perdere il Laser per la terapia di carie. La Carie si cura con "il vecchio buon trapano con montate le frese adatte" ! Lei ama il Laser. Ma cosa crede che sia il Laser in Odontoiatria conservativa (ossia terapia delle carie)!Conosco benissimo l'uso del Laser in Odontoiatria ed in particolare in conservativa (carie) proprio per averlo usato durante la mia attività clinica, di ricerca e didattica e cercherò quindi di spiegarle, secondo il mio pensiero naturalmente, le cose essenziali sull'uso del Laser in conservativa per la terapia delle carie! Tralasciando i tecnicismi sui vari tipi di Laser, che a Lei, con tutto il rispetto non interessano e non potrebbe comprendere, ovviamente, non essendo tra l'altro questa la sede per fare didattica specialistica, il laser in parole povere "vaporizza" la carie ma non permette ancora con sicurezza di creare e modificare la cavità ritentiva per l'otturazione! Quindi ricostruire in materiale estetico la parte di dente distrutta dalla carie e lasciare la sua ritenzione solamente ed unicamente alla mordenzatura dello smalto potrebbe valere solo per le carie molto piccole, magari sui denti decidui dei bambini! Il Laser non è certo adatto quindi, secondo me, per le normalmente grandi cavità cariogene da ricostruire poi seguendo le leggi e le tecniche ritentive della forma che significa poi funzione ed estetica! Poi che ci sia chi lo usa per apparire un Dentista "moderno" e "vendere fumo e non arrosto", è tutto un altro discorso. Ci sono altri usi in Odontoiatria in cui il Laser può essere utile, come per esempio la frenulectomia del frenulo linguale o altro che non sto qui ad enumerare ma in conservativa, se si vogliono ovviamente fare otturazioni a regola d'arte e che durino, al momento attuale, a mio modesto parere il laser non serve! Si pone tanti problemi dove problemi non ci sono! Bisogna solo are Terapia, ossia curare il Dente. aNDIAMO è L'abc DELL'ODONTOIATRIA conservativa! Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Buongiorno, ma e' proprio sicura di essere allergica a tutti gli anestetici? se cosi' fosse sarebbe un bel problema. In ogni caso se il dente è cariato, il processo non si erma e una soluzione va trovata. Per prima cosa dovrebbe verificare a cosa è allergica poi, se ci sono dubbi seri, trovare una struttura che possa'essere'attrezzata ad'evenienze di questo tipo. Io le consiglierei di estrarlo (l'anestesia la deve fare comunque).

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Il dente del giudizio normalmente ha un sistema dei canali della polpa (nervo) difficilissimo o impossibile da devitalizzare. Cioè canali curvi, anomali, impossibili. Questo vuol dire che la devitalizzazione fallisce quasi sempre. Un conto (se proprio lo si vuol conservare) è fare una cura con una otturazione superficiale ed un conto è la devitalizzazione. Quindi la opzione migliore è fare cura di antibiotici e fare poi estrazione quando si è sfiammato. La scienza dice che non esiste allergia vera all'anestetico. Nessuno è veramente allergico all'anestetico. Questo che le dico è supportato dalle migliori società scientifiche di anestesiologia odontoiatrica, documentato. E quanto agli antibiotici ci sono i macrolidi che normalmente non danno allergia. Ognuno di noi nella vita può aver bisogno di un antibiotico (spessissimo proprio per infezione ai denti) e bisogna essere consapevoli per tempo quale è quello tollerato.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

Il problema non è il laser o il tradizionale trapano, né quale soluzione terapeutica adottare, ma il fatto che lei non possa (perché in teoria allergica) effettuare alcuna anestesia locale. Mi spiego meglio. Se davvero lei non può fare nessuna anestesia, è impossibile sia devitalizzare il dente (non resisterebbe dal dolore) sia eventualmente toglierlo qualora la devitalizzazione, per ragioni anatomiche canalari, fosse contro - indicata (non può fare una estrazione di un ottava senza anestesia, inoltre dovrebbe prendere un antibiotico per scongiurare il rischio di alveoliti post - estrattive e dice che è allergica anche a quelli). Quindi la priorità va data alla risoluzione delle allergie, o meglio, a trovare (con appositi test ospedalieri) quale anestetico e quale antibiotico può assumere in sicurezza. Da lì il collega potrà lavorare serenamente, indipendentemente dalla strada scelta, altrimenti la terapia impostata sarà sempre e comunque incompleta e provvisoria.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)