Domanda di Denti del giudizio

Risposte pubblicate: 6

Potrebbe essere anche un ascesso?

Scritto da Anna / Pubblicato il
Buongiorno a tutti, da ieri notte ho un rigonfiamento sul dente del giudizio che non è ancora uscito completamente ma è coperto da gengiva. Se tocco con il dito sembra esserci un afta ma non ne sono sicura. Potrebbe essere anche un ascesso? Mi è capitato anche diversi mesi fa ed è andato via dopo un paio di giorni. Fatico anche ad aprire la bocca. Se la tengo chiusa il fastidio è sopportabile. Grazie delle informazioni per chi mi risponderà
Sig. Anna una diagnosi di pericoronite non si può fare via web, le consiglio una semplice visita odontoiatrica se il tutto non regredisce spontaneamente in 15 giorni.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Signora Anna, buongiorno. Sembrerebbe una infiammazione della Gengiva del trigono retromolare che appare ipertrofica e per la presenza probabilmente di una pericoronite del dente del giudizio, dovuta alla disodontiasi di cui soffre (patologia dell'eruzione ed allineamento del dente)! Bisogna fare una Rx endorale e una Visita Clinica per pianificare, dopo avere fatto la Diagnosi, la terapia appropriata. Vedo che ha un serio affollamento dentale con estrusioni ed intrusioni, vestibolarizzazioni e lingualizzazione dei denti e, sicuramente avrà una alterazione della Gnatologia della sua bocca. Bisogna valutare anche il Parodonto con sondaggio parodontale e la Sua Situazione Gnatologica, ossia la presenza o no di precontatti nelle tre disclusioni incisiva, canine e Relazione Centrica ed il Piano Occlusale con la Curva di Spee, di Wilson e Monsen,le Tre Curve cosiddette di Compensazione!!! Quindi bisogna fare una Diagnosi, la grande assente di sempre! devo quindi ribadire per l'ennesima volta che la diagnosi Ortodontica è cosa seria e dipende da una infinità di problemi da valutare con accurato check up ortodontico e cefalometria che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere; è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati e, chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia, sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta. Vede, siamo entrati in concetti complessi! Poi Modelli di Studio Ortodontici, Fotografie del profilo e di Fronte in rapporto 1:1 e ovviamente una Visita Clinica Gnatologica a completamento di quella Ortodontica oltre ad una valutazione fisiopatologica della postura e funzione della lingua, oltre che della postura in generale della colonna vertebrale! La Visita Odontoiatrica ed una pianificazione terapeutica sono Atti Medici importanti e Colti! Per il dente del giudizio stia tranquilla, il Suo Dentista risolverà tutto! Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Anna, il suo problema si chiama "pericoronite" che è una situazione frequente nei casi di inclusione parziale del dente del giudizio. Lei stessa asserisce che la stessa cosa le è successa alcuni mesi fa. Le consiglio di consultare un buon dentista per valutare eventuale estrazione indicata in occasione di episodi frequenti. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

E' una infezione chiamata pericoronite. Ci vogliono prima antibiotici, subito, e poi estrazione. Intervenga subito perchè potrebbe dare molto fastidio se si infiamma fortemente

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Ha una pericoronite da incompleta estrusione del dente del giudizio, un classico di questi elementi dentari purtroppo, e piuttosto spiacevole quando capita (in quanto può dare luogo a sintomatologie anche importanti, quali nevralgie - dolore - dolorabilità diffusa - trisma). Questa condizione patologica è gestibile, nella fase sintomatica, farmacologicamente (anti-infiammatori e antibiotici); in un secondo momento o con la semplice attesa di eventuali altri episodi simili, o con gengivectomie - gengivoplastiche selettive per "scappucciarlo" (non sempre efficaci), oppure, come extrema ratio, con l'estrazione del dente stesso.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Anna, anche se la foto è sfuocata sembra una pericoronite del dente del giudizio. Le consiglio una visita dal suo dentista per decidere la terapia corretta per risolverla. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia