Menu

Domanda di denti del giudizio

Risposte pubblicate: 8

Perché ho tutto questo dolore?

Scritto da Chiara / Pubblicato il
Gentili dottori, giovedì scorso mi sono recata dal mio dentista per estrazione del dente del giudizio superiore. Premetto che ne ho già tolto uno senza particolari problemi, ma giovedì purtroppo l'intervento non è riuscito. Dopo vari tentativi e dopo aver provato diversi strumenti ( 3 tipi di leve, pinza e trapano) il dente si è spezzato ed è rimasto in parte all'interno della gengiva. Da giovedì pomeriggio ho dolori lancinanti così il giorno seguente mi reco in ospedale; dopo aver effettuato una visita da un chirurgo mi viene riferito che dovrò togliere il prima possibile quello che rimane del dente (farò intervento mercoledì mattina). Tutti i giorni ho dolori fortissimi , riesco a farmi passare il male solo con toradol in gocce e Tachidol. Il dentista ha usato per l'intervento una lastra panoramica di 6 anni fa , quindi penso che non si fosse accorto che il Dente fosse seriamente compromesso e molto cariato. Vi chiedo perché ha seguito una procedura del genere senza mandarmi direttamente dal chirurgo ? Adesso dovrò soffrire doppiamente per l'intervento... perché ho tutto questo dolore? Ho un nervo scoperto? L'intervento sarà molto invasivo? Vi ringrazio molto. Saluti
Cara Signora Chiara, buongiorno. "Vi chiedo perché ha seguito una procedura del genere senza mandarmi direttamente dal chirurgo ?" Gentile Signora, deve chiederlo a Lui, non a noi e soprattutto perché mai " Il dentista ha usato per l'intervento una lastra panoramica di 6 anni fa !" Ma scherziamo? La OPT che ha postato è praticamente illeggibile. L'unica cosa che posso dirle è che il dente sembra avere rapporti strettissimi col pavimento del seno mascellare e con la parte distale del secondo molare superiore sinistro a lui mesiale e che quindi andava avulso (estratto)! Evidentemente non è stato approfondita a dovere la valutazione prechirurgica (magari anche con una Cone Beam) per valutare meglio i rapporti col pavimento del seno e con una semplice Rx endorale per valutare bene l'anatomia delle radici e della corona e programmare un lembo a tutto spessore adeguato con una piccola osteotomia-osteoplastica e possibile separazione di radici e corone. Questa avulsione è "normalissima routine odontoiatrica"!!! Che altro dirle: Le "cose" o si sanno fare o non si sanno fare (non esiste il facile ed il difficile ma ciò che si sa fare e ciò che non si sa fare!Non si improvvisa in Chirurgia ma si "Pianifica" e tutto va bene. Le complicanze ci possono sempre essere ma devono essere risolte all'istante. Questo fa un Chirurgo e la Chirurgia Orale è parte integrante dell'Odontoiatria :) Spero le siano stati prescritti antibiotici idonei per ora e prima dell'intervento e dopo esso! Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Se ci si ferma su un intervento qualche problema ci dev'essere come qualche limite. Un dente vitale parzialmente rimosso può provocare dolore se in pulpite e il dolore può essere poco sopportabile purtroppo a questo punto deve attendere. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Treviso (TV)

Tralasciamo ciò che è successo... La rx di 6 anni fa... Il punto è: lei sta prendendo antibiotici??? Deve prenderli per via iniettiva, subito. In una situazione del genere si sviluppa una infezione. Bisognerà anche vedere bene quando fare il secondo round, perchè se i tessuti sono troppo infiammati, non è consigliabile procedere, ma aspettare che si sfiammi.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

Gentile Sig.ra Chiara, i denti del giudizio superiori sono generalmente più facili da togliere, però ovviamente ci sono le eccezioni. Il dolore può essere causato da diversi fattori. Le criticità in questi interventi sono dati dalla difficoltà di accesso alla zona e di conseguenza da una scarsa visione. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)

Gentile Chiara, le sue domande le deve rivolgere al dentista che ha eseguito l'intervento e non certo a chi non sa nulla del suo caso e non basta postare una panoramica per avere delle risposte sul modo di agire di un professionista. Ognuno è libero di agire secondo la propria convinzione ed esperienza. Certo si rimane un poco perplessi sul fatto di programmare un intervento abbastanza impegnativo solo basandosi su di una radiografia panoramica peraltro di sei anni fa. E' ovvio che alcune condizioni possono variare col passare del tempo. Questo potrebbe giustificare il "fallimento" dell'intervento insieme magari ad una scarsa perizia.Il dolore che lei avverte potrebbe essere dovuto sia al residuo pulpare rimasto nella mascella ed anche al trauma subìto dai tessuti durante le manovre. Se l'intervento sarà invasivo è difficle poterlo dire non avendo fatto una visita accurata ma le consiglio di contattare il chirurgo che dovrà eseguire l'intervento per farsi cosigliare (qualora non l'abbia già fatto) una terapia farmacologica di supporto che possa aiutarla sia nel periodo pre-chirurgico ma soprattutto dopo l'operazione. Cordialmente.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)

Consideri estremamente valido il consiglio del dott.Passaretti. Lasci stare il perché e il per come di quello che è successo. Ora lei deve essere sotto copertura antibiotica mirata, oltre agli anti - infiammatori ed anti - dolorifici per il dolore. Superata la fase acuta, si farà togliere il residuo radicolare da un Odontoiatra in grado di farlo e nell'ambito della maxillo - facciale.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)

Dopo il Toradol ci sono solo le droghe pesanti. Dalla foto acclusa sembra il dente sia intero, il che non esclude il dolore da risentimento del seno mascellare molto maltrattato. Chi vivrà vedrà mercoledì mattina. Via internet esiste solo la medicina narrativa. Buona fortuna!

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)

Sig. Chiara, mi raccomando avverta il suo odontoiatra dell'accaduto e si faccia rilasciare una lettera per i colleghi che effettueranno l'intervento mercoledì, questo renderà tutto più semplice e con meno complicanze, evitando che i nuovi odontoiatri trovino inaspettatamente le stesse complicanze del precedente odontoiatra. Auguri per mercoledì e ci tenga informati.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)